Wondernet Magazine
Benessere

Dieta di Okinawa, il segreto giapponese della longevità

Dieta Okinawa: cos'è e come funziona
Vivere a lungo, in salute e pieni di energia non ha più segreti. La dieta Okinawa ci svela come fare sempre, ricordandosi che il benessere psicofisico è una combinazione perfetta tra alimentazione, movimento e stile di vita.

Nell’isola giapponese di Okinawa, nell’Oceano Pacifico, le persone vivono molto a lungo. Tanto da avere una concentrazione di centenari (e oltre) e un’aspettativa di vita al di sopra di qualunque altra parte del mondo. Magia? Assolutamente no, solo tante buone abitudini e una sana alimentazione, la cosiddetta dieta di Okinawa.

Uno stile di vita che consente agli abitanti di quest’isola e di quelle circostanti, di vivere a lungo e in buona salute, evitando le patologie croniche tipiche della società occidentale (tumori, problemi cardiovascolari, colesterolo alto, ecc.). Ma cos’è esattamente la dieta di Okinawa e come funziona?

Dieta di Okinawa, cos’è

Come detto la dieta Okinawa è una vera e propria strategia alimentare. Non una terapia d’urto per rimettersi in forma, ma un modo quotidiano di alimentarsi e di vivere, sano ed equilibrato.

Un regime alimentare che, nella sua semplicità, segue unicamente tre principi cardine:

  • nuchi gusui: il cibo è considerato come una medicina naturale, capace di curare e prevenire moltissime patologie e di nutrire sia il corpo che l’anima;
  • hara hachi bu: saziarsi all’80 per cento, alzandosi da tavola mai totalmente pieni. In modo da assumere meno calorie, mantenendo il corpo attivo e in grado di “conservarsi”;
  • kuten gwa: mangiare porzioni piccole e variegate. Meglio preferire piccole dosi di cibi diversi piuttosto che grandi piatti di un solo alimento. Favorendo così la varietà della dieta stessa.

Una dieta ipocalorica, quindi, ricca di alimenti di origine vegetale e di pesce (fonte di omega 3) che viene consumato tre/quattro volte la settimana. Altri tipi di carne, invece, prevalentemente il maiale, vengono mangiati molto meno, solo in occasioni speciali. Ma di cosa ci si nutre esattamente in quest’isola?

Dieta Okinawa: cos'è e come funziona

Gli alimenti “Okinawa”

Alla base della dieta di Okinawa c’è il riso integrale, leggero e privo di glutine, che viene cotto al vapore, oltre alle patate dolci, altra fonte di carboidrati dal basso indice glicemico.

Non possono poi mancare le verdure, soprattutto quelle gialle e verdi, che vengono consumate sia cotte nella wok che al vapore, ma anche crude. E solitamente prima del pasto vero e proprio.

In più vengono usate molto le alghe come quella kombu, la nori e l’hijiki. Così come i legumi, altro alimento molto usato, in particolare la soia.

Dieta Okinawa: cos'è e come funziona

Atra particolarità è l’abbondante consumo di tè verde e tè al gelsomino, anche durante i pasti. Esclusi, invece, i latticini e i vari derivati, molto presenti nell’alimentazione occidentale.

Il tutto per un apporto calorico giornaliero di circa 1200 kcal.

Una dieta che non presenta controindicazioni, poiché equilibrata e basata su alimenti di qualità, sani e del luogo. E che non nasce con lo scopo di far perdere peso ma solo di mantenere il corpo e la mente in salute. A lungo e semplicemente. Per vivere bene e pieni di energia fino a oltre cent’anni.

Articoli correlati

Tutti sugli sci, ma con prudenza: ecco le 10 regole d’oro degli esperti per una vacanza sulla neve senza rischi

Redazione Beauty

Dieta detox: i migliori alimenti per preparare il corpo alla primavera

Redazione

I cibi che prevengono ansia e stanchezza, e migliorano il benessere del sistema nervoso

Redazione

Lascia un commento