Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Chanel, la FW23 sfila tra maxi camelie al Grand Palais Éphémère di Parigi

Chanel, la FW23 chiude la Paris Fashion Week
Chanel ha aperto l’ultimo giorno di sfilate della Paris Fashion Week per la collezione FW23 con il super show tra maxi camelie al Grand Palais Éphémère!

Chanel ha chiuso la Paris Fashion Week. Protagonista dell’ultimo giorno di sfilate la maison per la FW23 è tornata alle origini e ai suoi simboli iconici come le camelie e i cavalli. Il fiore preferito della stilista infatti ha dominato la magica scenografia del Grand Palais Ephémère di Parigi. E inoltre sui petali della maxi camelia sono apparse immagini tratte dal film diretto da Inez & Vinoodh, con protagonista l’attrice e ambasciatrice della maison Nana Komatsu.

«La camelia è più di un tema, è un codice eterno della maison», ha spiegato  Virginie Viard, «la trovo rassicurante e familiare, mi piace la sua leggerezza e la sua forza». In front row la musa della maison Penelope Cruz in un mini abito con piume e Charlotte Casiraghi con un elegante cappotto in tweed. In prima fila anche l’icona di stile Inès de la Fressange con un total look blu notte.

Chanel FW23

Dunque per la FW23 Chanel ha fatto sbocciare l’iconica camelia bianca anche su tutto il guardaroba delle sue donne. Sin dalla prima uscita sulla passerella sabbiosa, con quel lungo cappotto in un bianco e nero ipergrafico. 

Camelie intagliate, ricamate, lavorate come pelle sui revers di un capospalla, applicate come creazioni tridimensionali e poi anche stampate anche nella fantasia di stagione mescolata alla doppia C. Per quei look dagli accenti un po’ Seventies con stivali neri e con collant di pizzo banchi. Presenti poi i pantaloni alla zuava, voluminosi e tagliati sotto al ginocchio: un omaggio alle foto d’epoca di Mademoiselle con i suoi cavalli, che ora tornano in passerella abbinati a scarpe basse o a stivali da cavallerizza. Ma anche sovrapposizioni di maglioni rossi sotto dress leggeri, knitwear preziosi e tagli che escono per sbilanciare la silhouette. Per gli abiti da sera in pizzo e paillettes le silhouette si sono alleggerite e allungate in tagli asimmetrici, espressione di una nuova femminilità dinamica. La sorpresa? Nel finale le maxi camelie bianche dell’allestimento si sono tinte di rosso passione.

Articoli correlati

Dior, la Haute Couture SS23 ispirata a Josephine Baker e all’empowerment delle donne afroamericane

Redazione Moda

Maryling: la collezione FW21 ispirata all’arte del Novecento, minimalista e geometrica

Redazione Moda

Annakiki, la FW23 è un’armatura futuristica per un mondo post-apocalittico

Paola Pulvirenti

Lascia un commento