Wondernet Magazine
Borse

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di “Dior Lady Art”

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"
La borsa Lady Dior diventa ancora una volta opera d’arte grazie al progetto “Dior Lady Art”, giunto ormai al quinto capitolo. I protagonisti sono 10 artisti, provenienti da tutto il mondo, che hanno realizzato la loro personale versione della it bag dando vita a veri e propri capolavori da indossare. Un altro caso in cui siamo spettatori del connubio vincente tra moda e arte.

Ideata nel 2016 da Maria Grazia ChiuriDior Lady Art continua la sua avventura creativa. La maison di Lvmh ha nuovamente invitato dieci artisti e collettivi provenienti da tutto il mondo. Questo, al fine di rielaborare e rendere un’opera d’arte la famosa borsa Lady Dior, creata nel 1995. La borsa, rappresenta un’icona senza tempo, reinventando costantemente sé stessa, come la donna del giorno d’oggi. Ogni artista utilizza la cultura del proprio Paese per personalizzare la creazione. L’influsso spicca nelle diverse tecniche e metodi di lavorazione, fino alle decorazioni effettuate con pittura, ricamo, patchwork e stampa.

Dior Lady Art: i 10 artisti che hanno preso parte al progetto

Anche per questa quinta capsule a infondere le proprie ispirazioni con il design e il fascino della bag sono artisti internazionali. I nuovi creativi hanno partecipato a un gioco di reinterpretazione e metamorfosi, per approcciarsi all’iconica Lady Dior come a un’unica opera d’arte. Si tratta di Joël Andrianomearisoa (Madagascar), Judy Chicago (Usa) la quale aveva già collaborato con Dior per una mega-scenografia per una sfilata., Gisela Colón (Usa), Song Dong (Cina), Bharti Kher (India), Mai-Thu Perret (Svizzera), Recycle Group (Russia), Chris Soal (Sud Africa), Claire Tabouret (Francia), Olga Titus (Svizzera). Judy Chicago ha disegnato una versione a spirale. Bharti Kher ha giocato la carta femminista, con dettagli che rendono la borsa come firma militante. Gli altri creatori hanno dato vita a modelli esclusivi attorno a temi di identità, globalizzazione e consumo.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"Bharti Kher e la sua reinterpretazione del Bindi, simbolo femminile indiano

Bharti Kher per Lady Dior reinterpreta il Bindi come filo conduttore del suo universo. Questo simbolo circolare che le donne indiane si applicano sulla fronte, viene trasformato dall’artista deviando e trascendendo il suo significato sociale. Affascinata da questo terzo occhio, la creativa ne fa la sua firma che sulla Lady Dior appare nella forma di delicati serpenti, incarnazioni di vita, forza, trasformazione e guarigione.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Jöel Andrianomearisoa e la rivisitazione del labirinto di Lady Dior in chiave romantica

La borsa interpretata da Joël Andrianomearisoa, vuole rappresentare il labirinto di Lady Dior, come un testamento di passioni già sazie e promesse di nuove storie d’amore.In superficie, materiali sovrapposti, come un millefoglie, riproducono i battiti del cuore, mentre all’interno, un’immacolata fodera simboleggia i turbini dell’amore. In pelle e in seta entrambe le versioni sono impreziosite da ricami e ritagli che si mescolano come le parole di un libro in un moto perpetuo.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Olga Titus e le sue colorate maschere allegoriche

Per la mini Lady Dior, l’artista svizzera Olga Titus omaggia le arti del mondo con colorate maschere decorative, dall’Africa all’Asia. Un’allegoria per rappresentare il suo sguardo curioso sulle visioni del mondo e che trascende gli oggetti di uso quotidiano.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Chris Soal: la sua rielaborazione di oggetti di uso quotidiano

L’artista sudafricano Chris Soal presenta i suoi trompe l’oeil sull’iconica borsa. Sfruttando la sua ossessione per la rielaborazione di oggetti di uso quotidiano per dare loro un nuovo aspetto, la versione di Soal della borsa Lady Dior evoca gusci di ciprea con tappi di birra piegati e utilizza stuzzicadenti per suggerire la crescita organica sulla trapuntatura Cannage della borsa.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Claire Tabouret e la sua ricerca introspettiva

Il lavoro dell’artista francese di Los Angeles Claire Tabouret mette in luce le vulnerabilità insite nelle relazioni umane, correlate in una tavolozza di tonalità naturali e volutamente artificiali. Ha trattato la borsa Lady Dior come una tela bianca, trasponendo il suo ritratto, cambiando la posizione dei ciondoli distintivi della borsa in modo che sembrassero consumati da una bocca vampirica, mentre la finta pelliccia testurizzata è stampata con un gruppo di figure danzanti.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Recycle Group: l’esplorazione dell’interazione tra uomo e macchina

Recycle Group è stato fondato nel 2008 da Andrey Blokhin e Georgy Kuznetsov. Il loro lavoro esplora l’interazione tra uomo e macchina e le mutevoli percezioni della realtà. Le loro due interpretazioni sottili ma visivamente stridenti della borsa Lady Dior, presentano il motivo Cannage trapuntato distorto come effetti “vortice speciale” e “onda” rispettivamente in pelle nera e bronzo.

Borsa Lady Dior: il quinto capitolo di "Dior Lady Art"

Il lancio ufficiale delle borse Lady Dior

Dal 12 al 15 Novembre 2020 si è tenuto un evento pre-lancio durante la fiera d’arte contemporanea ART021 di Shanghai. Le borse, però, saranno lanciate ufficialmente solo a gennaio del 2021, in alcune boutique Dior selezionate. Per ciascun modello saranno solo 100 le copie e i prezzi varieranno da 4.000 euro a 25.000 euro. 

 

Articoli correlati

Borse, la tendenza per la Primavera Estate 2020 sono i colori pastello

Valentina Turci

Michael Kors celebra la condivisione delle tradizioni con la campagna per il Capodanno cinese 2021

Paola Pulvirenti

“Up to you anthology”: nasce in Italia una piattaforma dedicata alle borse, aperta a chiunque abbia un’idea creativa

Redazione Moda

Lascia un commento