Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Giorgio Armani, la sofisticata eleganza senza tempo nello show uomo FW23

Giorgio Armani uomo FW23, sofisticata eleganza timeless
Nel quarto giorno di Milano Moda Uomo, nell’headquarter di via Bergognone ha preso vita lo show FW23 di Giorgio Armani all’insegna di una sofisticata eleganza senza tempo!

Giorgio Armani si è ispirato ai suggestivi cortili dei palazzi di Milano per lo show uomo FW23. Il viaggio alla riscoperta dell‘eleganza non può che partire dalla città meneghina che si svela piano, le cui bellezze spesso rimangono celate alla vista dietro i portoni di palazzi signorili. Ovvero spazi impreziositi da geometrie schematiche e discrete, giardini nascosti e marmi pregiati. Un immaginario tradotto in abiti con tessuti preziosi come alpaca, cashmere e drapperia di nuova concezione.

Un tipo di ispirazione arrivata naturalmente, come spiegato dallo stesso Re Giorgio: «Torna Milano. Mi piace pensare alla Milano dei vecchi palazzi, degli atri, dei giardini che si intravedono, mi piaceva riportare questa serenità. Quello che mi ispira nel mio lavoro è il mio ufficio, la mia zona, e credo che tutti abbiano bisogno di recuperare questo sentimento». In front row, la star di White Lotus, Theo James e Gianni Morandi, pronto per Sanremo.

Giorgio Armani uomo FW23, sofisticata eleganza timeless
Giorgio Armani in passerella dopo la sfilata uomo FW23 a Milano

Giorgio Armani, lo show uomo FW23

Dunque c’è tutta la sobrietà, il rigore e l’eleganza di Milano nello show uomo FW23 di Giorgio Armani. Una sfilata di straordinaria raffinatezza, impeccabile nel suo stile ormai consolidato non rinunciando anche ai trend del momento. La prima scelta riguarda l’uso dei colori. Se Dolce & Gabbana ha virato verso il total black ,Armani ha scelto il blu notte, sia da giorno che da sera in risalto nei rasi e nei tessuti devorè. Presenti tuttavia anche tocchi di rosso su giacche e giubbotti.

In passerella anche un’audace rivisitazione della classica giacca maschile, con doppio petto con quattro coppie di bottoni in contrapposizione al cappuccio con coulisse. Super particolare anche la scelta di indossare la cravatta fuori dal blazer. Must dell’eleganza maschile poi è il gilet. Abbinato a pantaloni morbidi utilizzato talvolta anche come elemento decorativo sopra un maglione, esattamente come con le sciarpe super avvolgenti e d’impatto.

Il colpo di scena finale? Per celebrare l’amore e la serenità, Armani ha affidato la chiusura dello show a cinque coppie di innamorati che, sulle poetiche note del pianista Ludovico Einaudi, hanno solcato la passerella.

Articoli correlati

Alice Pagani di “Baby” e Rocco Fasano di “Skam Italia” in Building Dialogues di Emporio Armani

Anna Chiara Delle Donne

Missoni, il debutto in passerella di Filippo Grazioli con la sfilata Primavera-Estate 2023

Redazione Moda

Gucci, la sfilata Primavera-Estate 2023 celebra l’identico, ma mai uguale

Redazione Moda

Lascia un commento