Wondernet Magazine
MODA

Louis Vuitton lancia il primo videogioco su cellulare per i 200 anni del suo fondatore

Louis Vuitton, videogioco su cellulare per i 200 anni del suo fondatore

Il primo videogioco mobile di Louis Vuitton si chiama “Louis: The Game”, ed è scaricabile dal 4 agosto in occasione del 200esimo compleanno dell’omonimo fondatore!

Louis Vuitton si lancia nel mondo del gaming. Sulla scia di altri come Gucci, che vende oggetti digitali su Roblox, e Gigi Hadid, che ha creato un videogioco di moda virtuale. Ora Vuitton sta lanciando un videogioco mobile per celebrare il 200esimo compleanno del suo fondatore. “Louis: The Game” ha come protagonista la mascotte della maison Vivienne, una bambola di legno impreziosita dall’iconico logo floreale, in un viaggio nella storia del brand.

Infatti attraverso una serie di missioni si potranno scoprire le origini e le evoluzioni della maison, dagli inizi fino ai giorni nostri. Il videogioco è pensato per il mobile e i giocatori si muoveranno in un mondo super colorato stile “cartoon”. Un mondo virtuale psichedelico come il suo recente speaker portatile in stile UFO. 

I 200 anni di storia di Louis Vuitton

Louis Vuitton inizierà le celebrazioni del bicentenario “Louis 200” il 4 agosto, esattamente 200 anni dopo la nascita del fondatore. A partire da quel giorno, “Louis: The Game” può essere scaricato tramite l’App Store e Google Play per i sistemi Android.

E come ha rivelato Michael Burke, presidente e amministratore delegato di Vuitton: « I media si stanno evolvendo così rapidamente che ogni volta che c’è un nuovo modo di comunicare, devi raccontare di nuovo la tua storia. Le generazioni sono ora definite dalla tecnologia, non dall’età».  La storia di Vuitton, nato il 4 agosto 1821, che ha iniziato il suo viaggio a piedi, dalla piccola città di Anchay nella Francia orientale all’età di 13 anni.

Louis Vuitton, videogioco su cellulare per i 200 anni del suo fondatore

Alla fine ha raggiunto Parigi dopo due anni diventando apprendista presso il rinomato produttore di bauli Romain Maréchal. Infatti sempre il 4 agosto, saranno svelate anche le nuove vetrine delle boutique di Vuitton con bauli reimmaginati da 200 personaggi illustri tra cui l’illustratore Jean-Philippe Delhomme, l’interior designer Pierre Yovanovitch, il nuotatore paraolimpico Théo Curin, l’art director Willo Perron e l’architetto Peter Marino con il suo baule hardcore.

Articoli correlati

Valentino, la collezione Haute Couture SS21 sfila alla Fashion Week di Parigi da Roma

Redazione Moda

Amy Winehouse, all’asta il guardaroba del suo ultimo tour

Gaia Corrado

Ecco perché lo spot di Intimissimi Uomo con Diletta Leotta è una delle pubblicità più accattivanti degli ultimi tempi

Laura Saltari

Lascia un commento