Wondernet Magazine
Serie TV

“Sex and the City” senza Kim Cattrall: ecco come HBO giustifica l’assenza di Samantha

Sex and the City, il revival senza Samantha
In una recente intervista, i produttori del revival di “Sex and the City” parlano della trama e spiegano come sarà affrontata l’assenza del personaggio di Samantha Jones, ruolo dell’attrice Kim Cattrall.

I lavori per l’attesissimo sequel di “Sex and the City” procedono e i produttori si apprestano a dar vita alla storia. Il remake della serie cult degli anni ’90 sarà prodotto da HBO e riporta in vita l’universo più glamour e pieno di lustrini della televisione. La storia, però, presenterà anche tante novità e una di queste riguarda l’assenza di una delle quattro fashion protagoniste.

“Sex and the City”, l’assenza di Samantha nel revival

Dopo decenni, le protagoniste di “Sex and the City” tornano a calcare le strade di New York con il loro tacco 12 nel revival. Un atteso rifacimento della serie che ha appassionato l’intero pubblico femminile negli anni ’90. Un successo replicato sul grande schermo, con la breve saga cinematografica. Adesso, nuove e patinate avventure attendono le protagoniste. Tuttavia, non tutte torneranno sul set.Sex and the City, com'è il revival senza Samantha

Già nelle scorse settimane, è stata annunciata l’assenza di Samantha Jones nella nuova trama. Il personaggio dell’attrice Kim Cattrall non ci sarà perché, secondo alcune indiscrezioni, l’interprete stessa non sarebbe intenzionata a partecipare il progetto. Quel che è certo è che i produttori dovranno giustificare in qualche modo l’assenza di questa bionda protagonista.

In un’intervista per TVLine, Casey Bloys, componente del team di HBO, ha dichiarato: «Proprio come nella vita reale, le persone entrano nella vita di ognuno, mentre altre se ne vanno. Le amicizie svaniscono e ne iniziano di nuove. Quindi, penso che sia tutto molto indicativo delle vere fasi della vita. Stanno cercando di raccontare una storia reale sull’essere una donna sulla cinquantina a New York. Dovrebbe sembrare tutto in qualche modo organico e gli amici che hai quando hai 30 anni, potresti non averli quando ne hai 50».

Sex and the City, com'è il revival senza Samantha

La trama non sarà un ritorno al passato

Questa nuova serie di “Sex and the City” sarà un revival a tutti gli effetti. Per tanto, non sarà una nuova versione della storia che ha animato la serie negli anni ’90. I nuovi episodi daranno vita a una nuova trama. Quindi, le protagoniste tornano sul set da 50enni e non da 30enni, come lo erano nelle prime stagioni. A tal proposito, Casey Bloys ha chiarito: «Non stanno cercando di dire che questi personaggi devono rivivere i loro 30 anni. È, soprattutto, una storia di donne sulla cinquantina, che hanno a che fare con cose che riguardano le persone che hanno cinquant’anni».

La trama del revival di “Sex and the City” parte da una storia creata a quattro mani, alla quale hanno lavorato lo scrittore Michael Patrick King e Sarah Jessica Parker. Quest’ultima torna anche sul set, riprendendo il ruolo di Carrie Bradshaw. Accanto a lei anche Cynthia Nixon, nei panni di Miranda, e Kristin Davis, come Charlotte. A proposito della trama, Bloys ha aggiunto: «Non vogliono raccontare una storia con scrittori o un cast completamente bianco. Ciò non riflette New York. Quindi sono molto, molto consapevoli di capire che la città deve riflettere il modo in cui New York appare oggi».

Articoli correlati

Le serie Netflix più attese del 2021: le novità e i ritorni dell’intrattenimento sulla piattaforma di streaming

Daniela Giannace

“Friends”: a marzo riprendono le riprese della reunion, parola di Matthew Perry

Valentina Turci

“Speravo de morì prima”: il trailer ufficiale della serie, dal 19 marzo su Sky

Redazione

Lascia un commento