Wondernet Magazine
Serie TV

“Le indagini di Lolita Lobosco”: dal 21 febbraio su Rai1 la nuova serie con Luisa Ranieri 

"Le indagini di Lolita Lobosco”, su Rai1 la nuova serie con Luisa Ranieri 
Luisa Ranieri vestirà i panni del vicequestore nella nuova serie giallo-rosa “Le indagini di Lolita Lobosco” per quattro prime serate su Rai1,  a partire da domenica 21 febbraio.

La mini serie “Le indagini di Lolita Lobosco” è firmata dal regista Luca Miniero, ed è liberamente tratta dai romanzi di Gabriella Genisi (editi da Sonzogno e Marsilio Editori). Nel cast, oltre a Luisa Ranieri, Lunetta Savino nel ruolo di Nunzia, la madre di Lolita. Filippo Scicchitano è invece Danilo, un giovane e bellissimo giornalista che avrà una liaison con la protagonista nella fiction.

“Le indagini di Lolita Lobosco”, la storia

Lolita è una donna del Sud, mediterranea, vivace, empatica e single in carriera. È vicequestore del commissariato di Bari, sua città natale, dov’è appena tornata dopo un lungo periodo di lavoro nel Nord Italia. A capo di una squadra di soli uomini, per essere autorevole Lolita non ha bisogno di castigare la sua innata sensualità. Lolita però, nonostante sprigioni fascino e bellezza, non ha mai avuto una storia importante. Trova sempre delle scuse per non impegnarsi: il lavoro, il poco tempo, il suo ruolo, i difetti del partner, il desiderio di indipendenza. È di natura passionale, ma c’è qualcosa che la blocca, qualcosa che ha a che fare con il suo passato famigliare. 

"Le indagini di Lolita Lobosco” nuova serie Rai1 con Luisa Ranieri

Il suo mondo privato è tutto al femminile: la madre Nunzia e la sorella Carmela con le quali ha un rapporto spinoso, ma ugualmente affettuoso, e l’amica magistrato Marietta, sposata e madre, ma segretamente invischiata in amorazzi e avventure extraconiugali. È proprio Marietta a presentarle Danilo, un bellissimo giornalista quasi trentenne. Malgrado le profonde resistenze della donna, vista soprattutto la differenza d’età, tra i due nasce un’appassionata liaison, che farà interrogare Lolita su cosa significhi, per una professionista come lei, mettersi in gioco nella vita senza vergognarsi dell’amore. 

Luisa Ranieri: Lolita è una donna che non ha bisogno di assomigliare a un uomo per essere autorevole

«Lolita vive con sana fierezza la sua femminilità, non finge di essere un uomo per avere rispetto, è priva di retropensieri», dice Luisa Ranieri a proposito del suo personaggio. «Ho scelto di accettare di interpretare questo ruolo perché è una figura moderna, proiettata nell’attualità. È diversa dai personaggi più storici, che hanno caratterizzato una parte della mia carriera.Lolita Lobosco si è fatta strada da sola è autorevole e diciamolo brava, ma anche dotata di grande ironia».

«Pur se del Sud, non è un’idea di come le donne erano o dovrebbero essere», continua l’attrice. «Il racconto mi ha rapito subito: le sue indagini fatte da un tacco 12 raccontano un femminile che non ha bisogno di assomigliare al maschile per essere autorevole. Anche il rapporto con la sua famiglia è importante Incontra l’universo maschile, è vicequestore del commissariato di polizia a Bari, sua città natale dov’è appena tornata per sua scelta dopo un lungo periodo di lavoro nel Nord».

"Le indagini di Lolita Lobosco”, su Rai1 la nuova serie con Luisa Ranieri 
Luisa Ranieri sul set della serie Rai1 “Le indagini di Lolita Lobosco”

I prossimi ruoli di Luisa Ranieri

Luisa Ranieri ha già indossato la divisa in altri progetti: è stata un’agente in “La omicidi” e un maresciallo in “Il giudice meschino”. L’attrice è stata scelta da Paolo Sorrentino nel nuovo film “È stata la Mano di Dio”, ma non può rivelare nulla: «Su questo silenzio assoluto, ho una clausola nel contratto». Luisa Ranieri sarà anche la voce della madre della nuova eroina Disney in uscita a a Marzo “Raya e il Drago”.

Articoli correlati

“Django”, la nuova serie western di Sky diretta da Francesca Comencini

Redazione

“Anna”, il teaser trailer con le prime immagini della nuova serie di Niccolò Ammaniti

Redazione

Luca Zingaretti per la prima volta su Sky in un ruolo a tinte forti: sarà il protagonista della serie “Il Re”

Redazione

Lascia un commento