Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Emma Corrin nella classifica del The Times delle donne più influenti del 2020

Emma Corrin donna del 2020 secondo The Times
Emma Corrin è eletta da The Times tra le cinquanta donne più influenti del 2020. La Diana di “The Crown” si distinta tra scienziate, politiche, artiste che ispirano, ogni giorno, le persone tramite il loro lavoro.

Tra le donne più influenti del 2020 troviamo Kamala Harris, Lizzo, ma anche Daisy Edgar – Jones, l’attrice  della serie evento Normal People.

Emma Corrin tra le cinquanta donne del 2020 secondo The Times

Dopo aver ricevuto grandi elogi dalla critica con il ruolo della principessa Diana nella quarta stagione di The  Crown, Emma Corrin conquista anche The Times. La rivista l’ha inserita tra le cinquanta donne più influenti del 2020. Nella lista, troviamo anche la vice presidente degli Stati Uniti d’America Kamala Harris, la cantante Lizzo, la tennista Naomi Osaka, la scrittrice e attrice Michaela Coel. Grazie alla recente interpretazione di Lady D, Emma Corrin è diventata una delle attrici giovani più richieste.

Sulla difficoltà di dover costruire il ruolo della principessa Diana, Emma ha più volte dichiarato: «Su Diana si è detto tutto e il contrario di tutto. C’erano fin troppi documentari e fin troppi articoli. Quando ho iniziato a fare alcune ricerche mi sono resa conto che la sua vita era di pubblico dominio. Ma le cose scritte sul suo conto erano per la maggior parte speculazioni che non mi avrebbero aiutata. Ho capito che mi sarei dovuta ancorare al copione e renderla umana, spogliandola delle dicerie e raccontandola come donna e non come leggenda».

Anche Daisy Edgar – Jones di Normal People nella classifica del Times

Emma Corrin donna del 2020 secondo The TimesTra i nomi scelti dal magazine, spicca anche quello della giovane attrice Daisy Edgar-Jones che, come Emma Corrin, ha incantato milioni di spettatori nel mondo. Daisy è stata la protagonista della serie evento Normal People, tratta dal romanzo di Sally Rooney. Da The Times, la Edgar – Jones è stata elogiata per la sua delicata interpretazione di Marianne, un’eroina intensa e danneggiata.

La ventiduenne ha raccontato: «Quando ho letto il libro di Sally Rooney mi sono innamorata di lei. La mia Marianne cerca di essere “normale” ma è piena di difetti, come tutti gli esseri umani. Quello che crede la allontani dalla normalità è ciò che la renda normale».

 

 

 

 

Articoli correlati

Paolo Bonolis in crisi con Mediaset, conduce un nuovo programma su SLD TV

Giusy Dente

Eros Ramazzotti, la conduttrice Rai Roberta Morise è il nuovo amore del cantante

Valentina Turci

“Becoming”: dal 6 maggio su Netflix uno sguardo intimo nella vita di Michelle Obama

Redazione

Lascia un commento