Wondernet Magazine
MODA

Dal trench di Bogart al doppiopetto di Daniel Craig, i cappotti più iconici nella storia del cinema

I cappotti più iconici nella storia del cinema
Dal trench di Humphrey Bogart in Casablanca al cappotto in pelle indossato da Keanu Reeves in Matrix,  ecco una selezione dei cappotti più iconici nella storia del cinema.

Simbolo di eleganza e di classe, nel mondo dell’industria cinematografica il cappotto non è mai stato solamente un elemento scenico. Colore, lunghezza e materiale sono dettagli fondamentali che aiutano a delineare e rafforzare l’identità di un personaggio.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

Casablanca (1942)

Uno dei cappotti più iconici nella storia del cinema è sicuramente il trench indossato da Humphrey Bogart in Casablanca. Il film diretto da Michael Curtiz, tratto dall’opera teatrale Everybody Comes to Rick’s, mostra l’attore con indosso un trench con cintura in gabardine di cotone firmato Burberry. Questo indumento riesce a evidenziare l’alone di mistero che avvolge il personaggio interpretato da Humphrey Bogart, Rick Blaine.

Oggi questo capo viene reinterpretato in chiave moderna dalla casa di moda britannica nel The Kensington Heritage Trench Coat; realizzato in gabardine di cotone tradizionale con una silhouette slanciata.

Colazione da Tiffany (1961)

Anche se l’outfit leggendario rimane il tubino nero di Chanel indossato da Audrey Hepburn nel film Colazione da Tiffany del 1961, è doverosa la menzione del cappotto arancione disegnato da Hubert de Givenchy.  Il 4G Dagger di colore arancione in lana di Givenchy è un modello con design senza collo, chiusura a doppiopetto, maniche lunghe e polsini con bottone.

I cappotti più iconici nella storia del cinema
Photo Credits: Instagram

Deserto Rosso (1964)

Iconico il cappotto verde indossato da Monica Vitti nel film drammatico del 1964 Deserto Rosso, diretto da Michelangelo Antonioni. Il primo film a colori del regista esalta la centralità della donna e il suo coraggio, aspetti amplificati e sottolineati proprio da quel particolare cappotto in panno verde, il colore della speranza.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

Funny Girl (1968)

La lista dei cappotti iconici prosegue con la giacca leopardata indossata da Barbra Streisand nel film musical del 1968 diretto da William Wyler Funny Girl. Il cappotto a collo alto con motivo leopardato  e marrone è indossato dall’attrice e cantante non solo nel film, ma anche nell’omonima trasposizione teatrale a Broadway. Disegnato da Irene Sharaff, presenta un’etichetta con la scritta Ray Diffen- Miss Streisand all’interno.

I cappotti più iconici nella storia del cinema
Photo Credits: Pinterest

Ragazze a Beverly Hills (1995)

In Ragazze a Beverly Hills Alicia Silverstone interpreta un’elegante ricchissima studentessa delle superiori, Cher Horowitz. In quanto ricca, gli outfit che mostra all’interno del film sono sempre all’ultima moda e ricercati. Tra tutti, il cappotto rosso e nero a trama scozzese rimane uno dei più memorabili.

Out of Sight (1998)

L’iconico cappotto in Out of Sight, film del 1998 diretto da Steven Soderbergh tratto dall’omonimo romanzo di Elmore Leonard è sicuramente quello indossato da Jennifer Lopez. Un trench di pelle blu in media lunghezza e foderato in raso.

I cappotti più iconici nella storia del cinema
Photo Credits: Instagram

 I cappotti più iconici di Matrix (1999)

Gli ampi cappotti iconici di pelle, rigorosamente neri del film Matrix sono stati un fenomeno culturale che ha contribuito notevolmente nella moda di fine millennio. Ancora oggi, un cappotto lungo in pelle nera viene automaticamente associato al film di fantascienza del 1999 delle sorelle Wachowski.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

I cappotti più iconici de Il Diavolo veste Prada (2006)

Quando si parla di cappotti iconici è doveroso nominare il cappotto bianco di angora di Yigal Azrouel, portato con basco e guanti Chanel e il bellissimo cappotto lungo verde speranza di Lewin con collo e maniche in pelliccia leopardata. Entrambi i cappotti sono indossati da Anne Hathaway nel film del 2006 diretto da David Frankel Il Diavolo Veste Prada. L’intero guardaroba del film è curato dalla costumista Patricia Field, con una spesa che si aggira intorno al milione di dollari.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

Sex and the City (2008)

Che cosa hanno in comune Il Diavolo veste Prada e Sex and the City? Oltre a essere intrisi di glamour e moda i due film hanno in comune la stessa costumista: Patricia Field. Nel film Sex and the City del 2008 sono molti i cappotti mostrati dalle quattro protagoniste. Uno di questi è la pelliccia bianca sintetica indossata da Samantha Jones (Kim Cattrall) che viene macchiata di rosso da un’attivista per i diritti degli animali.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

Spectre (2015)

Per finire, si potrebbe fare un elenco separato di tutti i cappotti iconici apparsi nell’universo di James Bond, ma uno dei più fantastici è il cappotto nero in doppiopetto indossato da Daniel Craig nel film Spectre del 2015. Realizzato con la migliore miscela di seta e cashmere, il soprabito di Tom Ford vanta un design raffinato made in Italy.

I cappotti più iconici nella storia del cinema

Articoli correlati

Manila Grace: Elena Santarelli è la testimonial della campagna Primavera/Estate 2021

Paola Pulvirenti

Lo stile non si ferma: Manila Grace supporta la ricerca contro il Coronavirus

I pattern geometrici di Calzedonia conquistano modelle e influencer

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento