Wondernet Magazine
MODA NUOVI ARTICOLI

Louis Vuitton, la campagna Autunno-Inverno 2022/23 è una fiaba grunge tra i boschi

Louis Vuitton, la campagna Autunno-Inverno 2022/23
Louis Vuitton ha svelato la sua campagna Autunno-Inverno 2022/23 realizzata da David Sims. Le modelle posano sullo sfondo di una foresta incantata, i cui colori fanno da contrasto ai modelli della collezione

Nella campagna Autunno-Inverno 2022/23 Louis Vuitton esplora lo stesso concetto che anima la collezione presentata alla Paris Fashion Week nel marzo scorso. Quello dell’adolescenza e della libertà di movimento.

Come ha spiegato il direttore creativo Nicholas Ghesquière in occasione della sfilata andata in scena al Musée d’Orsay:«Vorrei che la gente percepisse che si tratta di una collezione senza costrizioni, che si concentra sulla libertà di movimento, sulla facilità e sul comfort totale, anche se comporta un lavoro molto meticoloso in termini di materiali e di ibridazione degli abiti. Come se gli abiti fossero nati completamente formati. Istintivamente».

Louis Vuitton, la campagna Autunno-Inverno 2022/23

Louis Vuitton, la campagna Autunno-Inverno 2022/23

Nella campagna, ambientate in un bosco maestoso, posano dietro l’obiettivo di David Sims l’attrice e modella norvegese Renate Reinsve e le modelle Kristine Lindseth, Akon Changkou, Tida Rosvall, Qisi Feng, Elio Berenett e Ida Heiner. Il designer francese ha trovato la sua ispirazione nella propensione dei giovani della Gen-Z a personalizzare i propri guardaroba. La donna Vuitton indossa kilt ispirati ai completi da college e abbinati a cappotti extra-large , maglioni oversize annodati sui fianchi, bluse con strascichi sui lati e polo oversize che riportano immagini di adolescenti. Le frange delle sciarpe si chiudono ad occhiello, i top e le gonne sono foulard che lasciano lunghi lembi appesi. Via libera anche agli accostamenti cromatici, in un mix tra righe, pattern floreali e stampe grafiche.

La campagna Louis Vuitton Autunno-Inverno 2022/23 è dunque basata sull’idea di libertà di movimento e su un desiderio giovanile di personalizzare ogni cosa. La collezione stessa è stata pensata per essere abbinata e combinata a seconda dell’umore, per avvicinarsi al gusto come a una costruzione personale.

Ad arricchire la collezione gli accessori grunge come i macro gioielli di design e nuovi modelli di borsa, tra cui la Loop e la Petite Malle V.

Articoli correlati

Ibrahim Kamara, chi è il nuovo direttore creativo di Off-White

Redazione Moda

Chiara Ferragni firma accordi con Monnalisa e Alberta Ferretti, e i titoli volano in Borsa

Anna Chiara Delle Donne

Kenzo, la prima capsule collection firmata dal nuovo direttore creativo Nigo

Redazione Moda

Lascia un commento