Wondernet Magazine
MODA

Valentino promuove l’upcycling con Sleeping Stock, un riuso creativo e responsabile dei tessuti

Valentino promuove l'upcycling con il progetto Sleeping Stock
Maison Valentino, da sempre attenta alla sostenibilità della moda, collabora con Tissu Market per un riuso creativo e responsabile del proprio stock di tessuti

Dare nuova vita ai tessuti inutilizzati. Dalla partnership di Maison Valentino con Tissu Market nasce un nuovo progetto, Valentino Sleeping Stock, volto al riuso creativo del proprio stock di tessuti “dormienti”. Un vero e proprio tesoro tessile sinonimo di sapienza artigianale, che arriva dalle collezioni Haute Couture e Prêt-à-porter, Donna e Uomo.

La bellezza che si nasconde tra i corridoi dell’archivio tessile viene così risvegliata, srotolandola alla luce del sole. Un’operazione naturale per una Maison impegnata da tempo nel restituire bellezza e valore alla comunità di cui fa parte.

Valentino Sleeping Stock

La partnership tra Valentino e Tissu Market è iniziata già a settembre 2021, in linea con l’approccio più consapevole della Maison e il suo mindset di giving back con attenzione al territorio. Il reseller francese fondato nel 2010 da Franck Lellouche, rappresenta il partner ideale. La sua esperienza e cura del valore aggiunto che i tessuti possono donare, l’attenzione alla creatività responsabile sono valori condivisi. Come la stretta connessione alle persone che appartengono al mondo dell’arte, del cinema, dell’opera, del teatro e delle scuole di moda.

Valentino promuove l'upcycling con il progetto Sleeping Stock
Credits: Annika Huett @annikahuett, courtesy of Valentino

Così chiffon, taffetà, rasi dévoré, crêpe de chine con stampe floreali, georgette di seta e pizzi guipure utilizzati nelle collezioni della Maison Valentino, custoditi negli archivi e destinati altrimenti a non essere più utilizzati, trovano una nuova vita.

I tessuti delle collezioni non utilizzati iniziano un nuovo ciclo vitale

Lo scopo ultimo, in questa come in tutte le altre attività che Valentino ha promosso e sposato, è quello di fare la differenza, portando avanti i valori e il brand heritage. La Maison costruisce così, un passo alla volta, un nuovo percorso di continua evoluzione anche nella ricerca di soluzioni alternative per generare un cambiamento positivo. Con Valentino Sleeping Stock la creatività prende vita. Tessuti nati per progetti differenti vengono riutilizzati in nuove creazioni e visioni. Tessuti unici, ricchi di storie da raccontare e ancora troppo vivi per giacere inutilizzati negli archivi iniziano così un nuovo ciclo vitale. Ritornano protagonisti attivi, all’insegna della creatività e di nuovi ambiti di utilizzo.

Valentino promuove l'upcycling con il progetto Sleeping Stock
Credits: Annika Huett @annikahuett, courtesy of Valentino

Come ha rivelato Frank Lellouche, Founder Tissu Market: «All’origine di questa iniziativa c’è una convinzione profonda, personale e condivisa. L’importanza dell’upcycling come motore del cambiamento che intendiamo instaurare nel settore della moda. La ricerca dell’eccellenza, l’inclusività e l’impegno attraverso il processo creativo sono alcuni dei valori fondamentali che condividiamo e guideranno i prossimi passi di questa partnership unica».

I numeri del progetto Valentino Sleeping Stock

Un passo a due, quello tra Maison Valentino e Tissu Market, che fino ad oggi ha srotolato circa 22 mila metri di tessuti provenienti dall’Haute Couture e dal Prêt-à-porter. Grazie a questo progetto è stata evitata l’emissione di circa 265t di CO2e che sarebbero state generate per la produzione dei tessuti da nuovo. Una cifra enorme, corrispondente alla rimozione di CO2e compiuta da 5 ettari di bosco in un anno. Inoltre, grazie a questa sinergia, è stato stimato un risparmio derivante dalla mancata produzione dei tessuti da nuovo di circa 1.105.645 m3 di acqua, pari al volume di 442 piscine olimpioniche.

Valentino promuove l'upcycling con il progetto Sleeping Stock
Credits: Annika Huett @annikahuett, courtesy of Valentino

In un’ottica di rigenerazione virtuosa, che è caratteristica peculiare dell’approccio di giving-back della Maison, i ricavati delle vendite dei tessuti a Tissu Market saranno interamente devoluti alla Bottega dell’Arte di Valentino. Si tratta di un programma formativo della durata di sei mesi nato nel 2015 con l’obiettivo di formare profili per l’atelier e trasmettere il savoir-faire sartoriale della Maison alle generazioni future, divenendo moltiplicatori e promotori di un sapere unico al mondo.

Valentino promuove l'upcycling con il progetto Sleeping Stock
Credits: Annika Huett @annikahuett, courtesy of Valentino

Valentino Sleeping Stock è un progetto destinato a proseguire nel tempo. Si articolerà  in maniera organica intorno al business conscious-driven della Maison. Un ulteriore tassello in un mosaico in continua costruzione, che genera e ri-genera bellezza e creatività, condividendola con il mondo esterno. La Maison grazie al progetto Valentino Sleeping Stock risveglia il potenziale di un patrimonio tessile senza tempo e “dormiente” negli archivi. Lo consegna responsabilmente ad una nuova vita creativa. E costruisce, così, un futuro sempre più attento e consapevole alla salvaguardia del pianeta e al coinvolgimento creativo della sua comunità.

 

 

Articoli correlati

Versace Holiday Saga: la campagna natalizia ispirata ai romanzi vintage per presentare la collezione regali della Maison

Redazione

Sanremo 2021: i look in & out della terza serata del Festival

Paola Pulvirenti

Paco Rabanne X Kimura, la collezione che celebra l’opera del visual artist giapponese

Redazione Moda

Lascia un commento