Wondernet Magazine
PERSONAGGI

Jovanotti: «È qui la festa?». I 55 anni del “ragazzo fortunato”

Jovanotti compie 55 anni. La sua vita tra musica, famiglia e battaglie civili
Nato a Roma il 27 settembre 1966 oggi Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, compie 55 anni. Le tappe salienti della vita e della carriera del cantautore, tra musica, famiglia e impegno sociale e civile.

Ne ha fatta di strada Jovanotti, dagli inizi come dee jay nelle discoteche della Capitale al raduno oceanico del Jova Beach Party. Sempre con quell’energia, con quel sorriso da eterno ragazzino spensierato, nonostante i dolori e le preoccupazioni della vita. Come la morte del fratello Umberto in un incidente aereo nel 2007. O, più recentemente, la battaglia combattuta dalla sua unica figlia Teresa contro un tumore, che fortunatamente si è conclusa nel migliore dei modi, come lui stesso ha annunciato lo scorso gennaio sui suoi social.

E proprio su Instagram oggi Jovanotti, postando una foto scattata dalla moglie che lo ritrae mentre vendemmia nel giorno del suo 55mo compleanno, chiede ai suoi followers: «Com’è quella cosa del vino rosso che migliora con gli anni?»

Jovanotti compie 55 anni. La sua vita tra musica, famiglia e battaglie civili

Jovanotti, i 55 anni dell’artista tra musica e impegno civile

Nato a Roma da genitori toscani, Jovanotti si è accostato alla musica da ragazzino, nel locali di Cortona dove lavorava come dee jay già nel 1980. Alla cittadina in provincia di Arezzo Jovanotti è sempre rimasto legatissimo, tanto da sceglierla come propria residenza e da essere stato nominato cittadino onorario. A Roma Lorenzo approda prima al “Veleno” e poi al celeberrimo “Piper”, e conosce Fiorello.

Jovanotti compie 55 anni. La sua vita tra musica, famiglia e battaglie civili

Il suo esordio musicale risale al 1987 con il singolo “Walking”, già con il nome di Jovanotti, a cui fa seguito “Reggae 87”. Il suo nome d’arte nasce in realtà da un errore. Lorenzo infatti avrebbe dovuto chiamarsi “Joe Vanotti”, ma il tipografo a cui ha commissionato una locandina per una serata in discoteca ha scritto “Jovanotti”. Lorenzo deve aver percepito in quell’errore delle “good vibes”, e ha deciso quindi di tenerlo. 

Quello stesso anno viene notato da Claudio Cecchetto, che lo vuole come presentatore a Deejay Television e come disc jockey a Radio Deejay. Nel 1988 pubblica “È qui la festa?”, un singolo che diventa un tormentone, e a cui fa seguito il suo primo album, “Jovanotti for President”, contenente il singolo “Gimme Five”. Parte per il servizio militare, e al suo ritorno pubblica l’album “La mia moto”, il cui singolo “Vasco”, omaggio a Vasco Rossi, viene presentato al Festival di Sanremo 1989. All’epoca Jovanotti era fidanzato con Rosita Celentano, figlia di Adriano e di Claudia Mori.  

Jovanotti compie 55 anni. La sua vita tra musica, famiglia e battaglie civili

Gli anni Novanta e la svolta: dal disimpegno alle battaglie civili e sociali

Lo stile dei primi album di Jovanotti è caratterizzato dal groove e dall’hip hop e dall’influenza di artisti come i Run DMC, Public Enemy e Beastie Boys. A partire dagli anni Novanta Jovanotti cambia stile artistico: il suo sound si sposta verso l’etnico, il tribale. Il disimpegno nei testi lascia spazio a una nuova consapevolezza, a temi politici e sociali. Nel 1991 pubblica “Una tribù che balla”, ed inizia la sua nuova era. Nel 1993 duetta con Gianna Nannini in “Radio Baccano”, e l’anno successivo, con “Penso Positivo”, pubblica una sorta di manifesto che si schiera su posizioni ideologiche ben precise: 

«Io credo che a questo mondo esista solo una grande chiesa

che passa da Che Guevara e arriva fino a Madre Teresa

passando da Malcolm X attraverso Gandhi e San Patrignano

arriva da un prete in periferia che va avanti nonostante il Vaticano.»

Continua a collaborare con altri artisti: nel 1994 gira l’Europa in tour insieme a Pino Daniele e Eros Ramazzotti, scrive poi una canzone per Zucchero (“Alleluja”), e prosegue la sua ricerca introspettiva e il percorso nella musica etnica.

Jovanotti, le canzoni dedicate alla figlia e alla moglie

A 32 anni Jovanotti diventa papà, e dedica a Teresa la canzone ninna nanna “Per te”. L’anno successivo, con Piero Pelù e Luciano Ligabue, pubblica il brano pacifista “Il mio nome è mai più”, i cui proventi vengono interamente devoluti ad Emergency di Gino Strada. Il video della canzone, che si afferma come il singolo più venduto in Italia in quell’anno, viene girato da Gabriele Salvatores.

Gli anni Duemila proseguono con l’impegno civile verso i Paesi del Terzo Mondo con brani come “Salvami”, a cui si alternano canzoni d’amore come “Ti sposerò”. 

Jovanotti compie 55 anni. La sua vita tra musica, famiglia e battaglie civili
Jovanotti e la moglie Francesca

Il 22 ottobre 2007 il fratello Umberto Cherubini, istruttore di volo della scuola Touchandgo, muore in un incidente aereo a Latina. Dopo qualche mese, Jovanotti gli dedica la canzone “Fango” («Io lo so che non sono solo anche quando sono solo»), che vince la prima edizione del Premio Mogol. È il primo estratto dell’album “Safari”, in cui è contenuta anche una delle canzoni di maggior successo di Jovanotti: “A te”, dedicata a sua moglie Francesca Valiani, la mamma di Teresa, che Lorenzo sposa a Cortona nel 2008.

Il  David di Donatello per “Baciami ancora”

Nel gennaio 2010 esce “Baciami ancora”, colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino con la quale Jovanotti si aggiudica il David di Donatello come migliore colonna sonora originale.

Il resto è storia recente, dallo struggenteLe tasche piene di sassi”, dedicato alla morte della mamma Viola, che si aggiudica la quarta edizione del Premio Mogol, a “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang” del 2011, ai tour in giro per il mondo, alle collaborazioni con artisti italiani e internazionali, come Zucchero, Eros Ramazzotti, Rick Rubin, che produce il suo quattordicesimo album di inediti “Oh, vita!”, registrato in California, e “Lorenzo sulla Luna”.

Gianni Morandi, "L'allegria" è il brano scritto per lui da Jovanotti

Nell’estate del 2019 con il “Jova Beach Party”, un tour per tutte le spiagge italiane, ha radunato centinaia di migliaia di spettatori. L’ultimo lavoro in ordine di tempo del “ragazzo fortunato”, che nel 2015 è apparso anche in quattro storie di Topolino sotto forma del papero Paperotti, è “L’Allegria”, il brano scritto per Gianni Morandi.

Articoli correlati

Ireland Baldwin e il messaggio body positive: “Cellulite e smagliature mi rendono umana”

Gaia Corrado

Nuova performance di Achille Lauro: porta la marchesa Casati sul palco dell’Ariston [PHOTO GALLERY]

Redazione

Benedetta Porcaroli, protagonista del Giffoni Film Festival, premiata con l’Explosive Talent Award

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento