Wondernet Magazine
Cinema

Festival di Cannes 2020, tutti i 56 film in concorso: assente l’Italia

cannes 2020
Thierry Fremaux ha dovuto fare un passo indietro. Al Festival di Cannes è toccata la stessa sorte di moltissimi altri eventi e manifestazioni (del settore cinematografico, di quello sportivo, della moda). L’emergenza sanitaria ne ha reso impossibile lo svolgimento, inizialmente in programma nel mese di marzo, quando si era in piena pandemia.

Si era in un primo momento pensato ad un rinvio a luglio. Ma poi c’è stata la definitiva decisione di rimandare al 2021 il consueto e tradizionale svolgimento. Cannes 2020 dunque sarà un’edizione diversa da tutte le altre. I premi verranno ugualmente assegnati, frutto di un’ardua selezione che ha interessato nel 2067 film, ma la struttura del Festival sarà ovviamente diversa.

Nessun red carpet e nessuna categoria di concorso: un unico elenco, in nome della pura promozione cinematografica e del rilancio del settore.

Alcuni dati

Come già annunciato da Fremaux, Delegato Generale del Festival dal 2001, a differenza della solita selezione ufficiale composta da 60 film, quella del 2020 si compone di soli 56 lungometraggi. Di questi, 15 sono i debutti. Questo considerevole numero di registi emergenti fa ben sperare per il futuro del settore cinematografico, che certamente è in crisi data la situazione attuale. Il Festival è attento a tutelare le donne: infatti delle 532 registe che hanno presentato il loro film alla selezione, 16 sono entrate a farne parte. Sono due in più rispetto all’anno scorso. I film selezionati provengono da 147 Paesi e vedono un forte presenza della Francia. In tutto sono 21 i film  francesi quest’anno nella selezione ufficiale: il numero è in aumento rispetto al triennio precedente.

Mancano nell’elenco alcuni film che ci si sarebbe aspettato di vedere, assenti a causa della loro uscita posticipata (per scelta di autori e produttori) al 2021.

Nel 2019 la Palma d’Oro è stata assegnata all’unanimità al film Parasite, del sudcoreano Bong Joon-ho, che si è poi aggiudicato anche l’Oscar come Miglior Film. Chi si aggiudicherà il prestigioso riconoscimento nell’edizione corrente? Di seguito i film rientrati nella selezione ufficiale del 2020, annunciati da Pierre Lescure (Presidente del Festival de Cannes) e Thierry Frémaux, che ha detto: «Non ci sono sezioni, perché non c’è un festival vero e proprio. C’è un’unica lista, questa».

La selezione ufficiale Cannes 2020

  • The French Dispatch, Wes Anderson
  • Eté 85, François Ozon
  • Asa ga Kuru (True Mothers), Naomi Kawase
  • Lovers Rock, Steve McQueen
  • Mangrove, Steve McQueen
  • Druk, Thomas Vinterberg
  • DNA, Maïwenn
  • Last Words, Jonathan Nossiter
  • Heaven: To The Land of Happiness, Im Sang-soo
  • El olvido que seremos, Fernando Trueba
  • Peninsula, Yeon Sang-ho
  • In the Dusk, Sharunas Bartas
  • Des hommes, Lucas Belvaux
  • The Real Thing, Koji Fukada
  • Passion simple, Danielle Arbid
  • A Good Man, Marie-Castille Mention-Schaar
  • Les Choses qu’on dit, les choses qu’on fait, Emmanuel Mouret
  • Souad, Ayten Amin
  • Limbo, Ben Sharrock
  • Rouge, Farid Bentoumi
  • Sweat, Magnus von Horn
  • Teddy, Ludovic e Zoran Boukherma
  • February, Kamen Kalev
  • Ammonite, Francis Lee
  • Un médecin de nuit, Elie Wajeman
  •  Enfant terrible, Oskar Roehler
  • Nadia, Pascal Plante
  • Here We Are, Nir Bergman
  • Septet: The Story of Hongkong di Ann Hui, Johnnie To, Tsui Hark, Sammo Hung, Yuen Woo-Ping, Patrick Tam e Ringo Lam
  • Falling, Viggo Mortensen
  • Pleasure, Ninja Thyberg
  • Slalom, Charlène Favier
  • Casa de antiguidades, Joao Paulo Miranda Maria
  • Broken Keys, Jimmy Keyrouz
  • Ibrahim, Samir Guesmi
  • Beginning, Dea Kulumbegashvili
  • Gagarine, Fanny Liatard e Jérémy Trouilh
  •  16 printemps, Suzanne Lindon
  • Vaurien, Peter Dourountzis
  • Garçon chiffon, Nicolas Maury
  • Si le vent tombe, Nora Martirosyan
  • John and The Hole, Pascual Sisto
  • Striding into The Wind, Wei Shujun
  • The Death of Cinema and My Father Too, Dani Rosenberg
  • En route pour le milliard, Dieudo Hamadi
  •  The Truffle Hunters, de Michael Dweck, Gregory Kershaw
  • 9 jours à Raqqa, Xavier de Lauzanne
  • Antoinette dans les Cévennes, Caroline Vignal
  • Les Deux Alfred, Bruno Podalydès
  • Un triomphe, Emmanuel Courcol
  • L’Origine du monde, Laurent Lafitte
  • Le Discours, Laurent Tirard
  • Aya to Majo, Goro Miyazaki
  • Flee, Jonas Poher Rasmussen
  • Josep, Aurel
  • Soul, Pete Docter

Articoli correlati

Reese Witherspoon annuncia la reunion con il cast de “La Rivincita delle Bionde”

Manuela Cristiano

Miriam Leone cambia look: bionda sul red carpet di “1994”

Redazione

The Midnight Sky: il nuovo film diretto e interpretato da George Clooney a dicembre su Netflix

Manuela Cristiano

Lascia un commento