Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Netflix Usa e Australia contro Johnny Depp: via i suoi film dal catalogo, i fan in rivolta

Netflix Usa e Australia, tolti i film di Johnny Depp
Dopo l’addio al set di “Animali Fantastici 3”, ancora una brutta sorpresa per Johnny Depp e per i suoi fan: Netflix ha deciso di rimuovere i film dell’attore dalla piattaforma, in America e Australia.

La decisione presa da Netflix è un’altra conseguenza della battaglia giudiziaria che vede Johnny Depp coinvolto con la ex moglie Amber Heard, e della causa vinta dal The Sun, che lo aveva definito un «picchiatore di mogli».

Johnny Depp contro il Sun, la vicenda

Il giornale, in un articolo del 2018, aveva definito Johnny Depp un «wife beater». Il servizio si riferiva alla tumultuosa separazione dall’ex moglie Amber Heard. L’attore aveva quindi denunciato il Sun. L’Alta Corte di Londra ha però rigettato la denuncia di diffamazione presentata dal divo.

Prima del verdetto, durante una serie di udienze che si sono svolte quest’estate, erano emersi particolari a dir poco imbarazzanti: violenze, abusi di alcol e droghe, veleni scagliati reciprocamente tra i due ex.

Netflix Usa e Australia, tolti i film di Johnny Depp

Johnny Depp, la rinuncia ad Animali Fantastici 3 e ora lo smacco da Netflix

Alla luce di questi fatti, a conclusione del processo, la Warner Bros ha chiesto a Johnny Depp di rinunciare al terzo capitolo di “Animali Fantastici”, il franchise tratto dalla saga di J. K. Rowling. 

Le riprese di “Animali Fantastici 3” erano iniziate a Londra lo scorso 20 settembre, e Johnny Depp aveva girato una sola scena del film dove impersona il malvagio mago Gellert Grindelwald.

Sarà Mads Mikkelsen, l’attore danese vincitore dell’EFA2020, a sostituire Johnny Depp e ad interpretare il ruolo del mago oscuro Gellert Grindelwald nel terzo capitolo di Animali fantastici.

Depp ha annunciato il ricorso contro la sentenza, intanto i fan si sono scatenati sui social

In una lettera pubblicata su Instagram, Depp ha scritto che farà ricorso contro la sentenza «perché intendo dimostrare che le accuse contro di me sono false. Non sarà questo momento a definire nel tempo la mia vita e la mia carriera».

Nel frattempo sui social si è scatenata una campagna dei fan di Johnny Depp, che continuano a sostenere le ragioni del loro beniamino. Molti di loro chiedono a Netflix come mai siano stati rimossi i film della star di Pirati dei Caraibi, e non quelli della ex moglie Amber Heard. 

Articoli correlati

Karl Lagerfeld: due anni dalla scomparsa del “Kaiser” della moda

Ileana Cirulli

“Fellini racconta”: l’omaggio di Rai Cultura a 100 anni dalla nascita del più famoso regista italiano

Anna Chiara Delle Donne

Jennifer Lopez e Alex Rodriguez, niente matrimonio: «Non c’è fretta»

Laura Saltari

Lascia un commento