Wondernet Magazine
MODA

Louis Vuitton: la sfilata Cruise 2023, nomade e futuristica

louis vuitton cruise 2023 sfilata
Nel cuore della West Coast, al Salk Institute di San Diego, Louis Vuitton ha portato in scena al tramonto la sfilata Cruise 2023 di Nicolas Ghesquière!

Dopo Chanel, che ha presentato la Cruise 2023 su una spiaggia di Monte-Carlo la scorsa settimana, Louis Vuitton invece ieri ha scelto a San Diego nel cuore della West Coast per la sua presentazione. La maison francese dunque ha presentato la sua collezione crociera al Salk Institute for Biological Studies in California.

Qui il direttore creativo Nicolas Ghesquière ha continuato la sua tradizione di allestire le Cruise Louis Vuitton in alcune delle strutture architettoniche più straordinarie del mondo. Tra le architetture brutaliste progettate da Louis Kahn è andata in scena al tramonto la spettacolare e magica sfilata Cruise 2023. In prima fila naturalmente solo super celebrity come l’attrice Lea Seydoux, la super modella Miranda Kerr, Gemma Chan, Emma Roberts e l’immancabile direttrice vice presidente di Vuitton Delphine Arnault.

Louis Vuitton, la sfilata Cruise 2023 nel tramonto di San Diego

Louis Vuitton Cruise 2023

La sfilata di Louis Vuitton per la Cruise 2023 è un racconto quasi cinematografico di un futuro incerto ma anche dell’ottimismo che pervade l’indole umana, attraverso una collezione nomade che ricorda una donna guerriera alla Mad Max. Dunque una donna eroica, che assomiglia a una guerriera del futuro! 

In passerella la cantante Lous and the Yakuza, volto iconico della maison, ha indossato un abito scenografico e sensuale con balze voluminose e drappeggi scultorei. Seguono look importanti come pettorine squadrate con applicazioni metalliche, abiti foulard con intersezioni a tuttotondo, crop top e cross bra indossati con gonne scomposte. Cappe austere rigide come armature, top a scudo e giacche frangiate impostate con strutture concave e convesse. La vera sorpresa? I materiali. Ovvero pvc, vinili, pelle scintillante, placchette specchiate, paillettes sovrapposte e lurex riflettenti quasi metallici. Ai piedi, come vuole la moda nomade, solo boot e sneaker con decori a catena. Una collezione dall’approccio futuristico!

Articoli correlati

Clare Waight Keller, creatrice dell’abito da sposa di Meghan, lascia la direzione artistica di Givenchy

Redazione

Romeo Beckham è il nuovo testimonial degli scarpini Future Z di Puma

Paola Pulvirenti

Irina Shayk e Gigi Hadid di nuovo insieme nella campagna A/I di Burberry

Redazione Moda

Lascia un commento