Wondernet Magazine
Libri

“L’ultima ricamatrice”, l’emozionante saga familiare di Elena Pigozzi

"L'ultima ricamatrice", il romanzo di Elena Pigozzi
«L’arte mia è sistemare con l’ago, aggiustare, cucire ma non solo le stoffe. L’arte mia ricama parole, le taglia a misura perfetta del cliente che viene da me, per chiedermi il vestito con cui figurare […] Allora ricamo le frasi, le seguo con refe di seta e aggiusto la storia che quest’uomo si porta addosso. La sistemo in forma di abito bianco e do alla giacca il taglio che serve a sostenere l’eleganza di una vita».

Eufrasia, l’anziana protagonista del romanzo “L’ultima ricamatrice” di Elena Pigozzi, racconta del suo mestiere spiegandoci che con ago e filo ella non solo cuce e ricama stoffe ma narra anche delle storie, quelle dei suoi clienti, che in questo modo restano per sempre impresse nella trama del vestito.

E l’intento dell’autrice è proprio quello di creare un parallelismo tra l’arte del cucire e quella del raccontare storie. Scrivere è tessere trame, composte di parole invece che di fili. Anche quando Eufrasia cuce racconta una storia, e in certi tessuti sono contenute anche le vicende della sua famiglia, che si è tramandata l’arte del ricamo di generazione in generazione.

"L'ultima ricamatrice", il romanzo di Elena Pigozzi
Elena Pigozzi, la giornalista e scrittrice autrice de “L’ultima ricamatrice”

“L’ultima ricamatrice”, il romanzo di Elena Pigozzi

Vi è infatti un ricamo, rappresentante l’albero della vita, che è stato cominciato dalla bisnonna di Eufrasia, per poi essere continuato da sua nonna Clelia e da sua madre Miriam; Eufrasia ripercorre quindi la storia della sua famiglia tessendo i fili dei ricordi: una vicenda ricca di passione e anche di dolore, che ci viene narrata con delicatezza e poesia. Tutto ha inizio quando una giovane donna, Filomela, si reca da Eufrasia per commissionarle il corredo per il suo matrimonio; tra le due nasce subito un’intesa, e il rapporto si consolida quando la ragazza chiede all’anziana ricamatrice di andare da lei per imparare il mestiere. Nel corso dei giorni Filomela convince Eufrasia a raccontarle la storia della sua vita.

"L'ultima ricamatrice", il romanzo di Elena Pigozzi
La cover de “L’ultima ricamatrice”

La donna accetta, perché è conscia di non avere molto tempo davanti a sé, e decide quindi di condividere il suo percorso esistenziale, e anche quello delle donne che l’avevano preceduta e che le avevano lasciato un grande e prezioso dono, quello del narrare storie con ago e filo – «Sono vecchia e certa di essere giunta al fondo, di avere quasi terminato la spola. Quando si arriva al bordo del tessuto e bisogna aggiustare di smerlo, puntare la seta e rendere prezioso l’orlo, che ogni cosa va finita, perché spesso è la fine che dà senso all’inizio».

Titolo: L’ultima ricamatrice

Casa Editrice: Piemme

Genere: Narrativa contemporanea

Pagine: 176

Prezzo: 15,50 €

Articoli correlati

“Achille Lauro”: il libro fotografico con gli scatti inediti e le iniziative per il lancio

Redazione

Priyanka Chopra, esce domani la sua biografia “Unfinished”

Valeria Torchio

“Il tuo corpo è la tua palestra”: come far funzionare al meglio la propria schiena

Maurizio Buttaro

Lascia un commento