Wondernet Magazine
Cinema

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians
Gabriele Salvatore torna in sala con Comedians. Non un film comico, ma un film sulla comicità. E, mentre si discute se e come portare il teatro sulle piattaforme in streaming, Gabriele Salvatores fa cinema con il teatro.

Comedians, in sala dal 10 giugno, è teatro al cinema. È teatro politicamente scorretto, è un’analisi cinica sulla comicità italiana.  

Più che un cast, quello di Comedians è una compagnia teatrale. La recitazione, i tempi, la costruzione della scena: tutto ricorda il teatro. Anche il rispetto delle tre unità di luogo, tempo e azione: un’unica storia, in un’aula di una scuola, nel tempo di poche ore. E, come in ogni teatro che si rispetti, Salvatores e la sua compagnia hanno provato due settimane prima di girare.  

Ale e Franz, Natalino Balasso, Giulio Pranno, Vincenzo Zampa, Walter Leonardi, Marco Bonadei, Aram Kian, Demetra Bellina e Christian De Sica, il cast-compagnia, trasmettono umanità, sono affiatati, sono persone prima che personaggi.

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians

Comedians, il nuovo film di Gabriele Salvatores

Una menzione speciale credo debba andare al giovane Giulio Pranno, lanciato da Salvatores in “Tutto il mio folle amore”. Il suo personaggio è un disadattato, avulso da quel mondo che non condivide e al quale rifiuta di adattarsi. È un clown: il joker, la matta, quel giullare che era l’unico che poteva permettersi di dire la verità anche al re. La sua recitazione, delicata e potente insieme, porta sul set il teatro della follia, la follia per sottrarsi alle convenzioni sociali. 

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians

«In piena pandemia» – racconta Salvatores – «non potevo girare il film in programmazione. Ma non volevo stare fermo. Allora ho provato a pensare a un film più contenuto nei personaggi e nei luoghi, qualcosa che venisse dal teatro. E un testo che ho amato e che a teatro aveva avuto molto successo lo avevo: Comedians! Così ho proposto a Griffiths di adattarlo per il grande schermo e lui, con grande entusiasmo, mi ha risposto: “Go ahead with all speed. You’ll do it well”. Cioè vai a tutta birra, andrai bene».

In conferenza stampa, i personaggi di Comedians li hanno descritti gli attori

Ale e Franz: «Siamo due fratelli che rappresentano un fallimento umano, personale e professionale. Abbiamo davvero iniziato a recitare con un corso dove l’insegnante era Natalino Balasso e siamo stati felicissimi di ritrovarlo nel cast. Lavorare con Gabriele per noi è stato un sogno».

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians

Marco Bonadei: «Sono un individualista. Insoddisfatto del lavoro e della vita cerco un’emancipazione sociale. Sono spaventato. Ho lavorato sulla mia paura sul set, che trasformo in arroganza, costante difesa e violenza».

Natalino Balasso: «Sono un insegnante che inculca nei suoi allievi una moralità del comico contro la battuta facile. Quando fai battute è importante capire perché sei lì. Credo che l’ottanta percento dei comici non abbia capito perché si è lì».

Christian De Sica è un esaminatore pragmatico, l’opposto del personaggio di Balasso. Racconta De Sica: «Nel film Natalino dice: la comicità è un mezzo e non un fine. Io dico l’opposto: mi servono comici non filosofi. Io ho seguito questa strada e non mi è andata male. Non avevo mai avuto la fortuna di lavorare con Salvatores. Cercava un guitto che avesse successo con i cinepanettoni e ha scelto me. Poi ha scoperto che aveva davanti un grande attore drammatico – continua scherzando – Trovo che Comedians sia un film elegante, di grande classe».

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians
Photo Credits: Alessia de Antoniis©

Il trailer del nuovo film di Gabriele Salvatores

Tratto da un’opera di Trevor Griffiths

Scritto nei primi anni Settanta dal drammaturgo inglese Trevor Griffiths, Comedians debuttò il 20 febbraio 1975. Nel 1985 Gabriele Salvatores lo portò al Teatro dell’Elfo di Milano con un cast di giovani attori: Paolo Rossi, Silvio Orlando, Claudio Bisio, Bebo Storti, Renato Sarti. 

Gabriele Salvatores: «Quando nell’ ’85 abbiamo fatto lo spettacolo, gli attori non si conoscevano tra di loro. Allora formai una squadra di calcio chiamata Comedians e li iscrissi ad un torneo di provincia. Oggi quell’esperimento non era riproducibile, vista l’età degli attori», racconta scherzando.

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians
Photo Credits: Alessia de Antoniis©

«Truffaut diceva che quando hai un buon cast, hai l’ottanta percento del film» – continua il regista – «Creare una buona squadra è fondamentale. In teatro il testo si trasformò in un contenitore per una sarabanda di gags e battute comiche, a volte improvvisate sul palco, come nel Jazz. Oggi, rileggendolo, il testo di Griffiths mi mostra il suo Dark Side of the Moon, come direbbero i Pink Floyd, il suo lato oscuro, il suo cono d’ombra. Le persone sull’orlo del fallimento, pronte a tradire un’amicizia o un maestro, un’umanità minima che cerca in tutti modi di sopravvivere, lottando senza sosta contro un destino avaro. E ho deciso di rimanere molto più fedele al testo originale».

A proposito della lenta ripartenza del cinema in sala, Salvatores ha difeso la scelta coraggiosa e generosa di Indiana Production: «Uscire ora è una sfida. È il mio modo per dire: le sale sono aperte, torniamo al cinema! In sala si può passare due ore senza essere interattivi, facendo il viaggio di un altro. A casa tua la realtà resta sempre presente, solo al cinema puoi davvero viaggiare in un’altra storia».

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians
Photo Credits: Alessia de Antoniis©

Comedians è un bellissimo film da godere in sala. Un film politicamente intelligente. Scorretto? Il confine tra politicamente corretto e scorretto lo spiega Natalino Balasso: «è un problema culturale. C’è sempre meno gente che capisce l’ironia. Perché per capire l’ironia serve l’intelligenza».   

 

La sinossi del film 

Sei aspiranti comici stanchi della mediocrità delle loro vite, al termine di un corso serale di stand-up si preparano ad affrontare la prima esibizione in un club. Tra il pubblico c’è anche un esaminatore, che sceglierà uno di loro per un programma televisivo. Per tutti è la grande occasione per cambiare vita, per alcuni forse è l’ultima.

Gabriele Salvatores presenta il suo nuovo film Comedians

Le esibizioni iniziano e ogni comico sale sul palco con un grande dilemma: rispettare gli insegnamenti del proprio maestro, devoto a una comicità intelligente e senza compromessi o stravolgere il proprio numero per assecondare il gusto molto meno raffinato dell’esaminatore? O forse cercare una terza strada, di assoluta originalità? Attraverso le storie di sei comici, Comedians è una riflessione sul senso stesso della comicità nel nostro tempo, affrontando temi di assoluta attualità.

Articoli correlati

Giorgia debutta come attrice, diretta da Rocco Papaleo nella commedia “Scordato”

Redazione

“Insane Love”: su Rai Cinema Channel la storia di un amore ossessivo ai tempi dei social 

Timothée Chalamet, la prima foto nei panni di Willy Wonka

Camilla Di Spirito

Lascia un commento