Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Dior: la sfilata Autunno/Inverno 21 alla reggia di Versailles, come in una fiaba

Dior: la sfilata FW21 alla reggia di Versailles

Maria Grazia Chiuri porta sulla passerella FW21 il mondo delle fiabe. Il castello di Versailles fa da sfondo alla magia firmata Dior

Oggi alla Parigi Fashion Week per Dior Autunno/Inverno 2021, Maria Grazia Chiuri si è immersa nel mondo delle fiabe. Nel magico scenario del Castello di Versailles fra oro e marmi. Intagli su pietra. Ricchi mosaici sul pavimento e ampie vetrate che si affacciano sul giardino: un labirinto e un roseto. Sfila una collezione di capi opulenti ispirati alle eroine delle fantasie tra cui Cappuccetto Rosso e La Bella e la Bestia.

La stilista ricontestualizza la nostalgia dell’infanzia attraverso una lente sartoriale. Sembra quasi anche di essere in Cenerentola con la versione 3.0 della moderna principessa. Una principessa dark, principessa solo per la grazia con cui si esprime attraverso l’abito. Si omaggia una sensibilità femminile che sa tenere insieme infanzia e maturità. La narrazione è proiettata nel futuro: suggestioni, intenzioni, ambientazione dark fanno da contrapposizione a una collezione di visioni positive.

La fiaba FW21 di Dior

La fiaba FW21 di Dior si apre con una fanciulla sdraiata nel roseto del castello immersa nelle rose rosse. I dettagli tra cui i gioielli con rose dorate richiamano la magia di La Bella e la Bestia. Anche se la fanciullia potrebbe tranquillamente essere Cenerentola!

 

In passerella una serie di cappotti blu di cachemire dalle campiture rosse e bianche sul retro. Trionfano il lamé e il jacquard con il loro ineguagliabile bagliore. E ancora, tessuti con fili oro e argento flottanti che paiono realizzati come per magia. Piccoli abiti in nero opaco con l’ampia scollatura merlata. La giacca Bar con cappuccio potrebbe essere indossata persino dalla Cappuccetto Rosso di Angela Carter. Costante della collezione è il rosso che si trova nei piccoli cappotti, nelle mantelle ma anche negli impermeabili. Protagonisti sono poi i tessuti scozzesi, in una fantasia di rose, che rimanda sempre alla storia de La bella e la bestia, molto amata da Maria Grazia Chiuri. In passerella lunghi abiti da sera in una palette di colori meravigliosi, con strascichi e fiori applicati. Infine un abito di pizzo centrino bianco è presentato insieme a uno stravagante abito in tulle a strati, tinto di schiuma di mare in ombré azzurro. Pronti a entrare nel magico mondo delle fiabe di Dior?

Articoli correlati

Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 2020-21, una collezione sofisticata e punk-romantica

Redazione

Moschino, la nuova collezione sfilerà in presenza il 9 settembre a New York

Paola Pulvirenti

Monte Carlo Fashion Week, al via la nona edizione: sarà fisica, e incentrata sulla sostenibilità 

Redazione Moda

Lascia un commento