Wondernet Magazine
MODA

L’Estate 2020 di Patrizia Pepe è hippie gipsy: memorie Sixties e Seventies, riviste e rese contemporanee

Patrizia pepe
Con l’arrivo delle prime giornate di luglio ci prepariamo a conquistare un’estate molto desiderata. I primi spiragli di vacanze portano con loro una dimenticata voglia di sperimentare nuovi look e nuove tendenze in città, al mare come in montagna.

Il brand fiorentino Patrizia Pepe è un punto di riferimento per tutti coloro che amano vestire in modo curato, puntando su dettagli di grande effetto e su un design di tendenza. La maestria sartoriale italiana viene declinata in chiave easy-chic.

L’Estate 2020 di Patrizia Pepe è hippie gipsy

La collezione Estate 2020 muove da una nostalgia irrefrenabile dell’Age of Aquarius, della sua leggerezza, dei suoi sogni utopici e delle sue speranze. Memorie a cavallo tra Sixties e Seventies, riviste e rese più contemporanee. Per uno stile all’insegna della libertà abiti sottoveste e caftani – anche asimmetrici – taglio longuette e micro sfumature in blu. Le mules in tutte le sue forme si confermano scarpe cult dell’estate, perfette quelle in raffia dai colori brillanti, si abbinano a tutto, in città così come in vacanza.

Articoli correlati

Recycled, la collezione Save The Duck per la Primavera Estate 2020

Redazione

MSTZ: una collezione young ispirata ai costumi della sit-com “The Nanny” e al panorama “street”, con dettagli ultra femminili

Redazione Moda

Pizzo sangallo: il fascino retrò e delicato di capi candidi e ricamati come i corredi delle nonne

Valentina Turci

Lascia un commento