Wondernet Magazine
MODA

Patrizia Pepe: la collezione Autunno Inverno 2020/21 presentata alla Milano Fashion Week

Patrizia Pepe presenta la nuova collezione AI 20-21 ricreando le atmosfere eclettiche e vibranti di Londra, raccontata per l’occasione attraverso sette ambientazioni che rappresentano altrettanti guardaroba pensati per una donna consapevole e sensuale, che vive la città con spirito dinamico e irriverente. 

All’interno del Brera Site di Milano, i nuovi look Patrizia Pepe prendono vita in un percorso immersivo e interattivo che riflette lo stile del brand attraverso ritmi differenti e scenari iconici in continuo movimento tra il daywear e l’eveningwear. 

Sette quartieri londinesi sono i set di altrettante ispirazioni

Sette quartieri. Sette allestimenti creativi. Sette ispirazioni per sette drop stagionali, caratterizzati da silhouette contemporanee, tessuti preziosi e stampe ipermoderne.
London Tribe e le luci al neon tra dragoni tattoo e dettagli rock. Soft Indus’ e l’equilibrio tra design urbano e attitudine naturale. Emo Cottage e la morbidezza del velluto unito alle esplosioni floreali. China Girl e il mix accattivante tra futurismo, accenti Eighties e video games. Virtual Piccadilly e la connessione inattesa tra l’analogico e il digitale. Crystal Palace e il tocco lussuoso delle superfici specchiate e cristallizzate. Tate Modern Garden e le proiezioni di fiori artistici ma artificiali in un limbo notturno e surreale. 

 È un’ anima rock quella che esplode nella collezione autunno-inverno di Patrizia Pepe,tra dragoni tatoo, borse rigide in pelle marchiate dal brand della mosca. Velluto e stampe floreali, le stesse indossate da questa esile donna che si concede alla curiosità del pubblico e della stampa nel suo press-show, gentile e decisa.

“Londra è adatta a rappresentare la mia donna eclettica”, dice Patrizia Pepe

“È ovviamente una collezione ispirata dalla mia vita personale. Amo la musica rock e di conseguenza anche Londra, per questo l’ho fatta confluire nella mia nuova collezione”. Ci sono accenni di futurismo, richiami agli anni’80 e ai video-games per parlare della sua donna, dal doppio sguardo, che guarda al passato e al futuro,  sempre in marcia a ritmo rock, con passo svelto. “Londra fa spesso parte delle mie collezioni” dice la stilista toscana, “mi ci sono spesso ispirata, e trovavo fosse adatta con i suoi quartieri a rappresentare la mia donna eclettica, nei suoi diversi guardaroba

Crystal Palace per decorare la versione serale di una Patrizia Pepe elegante, con cuissardes di metallo argentati, quasi lunari e aggressivi che si declinano con lievezza al fascino romantico degli abiti trasparenti dei cristalli specchiati. E poi, tra queste anime, c’è quella della Londra dandy con dentro completi british a quadrettoni che non stride con un’anima floreale orientale. Quell’anima che si allarga sui capispalla oversize a ricordare le tuniche di una geisha, che si stringe in una femminilità esibita da abiti super stretch dai colori speziati.

Questa è Patrizia Pepe, dolce, ma grintosa, anche nelle calzature urban biker con suola combat, nelle pump decorate e in quei cuissardes che potrebbero permetterle di approdare su un suolo lunare, se ne avesse voglia. 

I nuovi completi nei tessuti check tipicamente british si alternano al taglio essenziale dei cappotti e dei tailleur nelle monocromie pure e naturali. Le stampe flower dal gusto pittorico sbocciano sui capispalla over e sugli abiti super stretch. Colori speziati, trasparenze sottili e ricami di paillette scintillanti esaltano la femminilità con un’attitudine audace e seduttiva. 

. 

Articoli correlati

Morfosis, la collezione invernale della designer Alessandra Cappiello

Redazione

Iris Apfel X H&M: la capsule collection per i 100 anni dell’icona della moda

Eleonora Gandaglia

Save The Duck scende in campo per l’Australia: devoluti 100.000 euro a Wires Emergency Fund

Redazione

Lascia un commento