Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Bruce Willis si ritira dal cinema perché colpito da afasia: il triste annuncio della famiglia

Bruce Willis si ritira dal cinema perchè colpito da afasia
L’attore Bruce Willis si ritira dalle scene perché colpito da afasia. Dopo settimane di indiscrezioni, arriva l’annuncio ufficiale via social

Da ormai qualche settimane si rincorrevano le voci sulla salute precaria di Bruce Willis. Ma erano solamente fake news. Nelle ultime ore, purtroppo, è arrivato il triste annuncio ufficiale.

Via social, la famiglia ha comunicato che l’attore si ritira dal mondo del cinema perché è stato colpito da afasia.

L’annuncio della malattia di Bruce Willis

In una lunga nota diffusa dalla sua famiglia, è arrivato il triste annuncio del ritiro delle scene di Bruce Willis. L’attore è stato colpito da afasia, malattia che si manifesta con l’incapacità di esprimersi mediante la parola o la scrittura o di comprendere il significato delle parole dette o scritte da altri.

«Con gli straordinari fan di Bruce, come famiglia, volevamo condividere che il nostro amato Bruce ha avuto problemi di salute e gli è stata recentemente diagnosticata l’afasia, che sta influenzando le sue capacità cognitive». Inizia così il lungo post, condiviso sui canali social dalle figlie, dall’ex moglie, e dall’attuale moglie. «Di conseguenza, e dopo molta riflessione, Bruce si sta allontanando dalla carriera che ha significato così tanto per lui», annuncia la famiglia.

Bruce Willis si ritira dal cinema perchè colpito da afasia

«Questo è un momento davvero difficile per la nostra famiglia e apprezziamo tanto il vostro continuo amore, la vostra compassione e il vostro supporto. Stiamo attraversando questo momento come una famiglia forte e unita. E vogliamo coinvolgere i suoi fan perché sappiamo quanto lui significhi per voi, così come voi lo siete per lui. Come dice sempre Bruce, “Goditi la vita” e insieme abbiamo in programma di fare proprio questo. Con amore, Emma, Demi, Rumer, Scout, Tallulah, Mabel ed Evelyn.» Un messaggio d’amore ai numerosi fan che da sempre supportano Bruce Willis, e continueranno a farlo.

 

 

 

Articoli correlati

Sergio Castellitto a Giffoni50: «Realizzo solo i film che mi piacerebbe guardare da spettatore»

Redazione

Luca Argentero testimonial della nuova campagna delle farine Molino Casillo

Redazione

Leonardo DiCaprio: 47 anni tra cinema, attivismo ambientale e impegno umanitario

Laura Saltari

Lascia un commento