Wondernet Magazine
Royal Family

Apprensione per la regina Elisabetta, il Regno Unito si prepara al “London Bridge Down”

Regina Elisabetta, preoccupano le condizioni della sovrana
In queste ore c’è grande preoccupazione per lo stato di salute della Regina Elisabetta, 96 anni. Buckingham Palace ha reso noto in un comunicato che la sovrana è sotto controllo medico a Balmoral. Il principe Carlo con la consorte Camilla e il principe William sono partiti da Londra per raggiungere la Scozia

Due giorni fa la regina Elisabetta è apparsa in pubblico per il passaggio di consegne alla testa del governo britannico fra Boris Johnson e Liz Truss. Ma nelle ultime ore, i media britannici riportano che c’è molta apprensione sullo stato di salute dell’anziana monarca, che quest’anno ha celebrato i 70 anni di regno.

In una nota ufficiale diffusa da Buckingham Palace si legge che “Dopo ulteriori valutazioni condotte giovedì mattina, i medici della regina si sono preoccupati per la salute di sua Maestà e le hanno raccomandato di rimanere sotto monitoraggio”. 

Regina Elisabetta, i medici preoccupati dalle sue condizioni

La neo primo ministro britannica Liz Truss ha dichiarato: “L’intero Paese è profondamente preoccupato per le notizie giunte da Buckingham Palace. I miei pensieri e i pensieri di tutto il popolo del Regno Unito sono per sua Maestà la Regina e per la sua famiglia in questo momento”.

I familiari sono stati informati, il principe Carlo, erede al trono britannico, è giunto a Balmoral con la consorte Camilla. Anche il principe William è partito da Londra per raggiungere la Scozia.

Regina Elisabetta, preoccupano le condizioni della sovrana

L’attenzione del mondo per la salute della regina

Poco dopo il diffondersi della notizia di un peggioramento delle condizioni di salute della regina Elisabetta, il sito della famiglia reale è andato in tilt. Non solo i suoi sudditi, ma milioni di persone in tutto il mondo seguono con il fiato sospeso l’evolversi della situazione.

Regina Elisabetta, preoccupano le condizioni della sovrana

L’operazione “London Bridge”

Quando la regina morirà, quattro parole bloccheranno l’intero Paese: “London Bridge is down”. Una frase in codice che darà il via alla cosiddetta operazione “London Bridge”, meticolosamente preparata da anni. I dettagli dell’operazione sono noti dal 2017, quando il quotidiano “Guardian” li ha ampiamente descritti in un reportage che il palazzo reale non ha mai smentito. Un evento come la morte della regina Elisabetta avrà un impatto sul mondo intero: oltre che regnare sul Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, la sovrana dal 1952 detiene la carica di capo di Stato di quindici dei cinquantaquattro Stati del Commonwealth.

Regina Elisabetta, preoccupano le condizioni della sovrana

Se non adeguatamente gestita, la notizia della sua morte genererebbe caos e confusione. Per questo verrà seguito un rigido protocollo. Una volta informato il governo, l’agenzia di stampa britannica comunicherà la morte della regina e Buckingham Palace diramerà un comunicato ufficiale. Le bandiere verranno abbassate a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici nel più breve tempo possibile. Sarà la nuova premier la prima a parlare, mentre la famiglia reale annuncerà i piani per il funerale, che dovrebbe aver luogo dieci giorni dopo la morte. La notizia verrà salutata da colpi di pistola e verrà osservato un minuto di silenzio in tutta la nazione. Il primo ministro si incontrerà poi per un’udienza con il nuovo re, Carlo. La cerimonia funebre sarà celebrata nella Cattedrale di St. Paul a Londra.

 

Articoli correlati

David Beckham, 12 ore di fila per l’ultimo saluto alla Regina Elisabetta

Antonio Ferrantino

Beatrice di York e Edoardo Mapelli Mozzi in luna di miele ad Amalfi

Valentina Turci

Meghan Markle e il principe Harry ci ripensano: «Un altro anno da reali»

Redazione

Lascia un commento