Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Valentino Collezione Milano, il “romanticismo radicale” di Pierpaolo Piccioli

valentino SS21
La sfilata Valentino SS21 è andata in scena per la prima volta a Milano anziché a Parigi. Uno show totalmente innovativo, a partire dalla location: non un elegante palazzo del centro ma una fabbrica dismessa e invasa di fiori. 

Niente super modelle e modelli, ma sessantasei persone prese dalla strada. Donne e uomini veri, di diversa estrazione e provenienza. In passerella sfila l’umanità che incarna il “romanticismo radicale” di Pierpaolo Piccioli e della collezione Valentino SS21.

Questa edizione della Fashion Week milanese continua a sorprendere per le tante innovazioni alle quali stiamo assistendo da parte degli stilisti. Come se la pandemia e l’emergenza sanitaria avessero dato una violenta spallata ad un sistema ormai consolidato e ripetitivo da decenni. Il segnale che arriva da più parti è lo stesso: una volta superata la crisi, si riparte con una visione tutta nuova della moda e del concetto stesso di fashion show. Così abbiamo visto Burberry sfilare in campagna, Versace in un immaginario mondo sottomarino, Giorgio Armani in diretta Tv.

Valentino SS21 Collezione Milano

E Valentino, che sfila per la prima volta a Milano anziché a Parigi, sceglie come location un palazzo del centro ma una fabbrica dismessa e invasa di fiori. In passerella non modelle e modelli, ma sessantasei persone prese dalla strada, ognuna con la sua fisicità e individualità per incarnare il “romanticismo radicale” della collezione Valentino SS21.

La visione individuale di Pierpaolo Piccioli 

Per il direttore creativo della maison, questo ha significato anche «l’opportunità per far vedere Valentino da una prospettiva diversa». Se Valentino è un marchio noto nell’immaginario collettivo, il lavoro come designer di Piccioli «è mostrarlo dal mio punto di vista, mantenere i suoi codici dando loro un nuovo significato», come spiega il creativo. Che per farlo, per presentare la collezione Valentino SS21 ha voluto «lavorare con persone che rappresentano il mondo», scelte attraverso uno street casting, per raccontare  «cosa significa il romanticismo oggi». E non si parla tanto di estetica, quanto di «individualità e libertà di espressione, di un approccio alla vita emozionale e non oggettivo».

I look della collezione Valentino SS21: pizzo da giorno, camicie over e shorts

Questo nuovo romanticismo libero e personale si appropria dei codici espressivi della maison per proporli in modo nuovo, adatto all’oggi. Così il pizzo macramé passa dalla sera al giorno, per T-shirt e ciclista, per uomo e per donna.

Oppure su giacche over portate su camicie altrettanto ampie che sono uguali, persino nella taglia, per lui e per lei, che indossano anche gli stessi shorts.

Articoli correlati

Ermanno Scervino: pizzi, cristalli e nuove proporzioni per la FW21-22

Redazione Moda

Milano Fashion Week Men’s SS22, il calendario definitivo

Redazione Moda

Pitti Connect: nasce la piattaforma digitale di Pitti Immagine

Redazione

Lascia un commento