Wondernet Magazine
Viaggi

Settembre, la stagione della vendemmia e di una vacanza in vigna

Settembre è il mese più adatto per trascorrere un weekend o una vacanza nei pressi di un vigneto. Si può passeggiare all’aria aperta tra i filari, respirando i profumi le colline, e godere di degustazioni di calici da intenditori.

La vacanza in vigna è un modo di viaggiare che unisce gastronomia, turismo sostenibile ed esperienze autentiche. È sempre più amato dai millennials, oltre che dai cultori del vino e da coloro che apprezzano le meraviglie della natura. Ecco alcune strutture, dalle suites extra-lusso ai masi contadini, dove immergersi nel vigneto e trascorrere una vacanza in vigna.

Le terrazze nella vigna di Kranebitt (BZ)

Uno dei luoghi dove trascorrere una vacanza in vigna è Kranebitt (BZ), sulle colline di Bressanone. Qui la famiglia Haller ha trasformato il maso dei nonni in una struttura all’avanguardia dove l’esperienza nel vigneto è continua. Le 25 camere di Haller Suites & Restaurant sono inserite in un’architettura di tre piani a terrazzamenti in legno di larice ed ampie vetrate, per vivere l’immersione nella vigna dentro e fuori. Un luogo dove scoprire i segreti della vite, partecipare ad esclusive degustazioni in cantina. Si possono assaporare prestigiose bottiglie di Kerner, vino tipico della Valle Isarco, e di Veltliner, Sylvaner, Riesling e Müller Thurgau, con i consigli della giovane sommelier Teresa.

Calici da abbinare ai piatti d’autore dei maestri di cucina Levin e Simon, artisti della gastronomia del ristorante AO. Per trascorrere una vacanza in vigna l’heller propone “Dormire nel vigneto”, 3 notti in Suite Terrazza, colazione, 3 cene con menu di 4 portate e abbinamenti vini, degustazioni in vigna e visita in cantina, la BrixenCard, sono a partire da 490 euro a persona. Info: www.byhaller.com/it/

vacanza in vigna
L’esterno dell’Haller Suites and Restaurant -Photo Credit: Oliver Jaist

 

Le due suite nel Maso del vigneto di 800 anni

Due suite esclusive, dove il design incontra la storia, in un’azienda vinicola che da 800 anni è immersa tra vigne e uve. Le antiche mura del Maso Grottner del Romantik Hotel Turm prestigioso 5 stelle di Fiè allo Sciliar (BZ) del nuovo marchio di lusso Pearls by Romantik, sono il luogo ideale per una vacanza in vigna. Raccontano della passione per il vino della famiglia Pramstrahler. Con l’aiuto del famoso vignaiolo Markus Prackwieser qui si producono vini eccellenti. I loro nomi richiamano mitici volatili, come il Pinot bianco Pica, il Gewürztraminer Tetrix, il Sauvignon Bubo e il Pinot nero Corax. Le viti crescono tra i 450 e i 600 metri in un microclima inconsueto ad un passo dalle Dolomiti, dando origine a vini complessi dalle note vivaci e minerali.

vacanza in vigna
Una delle suites del Romantik Hotel Turm – Maso Grottner

L’emozione di soggiornare al Maso Grottner, circondati dallo storico vigneto, passa per ambienti raffinati con pavimenti bianchi in quarzite argentea e una vasca da bagno freestanding ricavata in un’antica botte. Suite intime e spaziose, rifugio perfetto per le coppie alla ricerca di un’esperienza unica. Con la proposta “Maso Grottner da conoscere”, 2 notti al Romantik Hotel Turm più 2 notti in una suite di design del maso, 3 giorni in mezza pensione e una serata romantica finale con menu di degustazione di 5 portate con vini abbinati, a partire da 799 euro a persona. Info: www.romantikhotels.com

Monna Caterina Wine Resort, nei luoghi di Leonardo

Nella nota località di Vinci, sul poggio prospiciente il borgo medievale dal quale si gode con una panoramica unica, è stato appena inaugurato il Monna Caterina Wine Resort, un luogo di cultura, di relax, di delizia degli occhi e del palato.

L’antico casolare che nella metà del ‘400 fu l’abitazione della madre di Leonardo da Vinci, appunto Caterina, si trova sulla via che di lei porta ancora il nome e che conduce alla vecchia chiesa di San Pantaleo, immersa come allora in una florida campagna, ricca di vigneti e uliveti che da sempre sono la testimonianza del lavoro dell’uomo su queste terre. Questi sono gli stessi paesaggi su cui il genio di Leonardo ha potuto posare lo sguardo per nutrirsi di bellezza. Un luogo davvero speciale dove trascorrere una vacanza in vigna.

vacanza in vigna
Una stanza del Monna Caterina Wine Resort

Il resort offre camere di grande charme

Le stanze del Monna Caterina Wine Resort sono arredate con una costante interazione tra Design e Country. L’unicità dell’antico fabbricato rurale viene rispettata, ma resa moderna con numerosi inserimenti di complementi d’arredo trai più contemporanei.

L’uva e i masi Gallo Rosso 

Osterie e masi Gallo Rosso offrono due tipi di esperienze rispetto al vino e all’uva. Nelle prime, gli ospiti possono bere il nettare prelibato insieme ai piatti tradizionali altoatesini, concedendosi un momento dedicato esclusivamente al piacere del palato. L’osteria contadina Gallo Rosso Griesserhof a Varna, ad esempio, è un Buschenschank. Offre  però anche l’ospitalità, ed oltre a gustare ottimi vini come il Sylvaner ’19 e il Gewürztraminer ’19 e piatti prelibati, si può trascorrere una vacanza in vigna. In autunno le osterie contadine, in occasione della secolare usanza contadina del Törggelen, offrono vino e le tradizionali castagne arrostite, carne salmistrata, zuppa d’orzo e Krapfen.

Durante un soggiorno al maso, invece, l’esperienza è più estesa. Oltre alla degustazione dei vini di stagione gli ospiti possono anche scoprire come l’uva viene messa in bottiglia.

vacanza in vigna

Vacanza in vigna nel maso

I masi Gallo Rosso che si dedicano alla viticoltura. Infatti danno la possibilità ai loro ospiti di vivere il momento della vendemmiadella pigiatura, dell’imbottigliamento fino al primo sorso di “Nuien” (il vino novello). Sono 356 i masi Gallo Rosso specializzati nella produzione di vino. Da settembre a novembre, offrono ai loro ospiti non solo degustazioni di alto livello, ma anche visite guidate alle cantine. Qui i vini rossi e bianchi maturano in botti di legno o in vasche d’acciaio fino a quando il loro gusto è perfetto. Gli ospiti possono imparare tutto sull’industria vinicola altoatesina, nonché sui diversi metodi di coltivazione e sulle singole fasi di un’annata vitivinicola.

vacanza in vigna

Spesso il contadino accompagna gli ospiti in vigna durante la vendemmia, dove tradizionalmente tutta la famiglia partecipa alla raccolta dell’uva. Anche se molti viticoltori altoatesini riforniscono le cantine locali,  una buona quantità è riservata alla famiglia e ai loro ospiti in vacanza. Spesso questi si trovano a bere un buon bicchiere di vino sotto il pergolato, accompagnato da un bel tagliere di speck, pancetta e formaggio.

 

 

Articoli correlati

San Valentino: 5 idee last minute per la serata più romantica dell’anno

Redazione

Carnevale di Comacchio: il 16 e il 23 febbraio barche allegoriche e maschere sfilano tra ponti e canali

Redazione

Itinerando: da domani e fino al 2 febbraio a Padova la prima fiera dedicata al turismo esperenziale

Redazione

Lascia un commento