Wondernet Magazine
INTERVISTE

Zerosettanta, una trilogia di album per festeggiare i 70 anni di Renato Zero: la video intervista

Renato Zero Zerosettanta
Esce il 30 settembre Zerosettanta – Volume Tre, il primo dei tre dischi che Renato Zero, 50 milioni di album venduti all’attivo, ha deciso di regalare e regalarsi per il suo compleanno.

«Il mio compleanno si festeggia così: con la mia penna ancora calda di scrittura e con il microfono acceso. Poiché mai sazio di ricevere le mie attenzioni»,dice Renato Zero.

Un cofanetto con 40 brani inediti per festeggiare i 70 anni

A solo un anno di distanza da Zero Il Folle (certificato Oro), e dalla speciale Collection Mille e Uno Zero, Renato Zero torna sulle scene con un progetto clamoroso, imprevedibile, spiazzante, sorprendente, che ancora una volta fa la Rivoluzione. 

Nel mondo delle playlist, nello scenario della musica liquida, Renato consegna alle stampe quaranta brani inediti: un cofanetto prezioso, un giro di boa per una carriera unica, un compendio declinato al futuro dell’Artista che più di ogni altro ha soverchiato il piano della musica e della performance live senza mai scendere a compromessi.  

La video intervista a Renato Zero

Zerosettanta, un disco di inediti al mese

Renato Zero festeggia la sua cifra più tonda con un progetto discografico monumentale. La reclusione forzata, ha nutrito di nuova linfa la sua inesauribile vena creativa e, a cominciare dal giorno del suo compleanno, Zero propone tre dischi di inediti in uscita il 30 di ogni mese, a settembre, a ottobre e a novembre.

 «L’ispirazione stavolta è stata tanta e generosa. Che posso dire… Zero si rinasce!»

Un percorso in tre album che vuole raccontare i suoi “rumorosi anni”, ma che aspira soprattutto a trasmettere quella coerenza che ha sempre contraddistinto Renato Zero in ogni sua produzione. 

La trilogia segue il filo della narrazione autobiografica, intesa non come un mero momento di autocelebrazione, ma identificabile più come uno sguardo avido, attento e curioso sempre rivolto al futuro, a quello che sarà. Ispirato dal delicato momento storico che tutti stiamo vivendo, Renato Zero firma tre album che sono allo stesso tempo estremamente personali ed estremamente trasparenti, immediati, accoglienti. Coraggiosi. 

Una creatività contagiosa, vivace, ambiziosa, inarrestabile: prodotto da Renato Zero per Tattica, Zerosettanta  rappresenta uno sforzo produttivo gigante. 

Zerosettanta Volume Tre è il primo album del progetto

In questo primo capitolo, troviamo dodici nuove canzoni con collaborazioni importanti: a cominciare dalla produzione e dagli arrangiamenti di Phil Palmer (collaboratore tra gli altri di Elton John, Frank Zappa, George Michael, Dire Straits), Alan Clark (collaboratore di star del calibro di Mark Knopfler, Eric Clapton, Tina Turner, Bob Dylan) per finire con l’apporto del Maestro Adriano Pennino, che inaugura la sua collaborazione con Renato Zero. 

La favola continua” dunque, ed inizia proprio dal Volume Tre, in uscita il 30 settembre.

Un disco in cui ogni brano ha una sua struttura, un suo significato. In cui c’è tutto il Renato degli inizi, innovativo come sempre anche nei concetti. 

Volume Tre si apre con Il linguaggio della Terra, un brano dove il cantautorato è traslato ai suoi massimi livelli: l’Orchestra Italiana del Cinema, i cui arrangiamenti sono scritti e diretti dal Maestro Adriano Pennino, accompagna in maniera maestosa un testo che racconta di quanto sia prezioso vivere in sintonia con il mondo e che è magistralmente sorretto da pianoforte ed archi. 

Articoli correlati

Mirko Ronzoni: «Mi piace sperimentare e mixare gli stili, la mia cucina è inclusiva e globale»

Andrea Bosca: «Per prepararmi al ruolo di Stefano ne “La guerra è finita” prima di andare sul set leggevo Pavese» 

Anna Chiara Delle Donne

Margherita Laterza: «Non voglio essere più come mi vogliono gli altri»

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento