Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Legambiente lancia il flashmob #abbracciamola per la Giornata Mondiale della Terra

LEGAMBIENTE ABBRACCIAMOLA
Il 22 aprile è la Giornata Mondiale della Terra, fortemente voluta dalle Nazioni Unite e dedicata alla salvaguardia del Pianeta, così tanto maltrattato. Questa del 2020 è un’edizione (la 50esima) più che mai significativa, caratterizzata dall’emergenza sanitaria globale e dalla pandemia.

Dunque è un’edizione innanzitutto più digitale, ma che ugualmente pone l’accento sull’importanza di un corretto e rispettoso stile di vita. Tanti gli eventi in programma, che uniranno le persone virtualmente, ciascuna dalle proprie abitazioni e che come di consueto porranno l’accento su tante questioni. Spazio a riflessioni su fonti di energia rinnovabili, consumo sostenibile, crisi climatica, nucleare, green economy, distruzione degli ecosistemi, inquinamento globale. Sarà una vera e propria maratona digitale, ad esempio, quella proposta su www.earthday.org: un programma di 15 ore con contenuti interattivi e live streaming. Legambiente ha invece pensato a un flashmob (ovviamente virtuale anche questo) per l’occasione, così da puntare il faro e tenere alta l’attenzione sulla cura che il nostro pianeta merita, soprattutto in questo momento difficile.

#abbracciamola

L’iniziativa di Legambiente per la Giornata Mondiale della Terra è un modo per dimostrare il proprio affetto verso il pianeta con un gesto simbolico: la condivisione di una foto in cui “abbracciamo la Terra”, contraddistinta dagli hashtag #Abbracciamola e #EarthDay.

A disposizione degli utenti l’associazione ambientalista ha messo anche motivi personalizzati per le foto profilo, loghi, immagini e risorse varie adattabili a ciascun dispositivo e personalizzate per ogni social. Tutto il materiale è scaricabile dal relativo sito.

«Anche se non possiamo ancora tornare ad abbracciarci tra di noi, facciamo tutti un piccolo gesto di affetto dal valore simbolico verso il pianeta. Possiamo farlo abbracciando un mappamondo, una foto della Terra. O anche con un disegno, che possiamo preparare prima coinvolgendo i bambini e il resto della famiglia. O anche creando una piccola scultura o abbracciando una mappa geografica o un atlante. Largo alla creatività!».

Articoli correlati

Il Single’s day, dalla Cina la più grande giornata di shopping online del mondo

Michelle Scalzo

“Lockdown Heroes”: il nuovo libro di Milo Manara è un omaggio alle lavoratrici, i ricavi agli ospedali

Giusy Dente

Befana 2021: come è nata la tradizione della vecchina volante, e la ricetta del carbone dolce

Redazione

Lascia un commento