Wondernet Magazine
MODA NUOVI ARTICOLI

Max Mara, lo stile chic e senza tempo nella campagna Primavera/Estate 2023

Max Mara, la campagna SS23 dal sapore rétro
Max Mara ha svelato la sua nuova campagna Primavera/Estate 2023,  che si ispira alle atmosfere French Riviera degli anni ’20 del Novecento

Per la campagna della collezione SS23, presentata lo scorso settembre a Milano Moda Donna, Max Mara si ispira alle atmosfere anni ’20 della French Riviera.

Realizzata dal fotografo Ethan James Green, la campagna vede come protagoniste il trio di supermodelle Adut Akech, Dara Allen e Annemary Aderibigbe.

Max Mara, la campagna SS23 dal sapore rétro

Max Mara, la campagna SS23

Le tre modelle posano in studio indossando i capi della collezione, dal glamour disinvolto. Tank top che lasciano la schiena scoperta, voluminosi pantaloni in tela di lino, gonne lunghe, giacche timeless e stravaganti fiocchi in organza con stampe floreali sono i protagonisti. I classici cappotti assumono la delicata allure delle vestaglie da mare evocando un dolce richiamo d’estate.

Max Mara, la campagna SS23 dal sapore rétro

Ogni look della campagna Max Mara SS23 è abbinato a cappelli a tesa larga e sandali con plateau in pelle. L’incarnazione di quello stile chic e senza tempo che da decenni contraddistingue il brand. Lo styling della campagna Max Mara SS23 è stato curato dal rinomato fashion editor Tonne Goodman. Il beauty look delle modelle è opera della make-up artist Kanako Takase.

Max Mara, la campagna SS23 dal sapore rétro

La collezione ispirata alle atmosfere della French Riviera

I look principali della collezione SS23 di Max Mara sono ispirati allo stile di Renée Perle, la principale interprete dello Stile Riviera. Ricordata nei libri di storia come la silenziosa musa e amante di Jacques Henri Lartigue, è la protagonista di alcune tra le sue più memorabili fotografie. Gli occhi bordati di kohl, l’arco di Cupido perfettamente disegnato e i capelli acconciati con le finger Waves. L’ispirazione viene anche dalle planimetrie di Eileen Gray, che a Roquebrune-Cap-Martin ha costruito E-1027, una villa in riva al mare per sé e per il suo amante, dando un’interpretazione al femminile del modernismo. Rifuggendo dal rigido ascetismo dei maestri a lei contemporanei, la Gray incorporava occasionali linee curve con un sinuoso taglio a sbieco. E-1027 trasmette un senso di artigianalità, a ricordare che è una casa progettate per una donna e un uomo, non per una macchina.

Photos: Ethan James Green, courtesy of Max Mara

Articoli correlati

Fabiana Gabellini: l’energia dei colori e la purezza della natura nei capi della collezione Estate 2020

Laura Saltari

Moda vintage, una tendenza che è esplosa con la pandemia

Redazione

Winter Whites: il Natale di Ermanno Scervino è candido come la neve

Redazione Moda

Lascia un commento