Wondernet Magazine
INTERVISTE

Angela Mancini, designer del brand di gioielli che spopola tra le attrici: «Ecco come nascono le mie creazioni artigianali»

C’è un brand di gioielli e bijoux personalizzati che spopola sul web. Si chiama Le collezioni di Angela, e le sue creazioni sono indossate da attrici e personaggi dello spettacolo, da Maria Grazia Cucinotta a Manuela Arcuri e Laura Chiatti, da Samantha De Grenet ad Adriana Volpe, da Manila Lazzaro a Flora Canto, passando per le giornaliste Elena Guarnieri e Monica Setta.

Le collezioni di Angela è una bellissima realtà del Made in Italy, nata qualche decennio fa dalla creatività e dalla passione della designer romana Angela Mancini. L’abbiamo incontrata per scoprire la sua storia, nata “quasi per gioco”, come ci ha raccontato in questa intervista, e qual è il segreto del successo di questo brand, che fa impazzire le celebrities e le signore della Roma bene.

Angela Mancini con Milena Miconi

Le collezioni di Angela è uno dei brand di gioielli e bigiotteria più “social”: sei seguitissima su Instagram, e le tue creazioni riscuotono grande successo. Ci racconti come hai iniziato?

Frequentavo la facoltà di Giurisprudenza all’Università, e in quegli anni mi divertivo a creare collanine con qualsiasi materiale, perline, filo da pesca. Le vendevo per avere qualche soldino in più da spendere per qualche viaggio. Poi ho partecipato, un po’ per gioco, ad un mercatino estivo al mare, a Santa Severa. Le mie creazioni hanno avuto subito grande successo. Così, rientrata a Roma dalle vacanze, mi sono iscritta ad un’associazione che si chiamava Atelier Ritz. Organizzavano dei mercatini vintage all’interno dell’Hotel Parco dei Principi ai Parioli. Un appuntamento che si svolgeva ogni fine settimana, dove le signore della Roma bene si ritrovavano per acquistare dei capi e delle creazioni particolari e ricercate. Ho iniziato ad esporre in quegli spazi, sempre un po’ per gioco e per scommessa, e la risposta entusiasta delle persone per le mie creazioni è stata una piacevole sorpresa.

Visto il successo, hanno continuato ad invitarmi ogni sabato e domenica, la mia postazione diventava sempre più grande, tanto che dovevo farmi aiutare da alcune ragazze. Così è iniziato tutto.

Da lì sei arrivata ad esporre nel cuore di Roma..

Si, ho avuto per qualche anno uno spazio espositivo in Piazza San Lorenzo in Lucina, dove ora c’è la boutique Vuitton. Da lì in poi, per vent’anni, ho partecipato a mostre nelle più prestigiose location capitoline, come l’hotel Hilton, l’hotel Beverly Hills ai Parioli. Lì avevo uno show-room, dove una volta al mese invitavo le mie clienti. 

Come nascono le tue creazioni?

Ogni singola creazione viene prima disegnata, curata e creata nel minimo dettaglio personalmente da me . Poi viene realizzata con la collaborazione di prestigiosi laboratori artigianali di Arezzo, per i gioielli, e di Firenze per la pelletteria. Possono essere realizzati secondo i gusti del cliente, a richiesta, come la collana disegnata per Laura Chiatti con i nomi di tutti i componenti della famiglia. Realizziamo qualsiasi gioiello i nostri clienti abbiano in mente, personalizzandolo con frasi o parole speciali.

Collana lunga con medaglie personalizzate in argento rosato disegnata per Laura Chiatti

Quali sono i materiali utilizzati?

Per i gioielli, l’argento classico, rosato o dorato. Per la bigiotteria l’ottone e cristalli di vari colori. L’ottone è trattato con una tecnica che non lo fa scurire, e non dà allergia.

Le collezioni di Angela non ha un negozio fisico. Dove possono essere acquistate le tue creazioni?

I gioielli possono essere acquistati esclusivamente on line sul mio sito. I pezzi di bigiotteria in ottone, invece, vengono distribuiti in alcuni negozi selezionati. Attualmente abbiamo cinque o sei rivenditori autorizzati su Roma. 

Come hai costruito negli anni la tua clientela? Come sei riuscita, partendo dai mercatini, a farti conoscere da tante donne famose dello spettacolo?

I mercatini ai quali partecipavo erano molto d’élite, organizzati da associazioni che esponevano in grandi alberghi dei Parioli o del Centro. Quindi c’era una selezione di base della clientela. Mi sono fatta conoscere con il passaparola. Da qualche anno inoltre Le Collezioni di Angela partecipa a Tennis and Friends, la manifestazione di beneficenza organizzata due volte l’anno dal prof. Giorgio Meneschincheri del Policlinico Gemelli di Roma, che vede la partecipazione di sponsor prestigiosi e di tanti volti noti dello sport e dello spettacolo. Anche lì ho conosciuto molti personaggi famosi. Negli anni alcuni con alcuni di loro è nata un’amicizia.

le collezioni di Angela
Edoardo Leo a Tennis and Friends 2019 con un polsino in pelle Le collezioni di Angela

Negli ultimi tempi sta spopolando La collana della fortuna, disegnata da Samantha de Grenet.

È uno dei modelli più richiesti, sta avendo un enorme successo, l’ha indossata anche Elena Guarnieri per andare in onda al TG5.

le collezioni di Angela
La collana della fortuna di Le Collezioni di Angela, disegnata da Samantha De Grenet e indossata da Matilde Brandi

Manila Nazzaro indosserà i tuoi gioielli a Temptation Island.

Sì, prima di partire ha scelto molte mie creazioni da indossare per la sua partecipazione a Temptation Island, e la cosa mi fa molto piacere. Durante il programma, che inizia questa sera, Manila indosserà le mie collezioni.

le collezioni di Angela
Manila Lazzaro con un girocollo personalizzato

Tutte queste celebrità che indossano i tuoi gioielli lo fanno esclusivamente per amicizia?

Assolutamente si, e ci tengo a sottolinearlo. Su Instagram sono subissata da richieste di influencer che mi contattano proponendomi di indossare le mie creazioni in cambio di soldi, e la cosa mi fa un po’ sorridere. Tutte le mie amiche attrici famose li indossano spontaneamente, lo fanno per amicizia, non certo in cambio di qualcosa. Ognuna di loro possiede gioielli con le pietre più preziose, ma si fotografano anche con le mie creazioni perché fa loro piacere. La cosa ovviamente mi riempie d’orgoglio!

le collezioni di Angela
Maria Grazia Cucinotta con i gioielli Le Collezioni di Angela

Oltre ai gioielli crei accessori in pelle, come i polsini, indossati anche dagli uomini.Come nascono?

Li disegno io, e vengono realizzati in un laboratorio vicino Firenze con della pelle morbidissima e di altissima qualità, totalmente Made in Italy. 

Ogni quanto vengono aggiornate le tue collezioni?

Continuamente. Ci sono sempre gioielli nuovi, perché le nostre collezioni sono in piccola scala, e quindi vengono rinnovate sempre.

Come sono andate le cose durante il lockdown?

L’online è cresciuto con il Covid, le persone hanno comprato di più. I negozi sono stati chiusi, ma appena hanno riaperto le mie collezioni sono andate esaurite.

Ti piacerebbe aprire un punto vendita tutto tuo, o vuoi conservare questa dimensione di realtà artigianale che vende online?

No, non mi piacerebbe ingrandirmi. Voglio che Le Collezioni di Angela rimanga un brand di nicchia. Per me è stato già un grosso cambiamento passare dal vendere esclusivamente nelle mostre al dare le mie collezioni ad  alcuni punti vendita selezionati. Ma voglio che rimanga una linea esclusiva. Mi piace conservare la dimensione dell’online, che tanto sarà il futuro. Magari ci apriremo ad altri punti vendita fuori da Roma. Ma non voglio diventare una “fabbrica di gioielli” in scala industriale, ed essere costretta poi magari a prendere il materiale in Cina per far fronte alla produzione. Voglio conservare la mia dimensione di piccola realtà artigianale e made in Italy. Creare gioielli particolari, di moda, e che non si trovano ovunque.

le collezioni di Angela
Angela Mancini con Manuela Arcuri

C’è qualche designer al quale ti ispiri?

In realtà no, anzi, mi capita il contrario: il mio brand è uno tra i più copiati. Recentemente una mia amica mi ha detto di aver visto dei bijoux che venivano spacciati come Le collezioni di Angela, ma che non lo erano. A volte evito anche di postare le foto dei nuovi modelli, perché mi vengono subito scopiazzati. All’inizio la cosa mi faceva anche un po’ arrabbiare, adesso non mi interessa, ho capito che fa parte del gioco. In ogni caso, non guardo le creazioni degli altri per trovare nuove idee. Seguo invece Chiara Ferragni, perchè mi piace molto e la trovo una grande fonte di ispirazione.

Come si riconosce l’originalità delle tue creazioni?

Sulle chiusure dei miei gioielli originali c’è un pendente con un cuoricino, all’interno del quale c’è il logo che certifica il prodotto.

 

 

 

Articoli correlati

Mario Dice: «Le sfilate in streaming non funzionano. La moda è troppo emozionale per diventare digitale» 

Anna Chiara Delle Donne

Caterina Sacchet, enologa: «Ho avuto difficoltà in un mondo molto maschile, ma non mi sono lasciata intimorire»

Alessia De Antoniis

Riccardo Mandolini: «L’esperienza di Baby si conclude con questa terza stagione, ma porterò Damiano sempre nel cuore»

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento