Wondernet Magazine
Cinema

Roma Film Fest 18: Paola Cortellesi debutta alla regia con “C’è ancora domani”

Uscirà nelle sale cinematografiche il 26 ottobre “C’è ancora un domani”, diretto da Paola Cortellesi che interpreta anche Delia, la protagonista del film. La storia si svolge a Roma nella seconda metà degli anni Quaranta, tra la miseria e le speranze dopo la fine della guerra. E, come dice Paola Cortellesi, “racconta le imprese straordinarie delle tante donne qualunque che hanno costruito, ignare, il nostro paese”

Dopo quasi trent’anni di carriera costruita partendo dal teatro e passando poi al cinema e alla TV, Paola Cortellesi debutta alla regia con “C’è ancora domani”, un film girato in bianco e nero e presentato alla Festa del Cinema di Roma 2023. Vincitrice di numerosi premi tra i quali un David di Donatello, quattro Nastri d’Argento, un Globo d’oro e quest’anno del Premio Flaiano, Paola Cortellesi dice che l’idea del film è nata leggendo con sua figlia un libro per bambine sulla storia dei diritti delle donne. E aggiunge che questo suo primo film è stato possibile grazie alla fiducia.

Quella dei produttori, Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa. Dei suoi colleghi Valerio Mastandrea, Giorgio Colangeli e Vinicio Marchioni. E anche alla bravura e alle doti recitative della giovane Romana Maggiora Vergano, che nel film interpreta sua figlia Marcella. «Con “C’è ancora domani” ho voluto raccontare le imprese straordinarie delle tante donne qualunque che hanno costruito, ignare, il nostro paese», dice Paola Cortellesi. «Delia è le nostre nonne e bisnonne. Chissà se abbiano mai intravisto un “domani”. Per Delia un domani c’è. È un lunedì, ed è l’ultimo giorno utile per cominciare a costruire una vita migliore».   

"C'è ancora domani", trailer cast e sinossi del film di Paola Cortellesi

“C’è ancora domani”, la sinossi del film di Paola Cortellesi

Delia (Paola Cortellesi) è la moglie di Ivano, la madre di tre figli. Moglie, madre. Questi sono i ruoli che la definiscono e questo le basta. Siamo nella seconda metà degli anni 40 e questa famiglia qualunque vive in una Roma divisa tra la spinta positiva della liberazione e le miserie della guerra da poco alle spalle. Ivano (Valerio Mastandrea) è capo supremo e padrone della famiglia, lavora duro per portare i pochi soldi a casa e non perde occasione di sottolinearlo, a volte con toni sprezzanti, altre, direttamente con la cinghia. Ha rispetto solo per quella canaglia di suo padre, il Sor Ottorino (Giorgio Colangeli), un vecchio livoroso e dispotico di cui Delia è a tutti gli effetti la badante.

"C'è ancora domani", trailer cast e sinossi del film di Paola Cortellesi

L’unico sollievo di Delia è l’amica Marisa (Emanuela Fanelli), con cui condivide momenti di leggerezza e qualche intima confidenza. È primavera e tutta la famiglia è in fermento per l’imminente fidanzamento dell’amata primogenita Marcella (Romana Maggiora Vergano), che, dal canto suo, spera solo di sposarsi in fretta con un bravo ragazzo di ceto borghese, Giulio (Francesco Centorame), e liberarsi finalmente di quella famiglia imbarazzante. Anche Delia non chiede altro, accetta la vita che le è toccata e un buon matrimonio per la figlia è tutto ciò a cui aspiri. L’arrivo di una lettera misteriosa però, le accenderà il coraggio per rovesciare i piani prestabiliti e immaginare un futuro migliore, non solo per lei.

"C'è ancora domani", trailer cast e sinossi del film di Paola Cortellesi

Paola Cortellesi racconta come è nato il film

Come è nata l’idea del film e che cosa ti stava a cuore raccontare?

È nata dalla voglia di raccontare le storie delle persone che hanno vissuto nell’immediato secondo dopoguerra, storie che ho appreso dai racconti dai veterani della mia famiglia: le nonne, ma anche le zie, i miei genitori. In quei racconti c’erano gioie e dolori delle vite che avevano incrociato: i parenti, i vicini di casa, le comari nel cortile, i bambini in strada. Storie drammatiche, divertenti, paradossali, a volte tragiche. In ognuna di esse c’erano donne comuni che avevano accettato una vita di prevaricazioni perché così doveva essere, senza porsi domande. Desideravo raccontare questa disillusione – in un’epoca in cui i diritti femminili erano pressoché inesistenti- e insieme la nascita di una consapevolezza, un germe spontaneo, nella vita di una donna qualunque. Insieme a Giulia Calenda e Furio Andreotti, abbiamo immaginato la storia di una donna comune di quell’epoca.

"C'è ancora domani", trailer cast e sinossi del film di Paola Cortellesi

Come e perché hai scelto i tuoi attori, che cosa hai trovato in ognuno di loro che ti ha convinto a scritturarli?

Valerio, Giorgio, Emanuela, Vinicio, sono attori straordinari con cui tutti vogliono lavorare, quindi piuttosto che spiegare perchè li ho chiamati mi sentirei di ringraziarli per aver accettato di essere nel mio film! Grazie alle brillanti proposte delle casting Laura Muccino e Sara Casani poi ho potuto conoscere i giovanissimi Romana Maggiora Vergano (la figlia Marcella) e Francesco Centorame (il suo fidanzato Giulio). Sono stata folgorata dai loro provini e dalle loro sbalorditive doti attoriali. Hanno entrambi una preparazione eccellente e in più hanno un talento e una sensibilità fuori dal comune.

Articoli correlati

Stefano Accorsi, testimonial triennale per Città d’Arte e Cineturismo, racconta la sua Emilia-Romagna

Addio a Jean-Luc Godard: morto a 91 anni il regista francese della Nouvelle Vague

Redazione

Cannes 2022, oggi il debutto di “Nostalgia” con Pierfrancesco Favino

Redazione

Lascia un commento