Wondernet Magazine
Streaming

Spielberg firma un accordo con Netflix: realizzerà almeno due film all’anno

Spielberg
Steven Spielberg ha firmato un accordo con Netflix, che lo vede impegnato nella realizzazione di almeno due film all’anno con la sua Amblin Partners.

Accordo pluriennale per Steven Spielberg. Il regista statunitense ha siglato un contratto con il colosso dello streaming Netflix.

L’accordo prevede almeno due film originali all’anno prodotti dalla Amblin Partners, la casa di produzione del regista.

Spielberg e l’accordo con Netflix

Fortemente voluto da Ted Sarandos, co-amministratore delegato, nonché capo dei contenuti della piattaforma di streaming di Los Gatos, l’accordo con Steven Spielberg segna un momento importante sia nella carriera del regista sia nel futuro della società californiana.

Spielberg firma un accordo con Netflix
Netflix, infatti, pur vantando più di 200 milioni di abbonati, deve costantemente fronteggiare colossi come Amazon e Disney, degni rivali della piattaforma. La competizione nel mercato dello streaming sta diventando sempre più alta. Gli accordi strategici diventano, quindi, fondamentali. Per Amblin e Netflix non si tratta della prima collaborazione. Già era accaduto nel 2020 con “Il processo ai Chicago 7”, film diretto da Aaron Sorkin, che si è guadagnato ben sei candidature agli Oscar. Certo è che il nuovo accordo con Netflix non inficerà la relazione di Spielberg con la Universal Pictures. La Amblin, infatti, manterrà i suoi uffici all’interno degli studios della Universal, con cui, lo scorso dicembre, ha rinnovato la collaborazione per un altro quinquennio.

Le posizioni di Spielberg sullo streaming

Il regista, solo un paio di anni fa, aveva espresso un parere estremamente critico su Netflix e sulla pratica di far debuttare i film direttamente in streaming, senza alcun passaggio in sala. Inoltre, aveva chiesto all’Academy di escludere dalla competizione agli Oscar i titoli che fossero usciti solo in streaming.

Spielberg firma un accordo con Netflix
In seguito, però, il regista si è ricreduto, affermando: «Voglio che la gente si diverta, non importa se sul grande o sul piccolo schermo. Ciò che conta sono le grandi storie e dare alle persone la possibilità di vederle». Sicuramente la pandemia e il lungo periodo di chiusura delle sale di tutto il mondo hanno contribuito a modificare l’opinione del regista. Probabilmente, comunque, qualche film, nato nell’ambito del nuovo accordo, avrà anche un breve passaggio in sala, oltre alla diffusione online. Spielberg, infatti, non rinnega l’importanza fondamentale della sala.

I nuovi progetti del regista

Una carriera che ha segnato la storia del cinema quella di Steven Spielberg. Basti citare capolavori come “Lo squalo”, “E.T. l’extra-terrestre”, la saga di “Indiana Jones”, “Jurassic Park” e “Schindler’s List”. Fra i nuovi progetti del regista, ci sono il remake del musical “West Side Story”, in uscita nel dicembre 2021 (dopo il lungo posticipo causa pandemia), e la produzione del quinto capitolo diIndiana Jones”, in sala nel luglio 2022. Progetto molto atteso è anche “The Fabelmans”, una sorta di biopic ispirato alla sua vita, in particolare al periodo dell’infanzia e dell’adolescenza. Nel cast figurano Michelle Williams, Seth Rogen e Paul Dano. Quest’opera, però, visti gli accordi già esistenti con la Universal, probabilmente non debutterà su Netflix.

Articoli correlati

Better Call Saul: in arrivo la sesta stagione della serie Netflix

Valeria Torchio

“Mr. & Mrs. Smith”: il film con Brad Pitt e Angelina Jolie diventa una serie Amazon

Laura Saltari

Suburra 3: l’ultima stagione della serie dal 30 Ottobre su Netflix

Lascia un commento