Wondernet Magazine
Cinema

Lina Wertmüller, al via le celebrazioni per l’Oscar alla carriera di una regista rivoluzionaria

Hollywood omaggia la prima donna in assoluto ad avere avuto, nel 1977 con “Pasqualino Settebellezze”, una nomination all’Oscar come miglior regista. Dopo di lei ci sono state solo Jane Campion nel 1994 e Sofia Coppola nel 2004

Domenica 27 ottobre Lina Wertmüller all’anagrafe Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, riceverà l’Oscar alla carriera. A diciassette anni si iscrive all’Accademia Teatrale per poi collaborare con celebri registi teatrali, come Salvini, De Lullo, Garinei e Giovannini. L’esordio alla regia avvenne nel 1963 con “I basilischi”, amara e grottesca narrazione della vita di alcuni poveri amici del sud. Nella seconda metà degli anni ’60, instaura un sodalizio con l’attore Giancarlo Giannini, che sarà presente in diversi dei suoi  successi.  Tra i più famosi: “Mimì metallurgico ferito nell’onore” (1972),  “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” (1974), “Pasqualino Settebellezze” (1975), “La fine del mondo nel nostro solito letto in una notte piena di pioggia” (1978), “Fatto di sangue fra due uomini per causa di una vedova… si sospettano moventi politici” (1978) e “Io speriamo che me la cavo”(1992)

lina wertmüller

La regista riceverà finalmente l’Oscar onorario

Lina Wertmüller felice ed emozionata ha dichiarato (askanews): «Sono entusiasta di partecipare a tanti eventi in mio onore, in particolare al meraviglioso programma costruito dalla Genoma Films e dal suo direttore, Paolo Rossi Pisu, che celebra la mia carriera e allo stesso tempo mette in vetrina il nostro Cinema e il nostro Paese attraverso i vari eventi che compongono il progetto costruito con molta cura. Ringrazio dunque Paolo e ringrazio anche la Cineteca Nazionale che ha scelto di restaurare e presentare a Cannes, grazie anche al contributo di Genoma Films, proprio Pasqualino Settebellezze, il film che mi ha regalato 4 nomination agli Oscar nel 1977 tra cui quella, per la prima volta nella storia dell’Academy, per la miglior regia a una donna. Conto i giorni che mancano all’inizio di questa meravigliosa avventura».

Le celebrazioni inizieranno il 24 ottobre, con la consegna dell’IIC Los Angeles Creativity Award

Un riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo. L’evento sarà  presentato da Silvia Chiave, Console Generale d’Italia a Los Angeles  e dalla Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Valeria Rumori. Le celebrazioni continueranno con proiezioni di film della regista italiana e retrospettive a lei dedicate.

Lunedì 28 sarà onorata anche con la Stella sulla Walk of Fame nella categoria dei film

lina wertmüller

Tra gli eventi più attesi c’è “Hollywood per Lina”

Un pranzo privato organizzato a casa di Martha De Laurentiis. All’appuntamento  sono attesi Steven Soderbergh, Leonardo Di Caprio, Matthew Modine, Sharon Stone, Alessandro Del Piero, Jo Champa, John Travolta, Morgan Freeman, Andy Garcia, Spike Lee, Paolo Sorrentino, Sylvester Stallone, Sacha Baron Cohen, Harrison Ford, Quentin Tarantino, Helen Mirren e tanti altri.

 

lina wertmüller

 

Articoli correlati

Festival di Cannes 2020, tutti i 56 film in concorso: assente l’Italia

Giusy Dente

“House of Gucci”, il nuovo trailer del film di Ridley Scott

Redazione

L’attrice israeliana Gal Gadot sarà Cleopatra nel nuovo film di Patty Jenkins

Manuela Cristiano

Lascia un commento