Wondernet Magazine
MODA NUOVI ARTICOLI

Dior Cruise 2022: allo stadio Panathenaic di Atene sfila la mitologia urbana

Dior, la sfilata Cruise 2022 ad Atene
Maria Grazia Chiuri fa sfilare la collezione Dior Cruise 2022 allo stadio Panathenaic di Atene tra pepli, co-lab artigianali e una nuova mitologia urbana

Per la Cruise 2022, Dior ha continuato ad esplorare la forma femminile, indicando l’archeologia e la storia dell’antica Grecia come ispirazione per la collezione. Maria Grazia Chiuri ha usato le vaste rovine di Cnosso e il Museo Archeologico di Heraklion come un modo per reinterpretare la forza e la femminilità della donna moderna.

Si tratta di un Olimpo metafisico tra mitologia urbana e pepli reloaded, infiammati da una alta gradazione sportiva. E come ha rivelato proprio la Chiuri: «Volevo raccontare la Grecia senza cadere in un cliché, un rischio che si corre quando si parla di città come Atene o Roma. Il punto di partenza è stato ancora una volta un viaggio sul territorio, creando delle collaborazioni con artisti e artigiani locali».

Dior, la Cruise 2022

È il 1951 quando Christian Dior si reca per la prima volta ad Atene, un emblematico viaggio per presentare la nuova collezione di alta moda primavera-estate. Oggi il monospalla e il drappeggio non mancano nella Cruise 2022, ma l’approccio è lontano dal classicismo a oltranza.

Motivi optical di pied-de-poule argento e linee d’oro sostituiscono il bianco panna del peplo in lana, ma il design è quello che le donne di Atene indossavano nei secoli a.C., come il mini dress di taglio dorico in nero o beige, con volumi sul petto e sulla gonna. L’oro dialoga con il bianco, mentre su diversi modelli fa la sua comparsa, quasi come un prezioso ornamento, un elegante cappuccio. Il blu, colore tipicamente associato alla Grecia, si trasforma in un tratto distintivo della linea e, allo stesso tempo, in un omaggio all’immaginario ellenico.

La mitologia è reinterpretata in chiave Dior

Una ripresa del concetto di mitologia ma reinterpretato in chiave Dior. Presenti dunque tutti i codici della maison come l’iconica stampa Dior Oblique sui capospalla, l’immancabile lettering che decora le borse, la giacca Bar che si tinge del bianco marmoreo delle colonne e l’iconica stella sotto la suola delle sneakers. Inoltre la sneaker è lunica calzatura adatta al viaggio a comparire in passerella. Il magnifico show si chiude con un abito couture simile ad un cigno, omaggio al mito di Leda trasformata da Zeus in cigno. Da lei nasce la causa della guerra di Troia e poi l’esilio di Enea: da lei hanno origine Roma e l’intero bagaglio culturale d’Europa.

Articoli correlati

BePositive, al Pitti 2020 un party e un live show con iBowland e Tommy Vee per festeggiare i primi 25 anni

Redazione

K-Way®, il brand dell’antipioggia per eccellenza, ha scelto Pitti Uomo per la sua prima sfilata [PHOTOGALLERY]

Redazione Beauty

Hermès lancia per l’Autunno/Inverno 2021 Victoria, la prima borsa di pelle derivata dai funghi

Paola Pulvirenti

Lascia un commento