Wondernet Magazine
Attualità

Piero Angela, oggi a Roma l’ultimo saluto. Le lacrime di Alberto: «Cercherò di fare la mia parte»

Piero Angela, a Roma l'ultimo saluto e il funerale laico
Oggi a Roma, nella sala della Protomoteca in Campidoglio, l’ultimo saluto a Piero Angela. Nel pomeriggio sarà celebrato il funerale laico

La camera ardente di Piero Angela, morto a 93 anni lo scorso 13 agosto, è stata allestita nella sala della Promoteca in Campidoglio, a Roma, dove nel pomeriggio sarà celebrato il funerale laico. Tante le persone che si sono messe in fila per salutare il feretro e dare l’ultimo saluto al giornalista, scrittore, musicista e papà di “Quark” e “Superquark”.

In prima fila davanti alla barra, sulla quale è stato posto un cuscino di rose rosse e due corone di fiori del Quirinale e della presidenza del Consiglio, i familiari di Piero Angela. La moglie Margherita Pastore e i figli Alberto e Christine. Presenti inoltre  il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes e la presidente della Rai Marinella Soldi. Con loro anche la direttrice del Tg1 Monica Maggioni.

Piero Angela, a Roma l'ultimo saluto e il funerale laico
Foto: Ansa

Il funerale di Piero Angela, la commozione del figlio Alberto

Visibilmente commosso, Alberto Angela ha ricordato il padre Piero. «Grazie a chi è qui a chi è fuori e chi è a casa, non è facile questo discorso. Penso che le persone che amiamo non dovrebbero mai lasciarci ma accade. La cosa che ha colpito noi è il ritorno di messaggi, sui social articoli pieni non si dolore non sofferenza ma amore, un sentimento. Il sentimento è qualcosa che rimane. Ci ha insegnato tante cose, con libri e trasmissioni, ma anche con l’esempio: negli ultimi giorni mi ha insegnato a non aver paura della morte. La sua serenità mi ha davvero colpito. Se ne è andato soddisfatto, come quando ci si alza dopo una cena con gli amici. Ha attraversato questo ultimo periodo con i piedi per terra, aveva un approccio alla vita razionale, scientifico. Era importante per lui avere una vita colma, amare la vita».

Piero Angela, a Roma l'ultimo saluto e il funerale laico
Foto: Ansa

«Cercherò di fare la mia parte»

«Quando ha capito che era arrivata la fine ha concluso le trasmissioni e il disco jazz, discorso ai familiari e al pubblico, e poi se ne è andato», ha proseguito Alberto Angela. «L’ultima cosa che ha detto, il comunicato, con poche forze, l’abbiamo raccolta io e mia sorella e trascritta. Era come se parlasse agli amici, si è rivolto al suo pubblico, a chi lo ha amato».

«Da torinese sembrava riservato ma dentro aveva un fuoco. Continuerà a vivere attraverso libri, trasmissioni e dischi e in tutti quei ragazzi che con sacrificio cercano l’eccellenza, nei ricercatori, nelle persone che cercano di unire, che cercano la bellezza della natura e di assaporare la vita. La sua è una eredità non fisica ma di atteggiamento nella vita»​. Infine Alberto Angela ha concluso: «Ci ha detto di fare la nostra parte, e anche io ora cercherò di fare la mia»​.

 

 

 

 

Articoli correlati

Singles’ Day: cos’è, come cambiano gli scenari con la pandemia, e chi sono i nuovi consumatori

Redazione Moda

Aurora Ramazzotti: la figlia di Eros e Michelle Hunziker positiva al Covid-19

Valentina Turci

“Love is not enough, we need big love”: un’ondata di striscioni e cartelli in tutta Italia per San Valentino

Redazione

Lascia un commento