Wondernet Magazine
MODA

Kenzo, la prima capsule collection firmata dal nuovo direttore creativo Nigo

Kenzo, la prima capsule disegnata da Nigo
Kenzo ha lanciato la prima di una serie di capsule collection in edizione limitata disegnata da Nigo. Il designer attinge all’heritage della maison e del suo fondatore, e lo rivisita con il suo approccio urban e genderless 

Dopo aver presentato alla Paris Fashion Week la sua prima  collezione, quella per l’Autunno/Inverno 2022, Kenzo lancia una capsule collection in edizione limitata disegnata da Nigo, che verrà seguita da tre ulteriori uscite.

In omaggio a Kenzo Takada, ognuna delle tre capsule si basa sull’idea degli elementi naturali chiave legati allo spirito del fondatore.

Kenzo, la capsule Primavera/Estate 2022 disegnata da Nigo e ispirata al boke

Per la prima, Nigo prende spunto dal boke, un fiore giapponese che sboccia a febbraio. È il disegno di un boke rosso, con l’aggiunta del nuovo logo Kenzo creato da Nigo, ad adornare i cinque capi genderless della capsule collection.

Il fiore è stampato su un giubbino blu navy in pile, su felpe girocollo, su un cardigan in jersey e su una t-shirt a manica lunga. Nella capsule anche una felpa hoodie oversize, un paio di pantaloni cargo ispirati all’abbigliamento Gurkha e una gonna cargo in twill di cotone lavato giapponese. Nella collezione, infine, una coperta bianca, anche questa con il logo con il boke. La scelta del colore è simbolica: richiama l’immagine di una pagina tutta da scrivere, quella dell’avventura del musicista, dee-jay e stilista Nigo, chiamato da LVMH ad assumere il ruolo di direttore creativo della maison dopo la scomparsa di Kenzo Takada nel settembre del 2021.

Articoli correlati

Antonia Sautter con i suoi abiti porta la magia del Carnevale di Venezia ai Mondiali di sci di Cortina

Paola Pulvirenti

Pauline Ducruet, la figlia di Stéphanie Di Monaco e la sua moda no-gender

Camilla Di Spirito

Fiskars by Maria Korkeila, a Pitti Uomo la prima collezione di abbigliamento e accessori per il giardino

Redazione

Lascia un commento