Wondernet Magazine
BEAUTY Hair Style

Ferdy’s, il parrucchiere delle dive: «Le clienti ci hanno riempito di messaggi, e alla riapertura hanno chiesto servizi “dalla testa ai piedi”» 

Dopo oltre due mesi di chiusura a causa della pandemia da Covid-19, finalmente lo scorso 18 maggio parrucchieri e saloni di estetica hanno potuto riaprire. Come è stato riprendere il lavoro, e quali sono stati i servizi più richiesti? Abbiamo ascoltato la testimonianza di Ferdy Sorrentino, l’hairstylist delle dive e titolare del salone di bellezza Ferdy’s Hairstyle.

Il Covid-19 ha messo in pausa l’Italia intera e molti settori, tutt’oggi, risentono ancora dei postumi della quarantena e della chiusura forzata. Tra tutti, i professionisti della bellezza hanno richiesto a gran voce la riapertura dei saloni e centri estetici, sostenuti anche dai loro clienti. Prendendo ovviamente le giuste precauzioni sanitarie, dallo scorso 18 Maggio finalmente i cittadini hanno potuto riassaporare un pò di normalità prendessi cura di se stessi. Ma come hanno vissuto tutto ciò i professionisti? Lo abbiamo chiesto a Ferdy Sorrentino alias Ferdy’s, hairstylist ed esperto nel campo dell’estetica.

Classe 1981, oltre ad una ampia formazione a livello internazionale, Ferdy Sorrentino ha collaborato con i più grandi nomi del settore, girando per il Mondo.Tra le manifestazioni internazionali vanta anche la partecipazione a varie edizioni del Festival di Sanremo. Oltre ad essere un esperto della bellezza è prima di tutto un imprenditore. Nel 2013 ha aperto il suo show-room Ferdy’s Hairstyle nella sua città natale, Gragnano (Na), in cui applica tutte le tecniche più moderne e all’avanguardia.

Com’è stato riaprire il tuo salone dopo più di due mesi e riprendere il lavoro, sia a livello umano che professionale?

Non ero mai stato così tanto tempo lontano dal mio lavoro. Chi sceglie questa professione lo fa perché ama curare la bellezza delle persone e al contempo ama contornarsi di persone, per mesi questo non è stato possibile ma ho “lavorato” da casa per tornare al meglio. Ho studiato e mi sono preparato alla nuova realtà. Tornare all’inizio è stato strano, il nostro lavoro si è modificato, abbiamo dovuto rivedere delle cose, forse più a livello organizzativo, visto che usavamo già igienizzanti con presidio medico chirurgico per tutti gli ambienti ed attrezzature. È stato difficile, ma è stata una sfida vinta.

Qual è stata la risposta da parte dei clienti alla riapertura? L’afflusso è stato quello che vi aspettavate?

Devo dire che in questi mesi i nostri clienti sono stati carinissimi, ci hanno riempito di messaggi, sono stati vicini in questo momento, facendoci capire il valore del nostro lavoro.Quindi la ripartenza ce l’aspettavamo bella intensa. A grandi linee è stata così! Forse un po’ di timore lo abbiamo riscontrato, ma il nostro modo di lavorare devo dire che tranquillizza, anzi ha addirittura avvicinato nuovi clienti.

Qual è stato il servizio o il trattamento più richiesto in assoluto dalle donne?

Potrei dire il “colore”, ma non renderei l’idea. Per la ripartenza volevamo portare una novità, quindi abbiamo introdotto delle combo, servizi combinati per ripristinare la bellezza. Protagonista del mondo hair è stata sicuramente la combo dedicata al mondo delle schiaritura. Per l’estetica sono stati molto richiesti per manicure e pedicure. Parecchie clienti ci hanno chiesto, infatti, servizi “dalla testa ai piedi”.

Abbiamo dovuto “arrangiarci” in casa nei mesi scorsi, e ricorrere al fai da te. Quali sono stati i  maggiori danni da quarantena sui capelli?

Beh, una ricrescita ritoccata con tinta troppo scura può voler dire un lavoro molto più lungo, come anche lo è stato ripristinare veils e meches. Fortunatamente avevamo dato consigli in fase di quarantena attraverso alcune dirette social, ma in generale sono state tante le clienti che ci hanno aspettato per evitare di fare “danni”. In ogni caso, niente di irrimediabile.

 

Articoli correlati

Gambe gonfie e pesanti in estate: la dieta e le creme che funzionano

Redazione

Rossetti, le tendenze e i colori per il prossimo autunno-inverno

Redazione Beauty

Blooming Crush by YSL: la nuova collezione si ispira ai fiori tropicali

Giusy Dente

Lascia un commento