Wondernet Magazine
MODA

Jil Sander a Pitti Immagine Uomo: stile minimal e lineare per il menswear Autunno-Inverno 20/21 [PHOTOGALLERY]

Jil Sander è stato il brand Guest Designer di Pitti Immagine Uomo 97.
Lucie e Luke Meier, co-direttori creativi di Jil Sander, hanno presentato la nuova collezione menswear dell’iconica fashion house con un evento speciale a Firenze

La collezione per l’Autunno-Inverno 2020 di Jil Sander ha sfilato ieri in passerella a Pitti Uomo 97. Capi contraddistinti da uno stile minimale, da linee essenziali e asciutte. I colori dominanti sono il nero, il bianco, il panna, il cammello, il biscotto e il verde petrolio. Nonostante la linearità eroo il minimalismo delle forme, la collezione vista a Pitti Uomo è tutt’altro che fredda o banale. Al contrario, riesce a comunicare una grande energia, quasi che spogliandosi del superfluo riesca ad arrivare all’essenza dell’autenticità e dell’eleganza.

“Seguiamo con grande interesse il lavoro che Lucie e Luke Meier stanno facendo con Jil Sander – dice Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi di Pitti Immagine – con una visione della moda molto precisa, dove è chiara la ricerca continua di un equilibrio tra il rispetto dei codici minimalisti, che hanno fatto la storia del brand, e la volontà di emozionare, unito a una grande attenzione ai dettagli. Quando parlano delle loro collezioni è come se descrivessero una personalità, una figura che è sempre complessa e sfaccettata. Il desiderio di creare abiti che durino nel tempo è un approccio che troviamo assolutamente fresco e contemporaneo”.

Chi sono Lucie e Luke Meier

Lucie Meier è nata in Svizzera da madre austriaca e padre tedesco. Dopo aver studiato moda e marketing a Firenze entra a far parte del team di Louis Vuitton sotto la direzione di Marc Jacobs. Successivamente arriva in Balenciaga, sotto la guida di Nicolas Ghesquiére. Viene poi scelta da Raf Simons per fare parte del suo team creativo da Dior nel ruolo di Head Designer delle Collezioni Donna Haute Couture e Ready-to-Wear. Quando Raf Simons lascia la maison francese, viene nominata, assieme a Serge Ruffieux, Co-Creative Director di Dior e segue la realizzazione di 5 collezioni ricoprendo questo ruolo.

Luke Meier è nato in Canada da madre inglese e padre svizzero. Si laurea in finanza e business internazionale all’Università di Georgetown a Washington DC. Continua gli studi di economia all’Università di Oxford, nel Regno Unito. Si trasferisce poi a New York, dove frequenta il FIT e qui incontra James Jebbia. Lavora per 8 anni come Head Designer da Supreme a New York. Successivamente cofonda il suo brand dedicato all’universo maschile OAMC, il quale ad oggi viene distribuito in più di 100 negozi selezionati tra i migliori al mondo.

“Per noi sfilare a Firenze è al tempo stesso un onore e un completamento”, hanno detto i coniugi Meier. “Ci siamo incontrati per la prima volta proprio a Firenze, e non avremmo mai immaginato di tornare qui insieme per un evento di Pitti Uomo. E’ un’opportunità davvero speciale, e non vediamo l’ora di dare il nostro contributo all’eredità creativa della città e di Pitti Uomo”.

Le immagini della collezione Autunno-Inverno 2020/21 a Pitti Uomo

Articoli correlati

I 50 anni di Sportmax in un volume che ne ripercorre la storia attraverso gli scatti dei più importanti fotografi di moda

Redazione Beauty

Sanremo 2021: i look in & out della terza serata del Festival

Paola Pulvirenti

Recycled, la collezione Save The Duck per la Primavera Estate 2020

Redazione

Lascia un commento