Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Valentino, la collezione Primavera/Estate 2022 sfila per le strade di Parigi

Pierpaolo Piccioli ha presentato la collezione co-ed Primavera/Estate 2022 con una sfilata fisica durante la Paris Fashion Week. Il direttore creativo prosegue il suo processo di ridefinizione dei codici della maison

È andata in scena ieri sera, con una sfilata per la strade di Parigi, al Carreau du Temple la sfilata Valentino Primavera/Estate 2022. Pierpaolo Piccioli ha dato vita ad un collezione donna e uomo, presentata durante la Paris Fashion Week e chiamata Valentino Rendez-Vous.

Pierpaolo Piccioli e la sua ri-significazione dei codici Valentino

Nella collezione Valentino Primavera/Estate 2022 Piccioli prosegue il suo processo di ri-significazione dei codici della maison.Un’impresa iniziata già da qualche anno, attraverso  la quale il direttore creativo vuole dare ai codici di Valentino valori diversi. «Voglio dare un’idea di bellezza ai tempi che sto testimoniando con il mio lavoro. La bellezza, però, non è fatta di perfezione ma di vita: la strada in questo insegna molto perché interpreta i segni e li fa vivere nella quotidianità».

Valentino, la collezione Primavera/Estate 2022 sfila a Parigi
Pierpaolo PIccioli durante la sfilata Valentino Primavera/Estate 2022 a Parigi

“Ri-significare” vuol dire dunque prendere dei segni noti e utilizzarli dando loro valori diversi: come quelli dell’accoglienza, dell’inclusione, dell’uguaglianza. «Portare Valentino in strada, vuol dire infondere al marchio la vita di oggi non fare uno street style, vuol dire passare da un concetto di lifestyle a uno di community. E cioè condividere valori anziché la superficie», prosegue Piccioli. 

Valentino Primavera/Estate 2022

Così per la collezione Valentino Primavera/Estate 2022 Piccioli continua la sua incursione nell’heritage della Maison, rieditando alcuni pezzi simbolici del marchio fondato nel 1960 da Valentino Garavani. Capi che riportano l’etichetta Valentino Archive e che rappresentano il viaggio del direttore creativo nel passato per trasportarli nel presente, riadattandoli alla cambiata cultura e fisicità. Tra i key look, l’abito bianco di Marisa Berenson, gli abiti a fiori e un cappotto maculato.

La collezione co-ed di Valentino Primavera/Estate 2022 si arricchisce poi di piume,  paillettes e drappeggi talmente fitti da diventare quasi una plissettatura. Piccioli rielabora il concetto di tailoring utilizzando il taffeta, solitamente usato per collezioni Haute Couture, per camicie oversize e bermuda. La giacca, l’anorak, i tailleur pantaloni vengono proposti con nuovi volumi e in coloratissime nuance in contrasto.

Sul finale della sfilata, il modelli escono dal Carreau du Temple, un mercato coperto nel 3° arrondissement di Parigi. Il marciapiede si trasforma in passerella, portando lo spirito di Valentino per le strade della città.

Per quanto riguarda gli accessori della collezione Valentino Primavera/Estate 2022 spiccano gli anfibi di ispirazione underground, i sandali alla schiava con fasce Valentino Garavani Roman Stud, una riedizione del sandalo serpente e le borse Roman Stud con una singola maxi borchia centrale.

Articoli correlati

Del Core: a Milano Fashion Week debutta la Collezione Zero per vere dive

Paola Pulvirenti

Chiara Boni: lo show digitale FW21 rende omaggio alla resilienza di Milano

Paola Pulvirenti

Milano Moda Uomo 2022: un calendario con 4 sfilate fisiche e 44 digitali

Paola Pulvirenti

Lascia un commento