Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

Demi Lovato: vestiti in beneficenza per il fondo Covid e per Black Lives Matter

demi lovato
Moltissime star del mondo dello spettacolo stanno prendendo posizione, in queste settimane, a proposito della questione della discriminazione razziale. Quanto accaduto al 47enne George Floyd ha fortemente richiamato l’attenzione su un problema di portata globale: la disuguaglianza in base al colore della pelle.

Demi Lovato è una delle star che si è sentita toccata particolarmente dalla vicenda, al punto da decidere di fare qualcosa di concreto per Black Lives Matter, il movimento attivista internazionale impegnato nella lotta contro il razzismo. E non solo. Ovviamente il momento storico attuale è caratterizzato dalla pandemia e dalla necessità di fondi per far fronte a questa emergenza sanitaria mondiale.

L’iniziativa della cantautrice e attrice statunitense si muove su entrambi questi binari. Ecco di cosa si tratta.

L’asta benefica di Demi Lovato

Demi Lovato ha deciso di mettere all’asta alcuni capi iconici del suo guardaroba, uniti a fotografie professionali che la vedono protagonista. I ricavati andranno interamente a sostegno di diverse iniziative di beneficenza, tra cui il movimento Black Lives Matter e il fondo di aiuto COVID-19.

demi lovato

L’annuncio è stato dato dalla pop star attraverso un video su Instagram: «Abbiamo bisogno di cambiamenti, quindi per favore continuate ad agire per la giustizia razziale e il COVID-19. Ho messo all’asta una collezione di articoli che hanno significato davvero molto per me, compresi alcuni vestiti che vengono direttamente dal mio armadio e alcune delle mie fotografie».

E infatti, tra gli abiti presenti nella selezione messa all’asta, ci sono una giacca Maje paillettata e una giacca di pelle Diesel indossate durante durante il Neon Lights Tour 2014, il vestito L’Wren Scott indossato a X-Factor 3, il body nero sfoggiata in occasione del tour Future Now 2016. Presenti anche anche gli stivali viola del videoclip Sorry Not Sorry. E nuovi pezzi verranno aggiunti di settimana in settimana.

Demi Lovato ha spiegato nel video: «Ho il cuore a pezzi per i recenti eventi e non starò in silenzio né starò ferma. Unisciti a me per fare qualcosa, perché c’è bisogno di un cambiamento ora più che mai».

Demi Lovato nel sociale

L’artista è molto attiva in nome di diverse cause sociali, oltre che nella musica. Ha in passato sposato la causa ambientale e ultimamente è stata molto vicina alla comunità LGBT, diventando anche il volto della campagna per il matrimonio tra omosessuali.

Ma una delle battaglie per cui è più nota è quella contro il bullismo, essendone stata lei stata in prima persona vittima. A ottobre 2010 è stata la portavoce dell’organizzazione anti-bullismo PACER e si è spesso espressa su questo tema, anche nelle sue canzoni (Warrior, per esempio).

La star ha dichiarato: «Ho ricevuto minacce sul telefono, facevamo petizioni del tipo: Se odi Demi Lovato firma qui. Nel bagno c’era una parete dedicata, dove la gente scriveva cose orribili. I bulli mi soffocavano in tutto e per tutto. Ora voglio aiutare la lotta contro il bullismo, voglio che i giovani abbiano più autostima. Se siete vittime di bullismo, la cosa migliore che potete fare è parlarne con qualcuno. Poi dovete focalizzare le vostre energie su qualcosa di più positivo. Se qualcuno vi dà fastidio usatelo come motivazione».

Articoli correlati

Chiara Ferragni e Oreo: la capsule collection per sostenere l’emergenza Coronavirus

Giusy Dente

Festa dei camici bianchi: online la petizione per aderire all’iniziativa di Ferzan Özpetek

Laura Saltari

La negoziante di Bari che regala fiori ai passanti: «Possono portare un po’ di gioia nelle vostre case».

Redazione

Lascia un commento