Wondernet Magazine
Cinema

Black Lives Matter: su Netflix una nuova sezione con oltre nuovi 40 titoli a tema

Da giorni si susseguono negli USA manifestazioni per dire basta alle violenze e agli abusi perpetrati dalle forze dell’ordine ai danni di persone di colore.

Quanto accaduto a George Floyd a Minneapolis è solo l’ennesimo caso, è un deja vu: lo scorso 25 maggio l’uomo è morto durante un fermo. Un poliziotto lo ha immobilizzato a terra bloccandogli il respiro col ginocchio e togliendogli così la vita, nonostante implorasse aiuto. Da quel momento il movimento Black Lives Matter si sta diffondendo a macchia d’olio ovunque, anche sui social.

Da Twitter a Instagram si moltiplicano i contenuti con questo hashtag. Lo scopo è affermare una volta per tutte che il valore della vita umana è universale, non cambia a seconda del colore della pelle.

Netflix sostiene Black Lives Matter

Netflix per sostenere il movimento ha lanciato sulla piattaforma una quarantina di titoli a tema, per incentivare il dibattito e la conoscenza. La questione è caldissima in questi giorni in seguito all’episodio di Minneapolis.

Le rivolte che si stanno svolgendo negli Stati Uniti hanno trovato ampio sostegno anche da parte di diverse celebrities, che si sono esposte sui social esprimendo il loro pensiero e promuovendo riflessioni sul tema del razzismo, della disuguaglianza, della violenza, della discriminazione. Da Beyoncé a Lady Gaga fino a Oprah Winfrey, che ha organizzato lo speciale Where Do We Go From Here?, che sarà possibile vedere anche in Italia su Dplay.

black lives matter

L’iniziativa di Netflix, dunque, si inserisce in un quadro ben preciso: quello di non far calare l’attenzione e diffondere storie, soprattutto opere di autori afroamericani. Per questo la piattaforma ha lanciato una raccolta di una quarantina di titoli (film, documentari e serie tv) per dire che le vite dei neri hanno importanza, ma ce l’hanno anche le loro storie, le esperienze della loro comunità, che dunque è bene raccontare, conoscere e divulgare.

Da qui, l’inclusione di questi nuovi autori e nuovi titoli, tra cui il documentario 13th e la serie When They See Us entrambi di Ava DuVernay, il memoir sull’ex first lady Michelle Obama Becoming, il documentario Chi ha ucciso Malcolm X?.

Al momento l’iniziativa è disponibile solo per gli utenti degli USA, ma è possibile che possa anche arrivare in Europa, visto che il colosso dello streaming sin dall’inizio ha preso posizione, dichiarando di non voler restare in silenzio, perché il silenzio è segno di complicità. «Anche Black Storytelling Matter ha importanza. Consapevoli che il nostro impegno verso un cambiamento sistemico veritiero necessiterà di tempo, iniziamo dando evidenza a narrazioni potenti e complesse riguardanti la black experience», si legge su Twitter.

Articoli correlati

Abel Ferrara a Venezia con “Sportin’Life”, sesto capitolo del progetto artistico su Yves Saint Laurent

Giusy Dente

Elio Germano conquista l’Orso d’Argento come miglior attore

Anna Chiara Delle Donne

David di Donatello 2021, in concorso anche i film usciti solo in streaming

Redazione

Lascia un commento