Wondernet Magazine
MODA

Stravagante, spregiudicato, icona del Made in Italy: Gianni Versace avrebbe compiuto oggi 75 anni

Gianni Versace, ricordo del grande stilista nel giorno del suo compleanno
Nato a Reggio Calabria il 2 dicembre 1946, Gianni Versace avrebbe compiuto oggi 75 anni. Il mito dello stilista e icona della moda, che ha reso celebre la sua Medusa in tutto il mondo, non è mai tramontato. Con le sue geniali intuizioni e il suo stile ha portato una ventata di anticonformismo nella moda degli anni ’80 e ’90

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni. Le sue collezioni, le sue idee ed il suo estro, lo hanno consacrato uno dei giganti italiani nel mondo della moda. La visione innovativa e avanguardistica di Gianni Versace ha portato la moda a superare alcune schematizzazioni dell’epoca, a liberarsi di un modello di femminilità stereotipata, celebrando invece un’idea di donna cosciente del proprio potere seduttivo.

Gianni Versace è riuscito a fondere la sartorialità con l’oro e le stampe barocche, i colori dell’estetica pop con il total black del post punk dei suoi celebri pin dress. Uno stile, il suo, assolutamente innovativo, inedito e immediatamente riconoscibile.

Gli inizi di Gianni Versace: l’esordio nella moda

Dopo gli inizi nella sartoria della madre Franca, uno degli atelier più importanti di Reggio Calabria, a 25 anni Gianni Versace si trasferisce a Milano, dove inizia a disegnare collezioni per Genny, Complice e Callaghan. Il 28 marzo 1978 viene ufficialmente presentata la prima collezione Gianni Versace nei saloni della Permanente, prodotta in collaborazione con Zamasport e Genny.

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni
Gianni Versace con la sorella Donatella

I suoi modelli drappeggiati, colorati, che trasudano sensualità riscuotono subito un enorme successo di pubblico. Nasce così un’icona che in breve conquista il mondo e inizia a collaborare con fotografi come Richard Avedon, Bruce Weber, Herb Ritts, Doug Ordway e Steven Meisel. Crea costumi per il Teatro alla Scala e per il Piccolo Teatro di Milano.

Ha inventato le top model

Gianni Versace è uno dei primi a riconoscere la capacità seduttiva delle donne e ad inventare la figura delle top model. Fa sfilare il passerella e sceglie per le campagne pubblicitarie della maison Linda Evangelista, Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Yasmeen Ghauri, Christy Turlington, Stephanie Seymour, Cindy Crawford, Helena Christensen, Nadja Auermann, Carla Bruni e Karen Mulder.

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni

Gianni Versace, uno stile iconico contraddistinto da spiccati segni distintivi

Versace era stravagante, spregiudicato, con una passione sfrenata per i tessuti ricamati. A chi vedeva per la prima volta i suoi capi, era già chiaro il suo tratto distintivo, contraddistinto dalla scelta di tessuti pregiati, macro-stampe barocche e amore sopratutto per il mondo classico. L’antica Grecia spesso omaggiata nelle sue collezioni, rappresenta un richiamo della sua terra d’origine: la Calabria della Magna Grecia. Oltre ad evocare la sua terra madre, Gianni Versace nelle sue collezioni esprime amore per la bellezza e per l’arte, glamour, seduzione, calore ed energia del Sud.

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni

«Reggio è il regno dove è cominciata la favola della mia vita: la sartoria di mia madre, la boutique d’Alta Moda. Il luogo dove, da piccolo, cominciai ad apprezzare l’Iliade, l’Odissea, l’Eneide, dove ho cominciato a respirare l’arte della Magna Grecia»

Gianni Versace

Versace e la Medusa

Nel 1993 arriva il noto logo della Medusa. La figura, rappresenta nell’immaginario collettivo il femminile che uccide con un solo sguardo e, non a caso, diventerà il simbolo iconico di Versace. Si narra che, la prima volta che vide la figura della Medusa, era solo un bambino. La scorse raffigurata sul pavimento di un’antica dimora romana e, da quel momento, gli rimase per sempre scolpita nella memoria. Questo suo simbolo iconico, preluderà all’esplosione creativa degli anni Novanta, il periodo che colloca per sempre lo stilista nella storia della moda. 

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni

«Quando le persone guarderanno a Versace, dovranno sentirsi atterrite, pietrificate, proprio come quando si guarda negli occhi la Medusa»

Gianni Versace

Gli abiti in oroton, i dettagli bondage e il pin dress di Liz Hurley

Nel 1982 Gianni Versace sceglie l’oroton, un tessuto tecnologico fatto di una particolare e leggerissima maglia metallica, per realizzare una sensazionale serie di abiti, come quello indossato da Patty Pravo al Festival di Sanremo del 1984. Negli anni ’90 propone invece il total black, per niente austero ma dominato anzi da dettagli bondage, spacchi e scollature vertiginose.

Nel 1994, alla première di “Quattro matrimoni e un funerale”, Elizabeth Hurley ha accompagnato sul red carpet l’allora fidanzato Hugh Grant indossando il celebre pin dress di Versace. Un audace tubino nero tenuto insieme da spille dorate cucite sui due fianchi. 

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni

Lo stile carico di sensualità di Gianni Versace entrò anche nel guardaroba di Lady Diana da quando i due si conobbero per un servizio fotografico realizzato da Patrick Demarchelier. 

Gianni Versace e Lady Diana divennero amici e la principessa iniziò ad indossare tailleur, mini abiti e abiti da sera disegnati dallo stilista, che mettevano in risalto la sua femminilità. Per un beffardo gioco del destino, i due morirono ad un mese e mezzo di distanza, entrambi in circostanze tragiche.

La morte del genio della moda

La mattina del 15 luglio 1997 Gianni Versace, dopo aver fatto colazione in un bar, rientrava nella sua residenza al numero 116 di Ocean Drive. Mentre apriva il cancello di Villa Casuarina, conosciuta anche come Villa Versace, lo stilista fu raggiunto da due colpi di pistola sparatigli alle spalle da Andrew Cunanan, un assassino seriale e mitomane che aveva già ucciso altri quattro uomini.

Gianni Versace oggi avrebbe compiuto 75 anni
Un ritratto di Gianni Versace, e quello del suo assassino Andrew Cunan

Soccorso dal suo compagno, Antonio D’Amico, Versace venne trasferito al Jackson Memorial Hospital di Miami, dove poco dopo fu dichiarato morto. Cunanan venne rinvenuto cadavere alcuni giorni dopo su una casa galleggiante, dove si era rifugiato per sfuggire alle ricerche della polizia.

«Con la morte di Versace l’Italia ed il mondo perdono lo stilista che ha liberato la moda dal conformismo, regalandole la fantasia e la creatività»

Franco Zeffirelli

I funerali a Milano

Il 18 luglio 1997 si celebrò presso la chiesa di St.Patrick la prima commemorazione funebre dello stilista. La salma di Versace fece poi rientro in Italia, dove il 22 luglio furono celebrati i funerali nel Duomo di Milano. Erano presenti, tra gli altri, la principessa Diana, Elton John e Sting che durante la cerimonia cantarono “The Lord is my Sheperd”. E po la sua musa Naomi Campbell, e tantissime altre celebrità della moda e dello spettacolo.

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Amber Valletta svela la co-lab di borse e accessori green di Karl Lagerfeld

Paola Pulvirenti

Ermanno Scervino SS 2021, nella campagna le super modelle Irina Shayk, Natasha Poly e Joan Smalls

Redazione Moda

3D Stretch, la capsule collection P/E 2020 eco sostenibile di Dondup

Redazione Moda

Lascia un commento