Wondernet Magazine
MODA

Chez Moi, la prima capsule collection di Dior dedicata all’homewear

Dior presenta la sua prima capsule collection interamente dedicata all’abbigliamento da casa, battezzata Dior Chez Moi.

Creati da Maria Grazia Chiuri durante il periodo del lockdown, i modelli della collezione Chez Moi di Dior rendono omaggio all’arte di vivere il focolare domestico con stile ed eleganza.

Dopo aver svelato due comodi modelli di calzature all’inizio di questo mese, Dior ha ampliato la sua collezione Chez Moi. I capi della capsule includono una selezione di capi loungewear di alto livello, che celebrano l’arte di vivere in casa con stile.

Chez Moi, la collezione homewear di Dior

Realizzata in collaborazione con l’artista romano Pietro Ruffo, la capsule ha i disegni degli emblematici motivi zodiacali. Ruffo li ha ridisegnati come una mappa del mondo che collega il cielo e la terra, i continenti e le costellazioni, nonché la flora e la fauna.

Su altri capi troviamo la Toile de Jouy, uno dei codici distintivi della Maison che impreziosisce oggi le creazioni di Dior Maison, in omaggio allo stilista-fondatore. È stampato sui completi pigiama, sui delicati accappatoi e sui comodi poncho. Altri pezzi di spicco della collezione includono l’Anorak con cappuccio, realizzato in taffetà tecnico jacquard, e il maglione Marinière realizzato in cashmere e seta.

Le ciabattine Dior

Fanno parte della capsule collection anche le ciabattine, impreziosite dalla tomaia e dalla soletta in velluto  interamente ricamate.

Chez Moi, la prima collezione homewear di Dior

Sono disponibili sia con il motivo Cannage, che con il motivo Zodiac e con l’iconico Dior Oblique. Possono essere indossate sia in casa che fuori, grazie alla loro sottile suola in gomma.

Articoli correlati

Ovs: la prima capsule wedding sostenibile e low cost per l’estate 2021

Paola Pulvirenti

Pelliccia ecologica: morbida, calda, elegante e da indossare senza sensi di colpa

Michelle Scalzo

La Collezione Dua Lipa x Pepe Jeans Primavera-Estate 20, un intenso mash-up di riferimenti pop anni ’90

Redazione

Lascia un commento