Wondernet Magazine
Serie TV

“La vita bugiarda degli adulti”: dall’ultimo romanzo di Elena Ferrante una nuova serie Netflix

Elena Ferrante La vita bugiarda degli adulti
“La vita bugiarda degli adulti”, l’ultimo romanzo della scrittrice Elena Ferrante, diventerà una serie tv per Netflix. L’annuncio è avvenuto tramite un video con la voce narrante di Emma Marrone.

Dopo il grande successo de “L’Amica Geniale”, un nuovo romanzo della scrittrice dall’identità misteriosa Elena Ferrante diventerà una serie tv. Il servizio in streaming Netflix produrrà “La vita bugiarda degli adulti”, ultimo capolavoro letterario della scrittrice napoletana.

Il romanzo narra le vicende della giovane Giovanna e delle sue prime esperienze sentimentali e sessuali che si scontrano con il mondo ipocrita e bigotto degli adulti. L’opera pubblicata da E/O è un ritratto potente e singolare del passaggio di Giovanna dall’infanzia all’adolescenza negli anni ’90. La ricerca di un nuovo volto, dopo quello felice dell’infanzia, oscilla tra due Napoli consanguinee che però si temono e si detestano: la Napoli di sopra, che s’è attribuita una maschera fine, e quella di sotto, che si finge smodata, triviale. Giovanna oscilla tra alto e basso, ora precipitando ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, su o giù, la città pare senza risposta e senza scampo.

Netflix ha annunciato l’arrivo de “La vita bugiarda degli adulti” tramite un video, pubblicato sui propri social. Voce narrante d’eccezione la cantante Emma Marrone, che legge la quarta di copertina del romanzo mentre di sottofondo le parole e le immagini scorrono veloci.

«Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. La frase fu pronunciata sottovoce, nell’appartamento che, appena sposati, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, in cima a San Giacomo dei Capri. Tutto – gli spazi di Napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole – è rimasto fermo. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, senza redenzione».

 

 

 

Articoli correlati

Suburra – La Serie: la terza stagione arriverà su Netflix dal 30 Ottobre

Anna Chiara Delle Donne

Emmy Awards 2020, questa notte su Rai4 in diretta la cerimonia di premiazione delle serie TV più amate

Redazione

La casa di carta: arriva il gioco da tavolo ispirato alla serie Netflix, e la conferma della quinta stagione

Giusy Dente

Lascia un commento