Wondernet Magazine
LIBRI

“L’ineffabile sapore della dignità”, il libro di Anna Giacontieri Mele candidato al Premio Campiello 2021

Anna Giacontieri Mele, il romanzo candidato al Campiello 2021
È disponibile in libreria e negli store digitali “L’ineffabile sapore della dignità”, il terzo romanzo di Anna (Susanna) Giancontieri Mele pubblicato da Pegasus Edition. Il romanzo è candidato al Premio Campiello 2021.

Nata a Castelvetrano (Trapani) ma residente da anni a Genova, Anna Giacontieri Mele prima di dedicarsi alla scrittura ha svolto diversi incarichi nell’ambito dell’insegnamento e della cultura. È stata tra l’altro docente di Matematica e Scienze e  responsabile dell’Ufficio Prevenzione delle Tossicodipendenze presso il il Provveditorato agli Studi di Genova. Molto attiva anche nelle attività di volontariato, nel 2004 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Con “L’ineffabile sapore della dignità” Anna Giacontieri Mele desidera trasmettere ai lettori un messaggio forte e incisivo: «Viviamo in un mondo in cui ciascuno si sente in grado di giudicare, ma non si può esercitare la facoltà di giudizio senza capire, e non si può capire se non si prova».

“L’ineffabile sapore della dignità”, candidato al Premio Campiello 2021

Appassionata di composizione poetica e di narrativa, ha partecipato ad alcuni concorsi  conseguendo prestigiosi riconoscimenti. Ha già pubblicato due romanzi: “Un mattino di Luglio” MEF (2009) – pubblicato con pseudonimo, “Candidato a sindaco” edito da Pegasus Edition. Poche settimane fa, sempre per Pegasus Edition, è uscito il suo terzo romanzo “L’ineffabile sapore della dignità”, candidato al Premio Campiello 2021.

Anna Giacontieri Mele, il romanzo candidato al Campiello 2021

«Partecipare al Premio Campiello è prestigioso. Arrivare fra i primi cinque sarebbe il riconoscimento della bontà del mio lavoro e dell’egregio supporto dell’Editore che si è fatto, senza risparmio alcuno, parte attiva in prima persona», commenta la scrittrice.

 Il libro offre più spunti di riflessione. Tra questi, l’appiattimento del rapporto coniugale con spesso inevitabile evasione verso nuove conoscenze, magari inconsistenti quali sono quelle via internet. Il pregiudizio nei confronti di tutto ciò che non si conosce, come l’omosessualità, che nel romanzo è il tema principale attorno a cui ruota tutta la storia. Il rapporto genitori-figli, i timori e le insicurezze di coloro che si avvicinano per la prima volta alla scrittura creativa.

Anna Giacontieri Mele, il romanzo candidato al Campiello 2021

La sinossi del romanzo di Anna Giacontieri Mele

Denise è una donna colta e raffinata che divide la sua vita tra la famiglia e la passione per la scrittura. La sua esistenza viene sconvolta quando uno dei suoi due figli, Carlo, si innamora perdutamente di Maria, donna particolarmente sensuale ed attraente. La scoperta che fino a poco tempo prima in realtà lei fosse stata un uomo è qualcosa di fortemente imbarazzante per le logiche di una famiglia classico-borghese.

Le diatribe in seno al nucleo familiare, le angosce e i sensi di colpa verso quel figlio che non riescono a comprendere, portano ad un appiattimento della vita coniugale della protagonista che sviluppa nel contempo un crescente desiderio di evasione.

Articoli correlati

“Sanpietrino e il segreto della Valle Oscura”, il nuovo fantasy di Luisella Traversi Guerra

Redazione

“Una terra promessa”, il libro dove Barack Obama racconta i suoi otto anni come presidente USA

Laura Saltari

“La vera storia di Martia Basile”, il romanzo del giornalista Maurizio Ponticello

Redazione

Lascia un commento