Wondernet Magazine
Cinema

Venezia 78: Leone d’oro al francese “L’Événement”, a Sorrentino il Gran premio della Giuria

Venezia 78, Leone d'oro a "L’Événement"
Sono due donne a conquistare i premi più importanti alla 78ma Mostra d’Arte Internazionale Cinematografica della Biennale di Venezia. Il premio della Giuria è andato a Paolo Sorrentino.

A Venezia 78 vince “L’Événement”, della regista francese Audrey Diwan. La giuria, presieduta da Bong Joon Ho e composta da Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau e Chloé Zhao, ha assegnato il Leone d’Oro, con una decisione all’unanimità, al film drammatico interpretato da Anamaria Vartolomei. 

Il Leone d’argento è andato al neozelandese “The Power of the dog”, di Jane Campion. A Paolo Sorrentino è stato assegnato invece il Leone d’argento – Gran premio della giuria. Premiati con la Coppa Volpi per le migliori interpretazioni John Arcilla e Penélope Cruz.

Venezia 78, Leone d’oro a “L’Événement”, il dramma di un aborto clandestino

Il film vincitore del Leone d’Oro a Venezia 78 narra la storia di Anne, una brillante studentessa universitaria, che resta incinta e vede svanire la possibilità di portare a termine i propri studi. Siamo nella Francia di inizio anni Sessanta, e l’aborto è ancora illegale. Con l’avvicinarsi degli esami finali e la gravidanza sempre più evidente, Anne si decide ad agire. Affronterà la vergogna e il dolore, e rischierà la prigione per seguire la sua strada. “L’événement”  è tratto dall’omonimo romanzo di Annie Ernaux.

Venezia 78, Leone d'oro a "L’Événement"

Leone d’argento a “The Power of dog”

Il Leone d’argento per la miglior regia viene assegnato a Jane Campion, per “The Power of the Dog”. Tratto dal romanzo omonimo di Thomas Savage, narra una storia al maschile. Quella del cowboy Phil Burbank (Benedict Cumberbatch), che nel Montana del 1925 gestisce il ranch più grande di tutta la vallata assieme al fratello George (Jesse Plemons). I due hanno un’indole opposta. Tirannico e crudele il primo, impacciato e di buon cuore il secondo. Quando George sposa Rose (Kristen Dunst), una vedova del luogo, Phil intraprende contro la donna un’implacabile guerra privata, servendosi dell’efebico figlio di lei Peter (Kodi Smith-McPhee).

Venezia 78, Leone d'oro a "L’Événement"

A Paolo Sorrentino il Leone d’argento premio speciale della Giuria per la regia

Con il suo film più intimo e autobiografico, il regista napoletano conquista il Leone d’argento – Gran premio speciale della giuria di Venezia 78. Nel ricevere il Gran Premio della giuria per “È stata la mano di Dio“, Paolo Sorrentino, emozionato, ha ringraziato “la grande squadra di Netflix”, il cast, la famiglia, “Maradona” e Servillo. “A chi mi dice, fai un altro film con Servillo, rispondo ‘guardate dove sono arrivato facendo film con lui'”. E ha parlato “di due scene che nel film non ci sono: un sogno che non ho fatto, un uomo alto 1,60 metri in un campo di calcio che vi ringrazia, Maradona. E poi, nel giorno del funerale dei miei genitori il preside mandò solo una rappresentanza di quattro compagni di classe. Ci rimasi male. Oggi c’è tutta la classe che siete voi”.

Venezia 78, Leone d'oro a "L’Événement"

Gli altri premi assegnati a Venezia 78

A Filippo Scotti, il Fabietto protagonista diÈ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino va il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore emergente.

“Il Buco” di Michelangelo Frammartino vince invece il Premio speciale della giuria di Venezia 78. “Grazie al direttore che ci ha invitato al concorso, alla giuria e ai compagni di viaggio, al grande spelologo calabrese Antonio La Rocca, grazie ai produttori che hanno creduto in questo salto nel buio. Grazie agli speleologi che si prendono cura del buio e di tutto ciò che non ha ancora forma e grazie alla Calabria, la regione più bella di Italia”. Queste le parole di Frammartino al momento della consegna premio speciale della giuria a Venezia 78.

Il premio per la migliore sceneggiatura a Venezia 78 va a Maggie Gyllenhaal per il film “The Lost Daughter”, tratto dal romanzo di Elena Ferrante e interpretato da Olivia Colman e Dakota Johnson

Venezia 78, Leone d'oro a "L’Événement"

John Arcilla e Penélope Cruz premiati con la Coppa Volpi

A John Arcilla per il film “On the job: the missing 8” di Erik Matti (Filippine) va la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile a Venezia 78.

A Penélope Cruz per il film “Madres Paralelas” di Pedro Almodóvar va la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a Venezia 78.

Articoli correlati

Anna Foglietta madrina della 77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2020

Anna Chiara Delle Donne

All’asta il cappello di Indiana Jones, la bacchetta di Harry Potter e altri cimeli di Hollywood

Gaia Corrado

Tulipani di Seta Nera 2020: tutte le nomination della XIII edizione

Redazione

Lascia un commento