Wondernet Magazine
INTERVISTE

Eva Grimaldi: «Solo Imma mi ha dato la voglia di fare quell'”inversione a U”, come l’ha chiamata Costanzo»

Eva Grimaldi, intervista: «La mia "inversione a U" con Imma»
L’attrice è tornata al Maurizio Costanzo Show per la prima puntata del salotto televisivo più amato d’Italia. Attualità, costume e tanto amore nelle parole di Eva Grimaldi, che si racconta a Wondernet Magazine.

Eva Grimaldi è un volto molto amato dalla televisione. Le sue partecipazioni a fiction di successo e ai tanti film ormai cult della cinematografia italiana, l’hanno cristallizzata nella memoria del pubblico già colpito da quell’indiscutibile bellezza. Un fascino magnetico che l’ha portata sotto i riflettori sin da giovanissima, quando il maestro Fellini la scelse per il film “Intervista”.

La stessa bellezza, a cui non manca mai una buona dose di eleganza, l’attrice l’ha espressa con la sua solita simpatia, sull’iconico palco del Maurizio Costanzo Show, col ritorno in TV per la prima puntata del 39mo anno di una delle trasmissioni simbolo del piccolo schermo.

Eva Grimaldi al Maurizio Costanzo Show 

Una serata divisa tra attualità, costume e politica, con una prima parte di cui è stata protagonista l’Onorevole Giorgia Meloni. La seconda parte, di matrice decisamente femminile, ha visto Eva protagonista, seduta di fianco a Tommaso Zorzi, con cui è nata sin da subito un’ottima intesa. Insieme a loro per parlare d’Amore, c’erano anche Maria Teresa Ruta, Rosalinda Cannavò, la contessa Marisela Federici e, prim’ancora, la collega Ornella Muti. Inoltre i giornalisti e scrittori Giampiero Mughini, Federico Monga, Francesco Borgonovo e Claudia Fusani.

Eva Grimaldi, intervista: «La mia "inversione a U" con Imma»

L’amore con Imma, quell'”inversione a U” che incuriosisce Costanzo

Wondernet Magazine ha raggiunto Eva Grimaldi al telefono, per commentare alcuni degli argomenti affrontati da Maurizio Costanzo nella prima puntata, come quella battuta sull’“inversione a U” che il conduttore ha usato come metafora utile a spiegare al pubblico, il forte “cambio di rotta” dell’attrice rispetto alle sue scelte sentimentali. Dal 2019 infatti, Eva Grimaldi si è unita civilmente all’attivista Imma Battaglia, con una cerimonia svoltasi nella meravigliosa struttura dello chef Antonello Colonna a Labico, nel Resort Spa. Grazie all’organizzazione di uno specialista del wedding come Enzo Miccio, le due donne si sono dichiarate eterno amore di fronte alla Senatrice Monica Cirinnà e agli amici più cari.

Com’è stato tornare da Costanzo. Cosa significa questa trasmissione per te e per il pubblico?

Eva Grimaldi: Tornare al Costanzo Show provoca sensazioni sempre molto profonde. Spesso mi sembra di ricordare il brivido del primo giorno di scuola e poi anche del secondo, terzo, quarto… (sorride, nda.). Nel senso che, per Maurizio, si fanno i “compiti a casa”, si studia e ci si prepara. Però poi, si ha sempre un po’ “paura” di essere interrogati e di non sapere nulla. Poi aggiungici ch’è sempre un teatro, con il pubblico dal vivo e, un colpo d’occhio simile dopo un anno di fermo, provoca reazioni forti che sono a loro volta foriere di grande simbolismo, come del resto sono state sempre le puntate di Costanzo Show. Hanno sempre trasposto la realtà in un salotto in cui parlare e confrontarsi.

Per questo il pubblico ha sempre amato il suo format. Inoltre, l’emozione di entrare in un luogo del genere, sul palco, con la gente e le poltrone piene, è stato come sognare ad occhi aperti. Per un secondo ho pensato “finalmente è passato questo periodo”. Ma è stato il bagliore di un momento, per cui ringrazio fortemente il Dottor Costanzo per l’invito ma da cui, ahimè, mi sono svegliata troppo presto. Ad ogni modo c’è e ci sarà sempre bisogno del Maurizio Costanzo Show.

Eva Grimaldi, intervista: «La mia "inversione a U" con Imma»
Photo Credits: Massimo Insabato©

In total black, tailleur Armani, scarpe Elisabetta Franchi. Quanto conta lo stile e cosa non manca mai nel tuo guardaroba?

Eva Grimaldi: Ho scelto una mise che per me significa eleganza. Non ho mai seguito la moda, non sono mai stata attenta. Nelle mie scelte è prevalso sempre il mio gusto personale ed il mio stile. Indubbiamente, se proprio sono portata a scegliere, propendo sempre verso una casa italiana, per far sì che i nostri creativi siano premiati di più rispetto ad altri. Nel mio guardaroba non mancano mai quelle scelte che io definisco “basic”: un tubino nero, un pantalone semplice ma che sia rifinito ed elegante… sempre con colori netti e decisi, come il rosso, il blu, oppure il bianco e il nero.

Con Imma sì, ma con le altre donne no. Come si spiega?

Eva Grimaldi:  Non si può spiegare al mondo una regola che non c’è, anche perché l’amore non può e non deve avere delle regole. Ho sempre amato liberamente e, nella mia vita, gli uomini hanno sicuramente avuto un ruolo importante, ma la protagonista assoluta del mio cuore è stata Imma Battaglia, una donna. Un sentimento con cui mi sono imbattuta e ho dovuto fare i conti, con serenità ed obiettività, senza farmi troppi problemi ma solo seguendo il profondo sentimento che mi ha smossa dal principio. È la scelta che tutti dovrebbero fare per esser felici, poiché la felicità risiede nel luogo e nelle persone in cui ci sentiamo “giusti”, al nostro posto.

Eva Grimaldi, intervista: «La mia "inversione a U" con Imma»
Photo Credits: Massimo Insabato©

Come ho riposto al Dottor Costanzo dopo che mi ha chiesto come mai ad un certo punto della mia vita, io avessi fatto un’“inversione a U” a livello sentimentale, rispondo ora dicendo che è stata “quella e solo quella macchina” ad avermi dato la voglia di “fare inversione”. In buona sostanza: non mi sono innamorata del sesso ma della persona. E questo ragionamento non è stato facile da far comprendere a chi mi è stato sempre vicino. Poi però, conoscendo Imma ed il suo sentimento nei miei confronti, tutti hanno capito perché io avessi perso la testa per una donna così generosa, protettiva e forte. Una donna che mi ha salvata e che mi ama facendomi sentire importante.

Hai cantato “Tomorrow”, ballato il “Tuca Tuca”, in TV hai fatto di tutto ma cosa ti manca che vorresti assolutamente fare?

Eva Grimaldi:  Sì, in generale ho fatto di tutto in TV e da Costanzo non mi sono risparmiata – io come i miei colleghi (sorride, nda.). In questo momento mi piacerebbe molto poter realizzare un programma sull’Amore. Proprio alla luce di tutta quell’esperienza che la vita mi ha donato, oggi mi sento pronta per “ascoltare dell’amore” e “raccontare di amore”. Ognuno di noi riceve dalla vita dei regali che caratterizzano le nostre scelte e indicano le nostre prossime azioni. Ricevere in dono la “conoscenza dell’amore”, è un regalo superiore il cui prezzo è inestimabile e il cui valore è davvero sconfinato. Chi ha la fortuna come me di averne avuto conto, dovrebbe poterlo mostrare agli altri, perché spesso – oggi più che mai –, ci chiudiamo all’interno delle nostre mura interiori e non ci avviciniamo all’altro. Condividiamo tanto ma comunichiamo poco. È un sogno che covo e che spero di poter realizzare. Intanto però il desiderio più imminente è quello di poter tornare a vivere quanto prima. Di tornare come mercoledì sera su un palco di un teatro, a sentire lo stomaco aggrovigliarsi qualche minuto prima di entrare in scena.

La foto di apertura è di Azzurra Primavera©

 

 

 

Articoli correlati

Paola Lavini, candidata al Globo d’Oro per il film su Ligabue: «Con “Volevo Nascondermi” ho scoperto la mia femminilità e una nuova Paola»

Laura Saltari

Martina Carletti e Graziano Scarabicchi, intervista doppia alla coppia più desiderata dagli spot pubblicitari

Roberta Savona

Alviero Martini: «Ho fatto qualcosa di unico che non aveva mai fatto nessuno, e ho raggiunto il mio obiettivo a piccoli passi»

Alessia de Antoniis

Lascia un commento