Wondernet Magazine
FASHION WEEK MODA

Pitti Connect: nasce la piattaforma digitale di Pitti Immagine

Arriverà a fine giugno Pitti Connect, una nuova piattaforma digitale per il networking e per generare nuove opportunità di business.

Pitti Connect permetterà agli espositori dei saloni di Pitti Immagine di aumentare la visibilità, attivare contatti commerciali ed essere supportati nel ricevere ordini.

A causa della pandemia da Covid-19 molte fashion week sono slittate o sono diventate digitali, come la Montecarlo Fashion Week che prende il via da oggi. La 98ma edizione di Pitti Immagine Uomo, che avrebbe dovuto svolgersi dal 16 al 19 giugno, è stata rinviata. Sarà un’edizione più breve e concentrata in tre giorni anziché quattro: dal 2 al 4 settembre 2020. Pitti Bimbo si svolgerà il 9 e 10 settembre. E Pitti Immagine, la più importante manifestazione dedicata alla moda uomo, ha deciso di supportare buyer ed espositori con una piattaforma digitale.

Pitti Connect

Ieri il management di Pitti ha annunciato il lancio di Pitti Connect, un nuovo strumento di lavoro per contribuire alla ripartenza dell’intero sistema moda.

Pitti Connect sarà attiva già da fine giugno. Permetterà agli espositori dei saloni di Pitti Immagine (Pitti Uomo, Pitti Bimbo, Pitti Filati, Fragranze e Super) di aumentare la propria visibilità.

Attraverso la piattaforma sarà possibile anche attivare contatti commerciali ed essere supportati nel ricevere ordini, rispettando le tradizionali tempistiche della campagna vendite in anticipo sull’apertura dei saloni a settembre.

Un nuovo mondo e un nuovo modo per entrare in contatto

“Pitti Connect tradurrà in ambiente digitale la qualità, la selezione, la segmentazione, il design, la comunicazione e lo spirito contemporaneo dei saloni di Pitti Immagine. Sarà un nuovo mondo e un nuovo modo per mettere in contatto gli espositori con l’ampia community di buyer dei saloni, che conta i 90.000 utenti registrati e certificati di Pitti Uomo, i 33.000 di Pitti bimbo e i 25.000 di Pitti Filati”, spiega il comunicato.

Si tratta di una community che per le fiere dello scorso gennaio ha generato 182.000 ricerche di espositori sul sito. Sono state oltre 1.300.000 le pagine viste durante l’ultima edizione di Pitti Uomo.

Pitti Connect

«Pitti Connect permetterà agli espositori non solo di comunicare al meglio tutte le sfaccettature della loro brand identity. Avrà anche funzionalità avanzate per gestire l’accesso al marketplace e la fase degli ordini», ha detto Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine.

«Abbiamo infatti scelto di realizzare un prodotto marketplace su misura, in collaborazione con società specializzate, per mantenere un rapporto diretto con gli espositori e le aziende, e assicurare alti standard qualitativi e controllo dell’intero processo. Pitti Connect sarà una servizio a disposizione già dall’inizio dell’estate fino a settembre, quando andrà ad integrarsi alle manifestazione fisica nella Fortezza da Basso».

Articoli correlati

Guess lancia per San Valentino una campagna digital con coppie di influencer

Paola Pulvirenti

Balmain punta sull’online: nello showroom virtuale il direttore creativo Olivier Rousteing “riprodotto” in 3D

Giusy Dente

Swarovski richiama l’energia dell’estate con la collezione orologi SS2020

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento