Wondernet Magazine
Pets

Le temperature si alzano: come proteggere dal caldo i nostri amici a quattro zampe

Il sole splende in alto, e i nostri amici a quattro zampe sono i primi a soffrire il caldo. Ecco le precauzioni che l’Ente Nazionale Protezione Animali ci consiglia di adottare nei confronti dei nostri animali nelle giornate più calde dell’anno.

Gli animali sono i primi a soffrire il caldo, in particolare i cani di razza brachicefale, ovvero con testa corta e larga. Cani e gatti non sudano, ma come noi umani anche loro sono soggetti a scottature e a colpi di calore.

Negli animali è il pelo a fare da termoisolante e a proteggere la cute sia in estate (ad esempio dal sole) sia in inverno (dal freddo e dagli agenti atmosferici). Ma non vedremo mai un mantello di un cane o di un gatto bagnato di gocce di sudore. Il processo di termoregolazione del cane avviene attraverso la respirazione, ma quando l’animale è eccessivamente accaldato, la funzione delle canne nasali non basta più ed entra quindi in gioco la bocca. Il cane ansima, e tiene la lingua a penzoloni. Così l’aria, passando sopra la lingua umida, è in grado di raffreddarla, raffreddando anche il circolo sanguigno e di conseguenza la temperatura corporea. Le cose si complicano quando la temperatura esterna raggiunge valori molto elevati, e il cane non riesce a raffreddarsi nemmeno in questo modo.

Ecco quindi i consigli dell’ENPA per non far soffrire il caldo i nostri amici a quattro zampe.

Come riconoscere un colpo di calore

Per capire se il nostro animale è vittima di un colpo di calore, bisogna sentire se la pelle scotta, notare se barcolla e se respira con affanno e velocità. Il colpo di calore si presenta con depressione, ipertermia, congestione delle mucose, che possono assumere una colorazione di rosso intensa, fino ad arrivare alle crisi convulsive e al coma dell’animale.

Animali e caldo: i consigli dell’ENPA per l’estate

La prima cosa da fare quando si notano questa serie di elementi è spostare l’animale all’ombra e bagnarlo ripetutamente con l’acqua attraverso un panno e con le mani, senza immergerlo, in modo tale da abbassare la temperatura corporea. Successivamente è altamente consigliato portare il nostro amico a quattro zampe in un centro veterinario attrezzato, in modo tale da sottoporlo ad accertamenti e se necessario a terapia.

La prevenzione sugli animali

Il consiglio principale che l’EMPA ci suggerisce per prevenire gli effetti del calore sugli animali è evitare le passeggiate nelle ore più calde. Il sole è alto e l’asfalto è bollente, il nostro amico potrebbe ustionarsi le zampe.

Animali e caldo: i consigli dell’ENPA per l’estate

Bisogna sempre controllare che il cane o il gatto abbiano a disposizione acqua fresca, e tenerli in un luogo ombreggiato. Ogni sportivo ama portare con sé il cane a correre, ma in estate sarebbe preferibile ridurre il più possibile qualsiasi attività sportiva.

Attenzione anche all’alimentazione. Scegliere cibi leggeri e facili da digerire e non lasciare i residui di cibo nella ciotola. Per i conigli è necessario controllare quotidianamente l’animale, verificando l’eventuale presenza di uova di mosche sul pelo, e tenere pulito il luogo in cui vivono.

Animali e caldo: i consigli dell’ENPA per l’estate

Un’accortezza molto importante da tenere in considerazione è quella di non lasciare mai gli animali chiusi in macchina. Il rischio di morte è molto elevato. La temperatura all’interno delle automobili si alza rapidamente, nonostante si lascino i finestrini aperti, è può raggiungere addirittura una temperatura di 70°. In caso si dovesse avvistare un animale chiuso all’interno di una macchina bisogna rintracciare il proprietario e, quando impossibile, chiamare immediatamente le Forze dell’ordine. Un intervento immediato potrebbe salvargli la vita.

Articoli correlati

Orso, cane o gatto? Ecco il cucciolo vietnamita che è diventato una star del web

Redazione

#NoAbbandono2020: come diventare ambassador della campagna ENPA contro l’abbandono degli animali

Giusy Dente

Da Matilda Ferragni al barboncino di Orlando Bloom: gli animali delle star

Valentina Turci

Lascia un commento