Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Louis Vuitton, la sfilata FW22 al Musée d’Orsay è un viaggio nell’adolescenza della Gen Z

Louis Vuitton, la sfilata FW22 al Musée d'Orsay
Louis Vuitton ha svelato la FW22 di Nicolas Ghesquière al Musée d’Orsay durante la Parigi Fashion Week come un viaggio nel tempo dell’adolescenza della Gen Z!

Per la prima volta lo show donna Louis Vuitton FW22 è andato in scena al Musée d’Orsay. Oltre ad aver abbandonato la storica location del Museo del Louvre, Nicolas Ghesquière ha svelato le sue creazioni in sale circondate da opere d’arte ispirate alla bellezza e alla potenza giovanile. Il mood? Quello della fantasia adolescenziale, una certa idea stilistica dell’adolescenza.

Una sorta di viaggio nel tempo dell’adolescenza della Gen Z. Proprio come ha rivelato lo stesso Ghesquière: «Vorrei che la gente percepisse che si tratta di una collezione senza costrizioni, che si concentra sulla libertà di movimento, sulla facilità e sul comfort totale, anche se comporta un lavoro molto meticoloso in termini di materiali e di ibridazione degli abiti. Come se gli abiti fossero nati completamente formati. Istintivamente».

Louis Vuitton, la sfilata FW22 al Musée d'Orsay
Nicolas Ghesquière in passerella al termine della sfilata Louis Vuitton FW22

Louis Vuitton, la sfilata FW22

Lo show Louis Vuitton FW22 si è aperto con la global ambassador della maison ovvero la star di Squid Games Jung Ho-Yeon. A seguire una serie di look sartoriali con tanto di cravatta annodata, capispalla oversize, silhouette strutturate a clessidra e altre studiate con astute sovrapposizioni. 

Le frange delle sciarpe si chiudono ad occhiello, i top e le gonne sono foulard che lasciano lunghi lembi appesi, i maglioni con gli jacquard a rose sono annodati sui fianchi, i kilt si abbinano a qualsiasi cosa anche ai pantaloni. Non mancano poi influenze del guardaroba maschile. Abiti con un’anima bold indossati sopra a dolcevita in lana, completi da college indossati con cappotti extra, giacche di pelle avvolgenti e vestiti in cui le stampe si mescolano a cuciture e fili lasciati a vivo. Maglioni in knitwear con logo ben in vista, bluse con strascichi sui lati e polo oversize che riportano immagini di adolescenti. Ad arricchire la collezione gli accessori, le borse e macro gioielli di design. Tutto molto grunge 3.0. per gli adolescenti della Gen Z!

Articoli correlati

Elisabetta Franchi sfila su Real Time: tutti in prima fila il 28 febbraio!

Paola Pulvirenti

Etro: la SS22 sfila tra i binari dello scalo Farini e omaggia Franco Battiato

Paola Pulvirenti

Fendi cambia idea e conferma la sua presenza alla Milano Fashion Week di settembre

Redazione

Lascia un commento