Wondernet Magazine
EVENTI

Bifest 2020, il nuovo programma: tra gli ospiti Roberto Benigni, Matteo Garrone, Marco D’Amore

bifest 2020
Previsto per il mese di marzo, il Bifest (Bari International Film Festival) aveva subito la stessa sorte del Festival di Cannes: annullato, ovviamente a causa della pandemia. Ma l’ideatore e direttore della kermesse Felice Laudadio ha poi optato per la delineazione di nuove date, dunque la manifestazione si svolgerà, avrà la sua edizione 2020, la numero 11.

Il Bifest 2020 (Bari International Film Festival) si terrà dal 22 al 30 agosto. Il Teatro Petruzzelli, storica sede della manifestazione, non è agibile. Il Comune ha però messo a disposizione Piazza Prefettura, allestita nel massimo rispetto delle norme di sicurezza. Ospiterà le premiazioni e le proiezioni, così come l’Arena Castello Svevo. Tra i luoghi chiusi il Teatro Margherita, il Teatro Piccinni appena restaurato e due sale del Cinema Galleria.

bifest 2020

La conferenza stampa del 5 agosto

«La Regione Puglia ama il cinema e lo dimostra superando le difficoltà, con uno sforzo notevole. Quello col Bifest è un appuntamento importante e immancabile. Lo è per il pubblico e perché dice all’Italia e al panorama internazionale che la Puglia c’è, la Puglia continua a crescere e ad essere un interlocutore importante per gli operatori e gli investitori cinematografici. Noi ci siamo: il Bifest è tutto questo». Queste le parole di apertura della presidente della Fondazione Apulia Film Commission, Simonetta Dellomonaco, che ha introdotto la nuova formula (definita «sperimentale») della kermesse, ripensata per implementare tutti i sistemi di sicurezza necessari.

È stato poi Felice Laudadio ad illustrare nel dettaglio il programma del festival, ricchissimo di appuntamenti e con un centinaio di ospiti. Il direttore artistico, però, ha con rammarico dovuto annunciare la perdita di titoli internazionali rispetto al programma di marzo, film che hanno avuto uscita rinviata a causa pandemia. Così come ha dovuto annunciare l’annullamento delle masterclass che erano state organizzate con esponenti di spicco del cinema internazionale, impossibilitati a viaggiare.

bifest 2020Bifest 2020: il programma

Federico Fellini e Mario Monicelli grandi protagonisti dell’undicesima edizione del Bifest, in occasione del decennale della scomparsa del primo e del centenario della nascita del secondo. Entrambi i grandi esponenti del cinema italiano saranno ricordati con proiezioni dei loro indimenticabili capolavori. In programma Romanzo Popolare, I Vitelloni, Speriamo che sia femmina, Vita da cani, I soliti ignoti e molti altri.

Ma spazio anche all’attualità, con le proiezioni di film che hanno segnato felicemente il biennio 2019-20, imponendosi per la loro grande qualità artistica. Tra questi Hammamet, Gli anni più belli, Martin Eden, La famosa invasione degli orsi in Sicilia, Figli, L’immortale.

Tre, le presentazioni di libri: Ritratti e autoritratti di Felice Laudadio, Pierfrancesco Favino collezionista
di anime di Fabio Ferzetti, Alberto Sordi di Alberto Anile.

Previsto anche un doveroso omaggio a Ennio Morricone.

bifest 2020

I premi

  • PREMIO FRANCO CRISTALDI per il produttore del miglior film
    Matteo Garrone e Paolo Del Brocco per Pinocchio di Matteo Garrone
  • PREMIO MARIO MONICELLI per la migliore regia
    Marco Bellocchio per Il Traditore di Marco Bellocchio (presente alla consegna del premio)
  • PREMIO VITTORIO GASSMAN per il miglior attore protagonista
    Pierfrancesco Favino per Il Traditore di Marco Bellocchio e Hammamet di Gianni Amelio
  • PREMIO ANNA MAGNANI per la migliore attrice protagonista
    Micaela Ramazzotti per Gli anni più belli di Gabriele Muccino
  • PREMIO ALBERTO SORDI per il miglior attore non protagonista
    Roberto Benigni per Pinocchio di Matteo Garrone (entrambi presenti alla consegna del premio)
  • PREMIO ALIDA VALLI per la migliore attrice non protagonista
    Milena Mancini per A mano disarmata di Claudio Bonivento
  • PREMIO TONINO GUERRA per il miglior soggetto originale
    Pupi, Antonio, Tommaso Avati per Il signor diavolo di Pupi Avati
  • PREMIO LUCIANO VINCENZONI per la migliore sceneggiatura
    Pietro Marcello, Maurizio Braucci per Martin Eden di Pietro Marcello
  • PREMIO ENNIO MORRICONE per il miglior compositore
    Nicola Piovani per Il Traditore di Marco Bellocchio
  • PREMIO GIUSEPPE ROTUNNO per la migliore fotografia
    Luan Amelio Ujkaj (presente alla consegna del premio) per Hammamet di Gianni Amelio
  • PREMIO DANTE FERRETTI per la migliore scenografia
    Francesco Frigeri per Il primo Natale di Ficarra e Picone
  • PREMIO ROBERTO PERPIGNANI per il miglior montaggio
    Luca Gasparini per The Nest di Roberto De Feo
  • PREMIO PIERO TOSI per il miglior costumista
    Massimo Cantini Parrini per Pinocchio di Matteo Garrone
  • PREMIO MARIA PIA FUSCO per l’eccellenza tecnico-artistica
    Lorenzo Mattotti per La famosa invasione degli orsi in Sicilia
  • PREMIO ETTORE SCOLA per il miglior regista esordiente
    Marco D’Amore (presente alla consegna del premio) per L’Immortale
  • PREMIO MARIANGELA MELATO per la miglior attrice protagonista
    Paola Cortellesi per Figli di Giuseppe Bonito
  • PREMIO GABRIELE FERZETTI per il miglior attore protagonista
    Toni Servillo per 5 è il numero perfetto di Igort
  • PREMIO NUOVO IMAIE per il miglior attore rivelazione
    Claudio Segaluscio (presente alla consegna del premio) per Sole di Carlo Sironi
  • PREMIO NUOVO IMAIE per la migliore attrice rivelazione
    Benedetta Porcaroli (presente alla consegna del premio) per 18 regali di Francesco Amato

Articoli correlati

6 aprile, Giornata Mondiale dello Sport: oggi si celebrano i suoi valori universali

Giusy Dente

Fashion Film Festival, la settima edizione sarà digital con eventi in streaming gratuito

Giusy Dente

Ondance: a Milano la grande festa della danza di Roberto Bolle per un weekend di musica e condivisione

Redazione

Lascia un commento