Wondernet Magazine
EVENTI

“Cosa sarà” di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart sarà il film di chiusura della Festa del Cinema di Roma

cosa sarà
Dal 15 al 25 ottobre 2020 l’Auditorium Parco della Musica ospiterà la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, appuntamento fisso che di anno in anno porta nella Capitale il meglio del panorama cinematografico internazionale.

Quest’anno la manifestazione ha rischiato l’annullamento, causa Covid, come successo a diversi altri eventi rinomati, che hanno dovuto rinunciare al consueto svolgimento. Ma alla fine si è deciso di allestirla ugualmente, anche se sicuramente ci saranno cambiamenti a livello organizzativo, per garantire la massima sicurezza di tutti i partecipanti: ospiti, pubblico, addetti ai lavori. La Festa del Cinema di Roma rientra nell’ambito di Romarama, il programma di eventi culturali promosso da Roma Capitale. Tra i tanti film in anteprima, anche Cosa sarà di Francesco Bruni.

Cosa sarà a RomaFF15

cosa sarà
Photo Credits: Instagram @francescobruni61

Cosa sarà di Francesco Bruni è stato eletto film di chiusura della manifestazione, come annunciato dal Direttore Artistico Antonio Monda.

Già sceneggiatore di Ovosodo, La prima cosa bella, Il capitale umano e regista di Scialla! (Stai sereno), Noi 4 e Tutto quello che vuoi, Francesco Bruni nella sua carriera vanta un Nastro d’Argento e cinque David di Donatello. Inoltre dal 1999 ad oggi è stato lui ad adattare per la tv i romanzi della serie Commissario Montalbano di Andrea Camilleri.

Il cineasta romano nel suo ultimo lavoro racconta la storia di Bruno, un regista dalla vita e dalla carriera modeste, alle prese con la separazione dalla moglie Anna, madre dei suoi due figli adolescenti Adele e Tito. Sarà un grave problema di salute a fargli rivalutare i legami familiari, in particolare il rapporto con suo padre Umberto, che gli rivelerà un segreto importante e decisivo per la sua vita

Il film, prodotto da Palomar e Vision Distribution, vede Kim Rossi Stuart protagonista. Nel cast anche Barbara Ronchi (Non sono un assassino, Fai bei sogni, Padrenostro) e Lorenza Indovina (Forever Young, Qualunquemente, Il passato è una terra straniera). L’uscita nelle sale era prevista proprio a marzo, ma è stata rinviata a causa della pandemia al 29 ottobre.

Il commento

francesco bruni
Photo Credits: Instagram @francescobruni61

La notizia dell‘anteprima alla Festa del Cinema di Roma, il 24 ottobre, è stata data dal regista su Instagram. Bruni ha commentato: «Ringrazio Antonio Monda ed il suo comitato di selezione che ci hanno garantito una cornice così prestigiosa per il nostro debutto. Sono felice di poterlo portare in sala (fatti i debiti scongiuri) per i tanti amici esercenti che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare in questi ultimi anni. Ringrazio di cuore tutte ma proprio tutte le persone che hanno lavorato in produzione, sul set ed in post-produzione, che hanno contribuito con il loro affetto, il loro impegno ed i loro cento differenti talenti a rendere il film quello che è. Da soli non si va da nessuna parte».

Articoli correlati

“Vieni a cena da Cracco”, il charity dinner dello Chef stellato per raccogliere fondi a favore di SOS Villaggi dei Bambini  

Redazione

Renée Zellweger vince l’Oscar con “Judy” e dedica il premio alla Garland:  «Questo è per te» 

Laura Saltari

Il New York Film Festival 2020 si svolgerà nei drive-in: per l’Italia “Notturno” di Gianfranco Rosi

Redazione

Lascia un commento